Milan: operato Silvestre, out per un mese

Il Milan comunica ufficialmente che il giocatore argentino Matias Silvestre è stato sottoposto in giornata a un a intervento chirurgico di meniscectomia parziale in artroscopia al ginocchio destro. Si prospetta uno stop di un mese.

A questo punto la difesa rossonera di Allegri perde così un altro pezzo dopo gli infortuni di Bonera, Abate e De Sciglio.

Casa Inter: lo scambio Silvestre-Denis si può fare

Marco Branca è alle prese con il rompicapo del vice Milito da questa estate: dopo le trattative fallite tra giugno e agosto, il lieto fine potrebbe arrivare sotto forma di pacco natalizio. Spedito dalla non lontana Zingonia.

Sembra infatti ben avviata la trattativa per portare il centravanti atalantino German Denis ad Appiano Gentile già a gennaio; Inter e Atalanta stanno discutendo uno scambio, che riguarda il difensore ex Palermo Matias Silvestre, fino ad oggi poco utilizzato da Stramaccioni.

L’operazione non dovrebbe avere grandi ostacoli, soprattutto per la volontà di El Tanque di vestire una maglia di prestigio come quella del club di Moratti. Il tecnico degli orobici, Stefano Colantuono,  non vorrebbe però privarsi di un giocatore in grado di garantirgli una quota di punti importante, a suon di reti, in ottica salvezza.

La sicura affidabilità di Denis nel nostro campionato fa invece gola al Biscione, che spera di poter dare un pò di respiro a Milito, costretto agli straordinari – e non più giovanissimo – dopo la partenza di Pazzini.

Inter: Silvestre sempre piu’ vicino dopo passaggio di Lucio alla Juventus

 

Moratti non avrà  certamente gradito il passaggio del difensore brasiliano Lucio agli odiati bianconeri.
Lucio è infatti riuscito ad ottenere una rescissione contrattuale a parametro zero che gli ha permesso di accasarsi alla Juventus assicurandosi un ottimo contratto, soprattutto considerando l’età avanzata del calciatore.

Uno sgarro, quello coordinato dalla compagine bianconera, che ha scatenato l’immediata reazione della dirigenza nerazzurra che è oramai ad un soffio dall’aggiudicarsi il difensore Matias Silvestre dal Palermo. L’accordo tra nerazzurri e rosaneri è dato oramai per certo da alcune settimane ma alcuni dettagli avevano fino ad oggi rimandato la chiusura dell’affare.

Dettagli che potrebbero dissiparsi come neve al sole dopo la partenza di Lucio.

 

Milan-Inter non finisce mai: scortesie e sorpassi di mercato

milan_inter

Il derby meneghino non finisce mai, specialmente quando si tratta di mercato. In passato ci sono stati clamorosi “sgambetti”, con i  quali l’Inter commise l’errore di valutare male il valore di alcuni giocatori (vedi Pirlo e Seedorf), permettendo ai cugini rossoneri di farli contenti e vincenti.

FORLAN O NON FORLAN? – Nella sessione estiva che porterà alla stagione 2012/2013 potrebbe succedere di nuovo: l’ultimo voltagabbana sarebbe infatti Diego Forlan. Il centroavanti uruguaiano è al termine della sua disastrosa parentesi nerazzurra (complici anche i la girandola di allenatori ed il suo impiego spesso fuori ruolo) e se le parti dovessero decidere per la rescissione il Diavolo potrebbe approfittarne.

Tentare un rilancio per il Cacha potrebbe non essere un azzardo, dal momento che l’operazione sarebbe a costo zero, anche se gli infortuni di quest’anno e l’età non più verde lasciano molti dubbi in proposito. Resta tuttavia allettante la prospettiva di fare un altro sgarbo ai dirimpettai del biscione, magari riuscendo ad ottenere un rendimento migliore da Forlan (peggio di questo campionato è quasi impossibile) e puntando sulla sua voglia di riscatto, in vista anche del Mondiale del 2014.

D’altro canto è difficile credere che un attaccante che così bene ha fatto in Spagna, nel 2010 in Sud Africa e nell’ultima Coppa America sia un bidone; il suo ambientamento non è mai arrivato qui in Italia, forse le strisce rosse accanto a quelle nere potrebbero fare il miracolo.

SILVESTRE TRA I DUE FUOCHI – Un altro giocatore tiene i due club sul ring: si tratta di Matias Silvestre, difensore argentino del Palermo, che pochi giorni fa ha espresso l’intenzione di lasciare la Sicilia per approdare ad una grande squadra, impegnata nelle coppe europee.

In questo senso l’identikit è quello del Milan, qualificatosi dalla porta principale per la Champions League, perché la società di Moratti non è nemmeno certa di approdare all’Europa League, dovendo affrontare due turni preliminari.

Nonostante questo, il patron nerazzurro ha nella manica l’asso della comproprietà aperta per il portiere Emiliano Viviano, proprio con la società di Zamparini; il cartellino dell’estremo difensore toscano verrebbe certamente usato per contenere le pretese economiche palermitane, che per Silvestre si aggirano intorno ai 10 milioni di euro.

Galliani, dopo l’acquisto di Montolivo e Traorè, sta pianificando per arrivare a racimolare le cifre adatte ad affrontare una campagna estiva all’altezza delle aspettative.

Sempre che Ibrahimovic sia d’accordo.