Roma – Udinese: “furie” giallorosse per il secondo posto?

totti roma udinese

Si prospetta un Olimpico infuocato questa sera per l’incontro Roma – Udinese, valido per la 36-esima giornata di Serie A. I precedenti sono a favore della squadra di casa con un totale di 40 vittorie mentre i friulani hanno collezionato solo 21 vittorie su 85 scontri diretti. L’ultima vittoria bianconera è datata 28/10/12, quando gli ospiti riuscirono a ribaltare il risultato da 2-0 a 2-3.

La spina nel fianco dei friulani è sicuramente Francesco Totti. L’attaccante romanista ha segnato ben 13 volte facendo diventare così l’Udinese una delle sue vittime preferite. Garcia dovrebbe schierare il 4-3-3. Tra i pali confermato come al solito De Sanctis, in difesa occuperanno il ruolo di centrali Manolas e Yanga-Mbiwa, come terzini schiererà Holebas da una parte e Torosidis dall’altra. Il centrocampo sarà occupato da Pjanic – De Rossi – Nainggolan, con quest’ultimo che avrà il compito di recuperare palla e scaricarla a Pjanic che a sua volta dovrà inventare assist per il tridente super offensivo Ibarbo – Totti – Iturbe.

Stramaccioni risponde col 4-3-1-2. A salvaguardare la porta troveremo il greco Karnezis, come centrali la coppia Domizzi-Danilo, mentre sulle fascie troveremo Piris e l’instancabile Widmer. Le novità le abbiamo a centrocampo dove partiranno con la maglia da titolare il trio Badu – Pinzi – Allan con il compito di bloccare sul nascere qualsiasi iniziativa casalinga, infine Guilherme con il compito di rubar palla, far salire la squadra e cercare di mettere davanti alla porta la coppia Thereau – Perica. Il croato viene schierato titolare per la primo volta in tutto il campionato e sicuramente vorrà mettere in mostra le sue qualità offensive. La Roma, dopo la sconfitta fuori casa contro il Milan, vorrà rifarsi e vincere per ritornare al secondo posto; dall’altra parte l’Udinese, già salvo da tempo, cercherà di mettere in difficoltà i capitolini sfruttando ogni minima occasione. Ci si aspetta un incontro davvero ricco di gol.

Autore : Claudio Micalizzi

 

Stadio Roma: 30 mesi per realizzarlo

Il progetto della nuova casa che accoglierà la Roma va avanti: oggi in un intervento radiofonico a Radio Città Futura,l’assessore all’Urbanistica di Roma Capitale Giovanni Caudo, ha spiegato i passi che si stanno compiendo perchè la costruzione delll’opera abbia inizio.

“Adesso possono succedere diverse cose: una, quella più probabile, è che i proponenti ci presentino i progetti definitivi aprendo così la seconda fase della procedura che è di competenza regionale; oppure le condizioni che abbiamo posto sono talmente costrittive per il proponente privato che decide di non procedere. Ma questa mi sembra un’eventualità difficile. Per realizzare lo stadio e le opere che sono connesse ci vogliono 30 mesi. Tutto dipende da quando ci consegneranno i progetti e si chiuderà questa fase”, sancendo la road map tempistica per vedere i giallorossi nella nuova Arena.

 

Il piccolo Totti vince il suo primo derby!

Primo derby per il piccolo Christian Totti, figlio primogenito di papà Francesco e subito in rete. Con la maglia della Roma, in un campo sette contro sette utilizzato nella categoria Pulcini, Christian è andato a segno con la maglia numero 9 e la fascia di capitano al braccio. Presente sugli spalti mamma Ilary, il piccolo nel match che vede disputarsi con la regola di tre tempi da 15 minuti ciascuno, ha siglato la rete nella prima frazione di gioco. Risultato poi complessivamente che ha sorriso ai giallorossi per 3-1 dato che non si sommano le reti totali come i “grandi”, ma si assegnano i punti, uno per chi vince un tempo, uno a testa in caso di parità.

