PSG: se va via Blanc, arriva Conte?

La figura del tecnico francese Laurent Blanc alla guida del PSG si sta adombrando nelle ultime settimane: gli ultimi risultati in Ligue 1 hanno fatto precipitare il club parigino in quarta posizione, a 4 punti di distanza dal capo-classifica Lione. Se ad esso si aggiungono le voci che vogliono Cavani e Lavezzi in rotta di collisione con l’ex difensore di Inter e Napoli, il disegno è presto fatto. Questa sera inoltre il PSG scenderà in campo per il match di Coppa di Lega contro i “verdi” del St Etienne ed un’uscita dal torneo potrebbe far precipitare la situazione.

La voce dei tifosi, tramite un sondaggio che la rete radiofonica Rmc ha effettuato domenica sera, ha espresso il desiderio di vedere il ct dell’Italia Antonio Conte sulla panchina in sostituzione di Blanc qualora fosse esonerato e dato che già a luglio le voci in merito ad un possibile arrivo di Conte sotto la Tour Eiffel erano parse credibili, l’ipotesi non pare così fantasiosa.

Balotelli al PSG con Ibra? Forse

Scoppia una delle tante bombe di mercato che vedono al centro l’asso svedese Ibrahimovic: secondo SportMediaset i due ex compagni in nerazzurro potrebbero ritrovarsi sotto la Torre Eiffel con la maglia del PSG. Infatti, sempre secondo quel che riferisce la testata giornalistica, Mino Raiola, manager di entrambi, starebbe spingendo Balotelli verso il club parigino per ricomporre la coppia che in maglia nerazzurra disputò le stagioni 2007-08 e 2008-09. La possibilità che SuperMario faccia coppia con Ibra sono però legate alla partenza di Cavani, in rotta con la dirigenza nelle ultime settimane

Novità in casa PSG: arriva un nuovo simbolo

Cambio storico in casa dei parigini; stavolta non riguarda operazioni di mercato quanto invece la tradizione: a gennaio, infatti, il Psg di Al-Khelaifi presenterà il nuovo stemma.

Innanzitutto ci sarà una modifica con la scoloritura del ‘Bleu’, mentre il simbolo di Parigi e della Francia, ovvero la Tour Eiffel, sarà rappresentata in 3d. Via anche il giglio e la culla, rappresentanti rispettivamente il simbolo della monarchia transalpina ed il Re Luigi XIV. E da ultimo la modifica del nome da Psg a Paris PS per mettere maggiormente in risalto la città di Parigi e non la periferia Saint-Germain.