Di Canio: ma avete visto il caos che è scoppiato?

Esordio con sconfitta per Paolo Di Canio alla guida del Sunderland che, a Stamford Bridge, impegna duramente il Chelsea e viene superato per 2-1 dopo che addirittura era passato in vantaggio. I Black Cats sono ancora al quart’ultimo posto e quindi virtualmente salvi, ma lo spareggio salvezza con l’Aston Villa fra qualche settimana sarà crocevia della stagione.
Il tecnico ha però voluto iniziare la conferenza stampa con un accenno alle polemiche di stampo politico che hanno fatto da accompagnatore nel suo ingresso in Premier League: «Rispetto il vostro lavoro, ma avete visto il caos che è scoppiato. Ho lavorato ventiquattro ore su ventiquattro per preparare la partita. Dici che tutto sto casino si è scatenato perché mi hanno affidato un club di Premier? Fino ad un mese allenavo lo Swindon e nessuno fiatava, ora mi hanno affidato il Sunderland e non vado più bene. Dobbiamo migliorare sul piano atletico. Siamo a fine stagione, ma dobbiamo provarci. In ogni caso, sono soddisfatto. Abbiamo reso la vita difficile al Chelsea.»

Colpo Lazio: preso Saha per sostiutire Klose fermo ai box

Klose si ferma per circa due mesi, quelli caldi della stagione ed il presidente Lotito non ci pensato su troppo. E dunque a disposizione di mister Petkovic arriva Louis Saha, francese e svincolatosi dal club inglese del Sunderland.

A comunicarlo tramite il proprio sito, l’attaccante 34enne è stato presentato oggi nel tardo pomeriggio  presso il centro sportivo di Formello. L’ex Manchester United si sarebbe legato alla Lazio sino al termine della stagione per un ingaggio di circa 500mila euro.

Il Liverpool punirà Suarez per la simulazione

I tre anni di Luis Suarez al Liverpool sono fatti di goals e polemiche. Il talento sudamericano infatti è molto legato ad un particolare istrionismo tale che Robbie Fowler ha detto che “il carattere lo condanna a morte prima ancora di calpestare il terreno”. La frase fu pronunciata settimana scorsa prima del match contro lo United, quando Ferguson volteggiò la mano con la quale Suarez si era aiutato per segnare al Mansflield in FA Cup.

Ma la reazione più forte il giocatore l’ha avvertita in casa propria, quando il manager del Liverpool Brendan Rodgers, in merito alla dichiarazione del suo attaccante “Suarez vende. Se Suarez vende ne parlano”, indicando che qualunque suo comportamento serva alla stampa per vendere giornali, non ha aspettato 24 ore per dichiarare che “tali frasi sono inaccettabili. Riconoscere la simulazione di un penalty significa aver saltato la legge del fair play che comandano nel calcio inglese.

L’allenatore nordirlandese ha ricalcato che  “ho parlato con Luis e la cosa si risolverà internamente. La bugia non è una cosa che difendiamo. La nostra etica è la correttezza”.

Pubblicita’ illegale: UEFA apre inchiesta

Come già ieri filtrava dalle stanze dei dirigenti del massimo organo calcistico europeo, la Uefa ha annunciato l’apertura di un procedimento “contro l’attaccante danese Nicklas Bendtner per condotta impropria (Regola 4 del Regolamento del Gioco) nella gara di mercoledi’ 13 giugno a Lviv valida per il Gruppo B a Euro 2012 contro il Portogallo. Il dipartimento Uefa di Controllo e Disciplina prenderà una decisione in merito lunedì”.

Bendtner, autore delle due reti che la Nazionale scandinava ha segnato martedì pomeriggio nel match perso 3-2 contro il Portogallo, in occasione del secondo gol, sollevando la maglietta, ha mostrato il logo di un operatore irlandese on-line inserito nella cintura dei suo pantaloncini.
Pertanto l’UEFA, attenta al fenomeno della pubblicità illlegale, ha deciso di aprire un’inchiesta nei confronti del comportamento dell’attaccante del Sunderland, militante in Premier League