Barcellona: domani la sentenza del TAS

E’ attesa per la giornata di domani la sentenza da parte del TAS in merito alle decisione della FIFA di bloccare il mercato del Barcellona in seguito alla squalifica comminata per il falso tesseramento di due giovani atleti. Secondo il quotidiano di fede blaugrana Sport, la decisione dovrebbe arrivare nelle prossime ore e se positiva, permetterebbe alla dirigenza catalana di effettuare alcune operazioni importanti in vissta della seconda parte di stagione.

Leonardo perdonato: annullata la squalifica da un tribunale

L’ex direttore del PSG, il brasiliano Leonardo, potrà tornare a lavorare. La condanna del giudice sportivo era riferita alla spallata inferta nel dopo partita all’arbitro di PSG-Valenciennes. Il permesso gli è arrivato nella serata di ieri quando il tribunale amministrativo di Parigi ha annullato la squalifica al dirigente brasiliano, che ora è a tutti gli effetti “libero”.  La tesi dei legali dell’ex tecnico di Inter e Milan è stata dunque accolta, ovvero che: «un dirigente di un club non ha alcuna licenza della Federcalcio francese e di conseguenza non può essere soggetto a provvedimenti inflitti dalla stessa», come l’edizione odierna del “Corriere dello Sport” riporta sulle sue colonne.

Il primo commento dell’avvocato Paul Mauriac è stato assai positivo: «Leonardo ha ritrovato la sua libertà di movimento ed è libero di firmare per chiunque», tuttavia non è improbabile che  la Federcalcio francese si appelli al Consiglio di Stato.

Per Cagliari-Roma non è ancora arrivata l’ora giusta

Era attesa per la mattinata odierna la decisione dell’Alta Corte del Coni relativo al ricorso del Cagliari alla Figc per la partita persa a tavolino 3-0 dai rossoblu contro la Roma dello scorso settembre. Tutto posticipato ancora: si dovrà attendere qualche giorno per conoscere la decisione dell’Alta Corte di Giustizia Sportiva. All’udienza di oggi, nel Coni, per la discussione del ricorso del Cagliari contro la Figc, e nei confronti della Roma, erano presenti i legali Mattia Grassani (Cagliari) e Saverio Sticchi Damiani (Roma).

L’avvocato di Cannavaro: puntiamo all’assoluzione

Intervenuto pochi minuti fa ai microfoni dell’emittente radiofonica Radio CRC, Luciano Ruggero Malagnini, avvocato del difensore e capitano del Napoli Paolo Cannavaro, condannato recentemente per il caso calcioscommesse, ha parlato degli obbiettivi che si pone per l’appello.

“L’obiettivo non è avere uno sconto di pena: noi puntiamo all’assoluzione. Avere una riduzione non sarebbe logico, vogliamo un cambiamento di giudizio radicale. I giudici dell’appello hanno più attenzione nel valutare i documenti probatori. Sono certo dell’innocenza di Cannavaro. Purtroppo oggi esiste la regola della responsabilità oggettiva che è obsoleta e necessita di essere adeguata ai tempi attuali. Quando è stata instaurata, non esistevano le scommesse su internet, a gara in corso. Detto questo, è impensabile che una società controlli i suoi tesserati”.