Totti: battiamo la Juve, ma non penso al Mondiale

E’ un Francesco Totti scatenato quello che appare nell’intervista rilasciata al quotidiano romano Il Messaggero a soli due giorni dal match clou Juventus – Roma e con un pò di pepe, ricorda alcuni errori arbitrali subiti dai giallorossi: “Una volta ho detto che contro la Juve si gioca sempre 11 contro 14 e mi hanno deferito… Le cose sono cambiate? Qualche aiutino ce l’hanno sempre: l’evidenza è quella, c’è poco da fare. Involontario, spero. Ma dopo una, due, dieci volte devi stare sempre attento…”.

Innanzitutto cerca di scacciare i fantasmi delle ultime tre sfide in Piemonte, sempre con un passivo pesante per i colori romanisti: “le ultime tre volte che ci siamo presentati a Torino abbiamo subito undici gol. E in un quarto d’ora… Stavolta sarà una partita divertente, tra due squadre che giocano a pallone e a viso aperto. Sarà un confronto duro, ma noi andiamo lì per vincere: il pareggio non ci interessa perché abbiamo la possibilità di battere anche la Juve. Del resto, abbiamo vinto contro tutte le altre grandi, ci mancano solo loro”.

Ma chiude ogni porta ad un possibile viaggio con la maglia azzurra in Brasile a giugno: “Prandelli già lo sa chi deve portare al mondiale – le parole del numero 10 della Roma – Poteva fare almeno una telefonata? Tanto so che non mi porterà…”.

Roma: Totti out 40 giorni!

La Roma viaggia a forza 8, visto il numero di vittorie, ma per un pò dovrà fare a meno della sua icona. Francesco Totti infatti , dopo l’infortunio alla coscia subito nel match clou contro il Napoli si dovrà fermare almeno fino a dicembre. Questa è la diagnosi che il capitano giallorosso ha dovuto accettare. Il versamento alla coscia è abbastanza vasto. Scongiurato invece l’intervento chirurgico che in prima ipotesi era stato indicato quando da un’analisi iniziale era stato paventato il pericolo del distacco del bicipite femorale,

Borriello: mi trovo bene in questa Roma

Marco Borriello pare essere rigenerato in questa stagione alle dipendenze del francese Raul Garcia. Ai microfoni del canale tematico Roma Channel ha detto dopo la vittoria sul Napoli che lancia la squadra giallorossa: «Mi sono calato nella parte . Ci sono partite in cui la tecnica è meno importante dello spirito. In qualche modo sono stato decisivo, ma lo spirito è stato quello giusto. Ho avuto sempre fiducia in me stesso, sono un giocatore vivo, ma davanti a me ho un signore che si chiama Francesco Totti e possiamo solo applaudirlo. Il mister quando può mi lancia nella mischia e ho risposto bene.»

Ilary Blasi fa un passo indietro: niente strip se la Roma vince il tricolore

Sicuramente anche chi non è tifoso giallorosso si stava augurando che lo scudetto prendesse il volo per la Capitale, sponda romanista, dopo che le premesse erano di uno spogliarello da parte della moglie del capitano degli uomini di Garcia, ovvero la splendida Ilary Blasi, show girl affermata del mondo televisivo, nonché bellezza riconosciuta da tanti.

Nel corso del programma Le Iene su Italia 1, di cui è la conduttrice, Ilary ha smentito categoricamente durante un siparietto con gli “Ultras dei VIP” che le chiedevano in pratica di mostrarsi interamente. «Spogliarello in caso di Scudetto? No, no! Neanche per sogno!».

Totti: vittoria, primo posto ed amore eterno

“Era una serata importante e abbiamo vinto. Volevamo questo risultato a tutti i costi perché era tantissimo tempo che non riuscivamo a fare soprattutto le prime tre partite con tre vittorie”. Francesco Totti è felice dopo il successo contro il Parma. “Con questa mentalità e questo spirito possiamo dire la nostra, ma rimaniamo con i piedi per terra perché il campionato è ancora lungo”, ha dichiarato Er Pupone.

Ed in merito al possibile rinnovo di contratto : “Nel pre partita Baldissoni ha detto che ormai ci siamo per il rinnovo? Ho sempre desiderato indossare un’unica maglia perché è quella della squadra per la quale tifo e che ho sempre amato. Ho sempre rispettato questa maglia il più possibile, per questo la onorerò fino alla fine e finché potrò”.