Mondiali 2014: Brasile è il favorito per i boookies

Con la qualificazione, scontata, dell’Uruguay nel retour match di stanotte contro la Giordania, il quadro delle 32 ammesse ai Mondiali del prossimo anno è definito. E le agenzie di scommesse internazionali hanno già stilato una prima classifica con le quotazioni delle possibili favorite al successo finale.

Il Brasile, manco a dirlo, è il favorito per la vittoria, come padrona di casa e per la qualità del tema, quotato a 4,30, seguito dai cugini sudamericani dell’Argentina  e dalla Germani, quotate entrambe a 6,00 mentre i campioni in carica della Spagna sono solo quarti a 7.00 Per la nostra nazionale soltanto il successo verrebbe premiato con una interessante quota di 21,00 mentre la nazionale che viene ritenuta al momento la meno favorita, l‘Honduras, viene pagata ben 1500 volte la posta

LegaPro: lo scandalo delle scomessse anche nelle amichevoli

E’ iniziato oggi da Gubbio, in onere di Farina che proprio ai tempi in cui militava nel club umbro ebbe il coraggio di denunciare il tentativo di illecito, l’Integrity Tour organizzato dalla Lega Pro ed il suo responsabile, Francesco Ghirelli, ha colto l’occasione per parlare del fenomeno delle scommesse che risulta essere presente anche negli incontri amichevoli estivi.
«C’è un attacco internazionale sulle scommesse sportive che sta riguardando le amichevoli, addirittura ci sono amichevoli con figuranti, assoldati appositamente. Siamo determinati e organizzati per stroncare questo fenomeno di illegalità con una forma di prevenzione che coinvolgerà le società con relativi dirigenti, giocatori, tecnici».

Martino al Barcellona, ma i bookmakers vedono nero

E’ ufficiale da poche ore l’accordo fra il Barcellona ed il tecnico argentino Martino per le prossime due stagioni ed i bookmakers internazionali si sono già scatenati nel definire le quote per  le eventuali vittorie nelle competizioni a cui i blaugrana parteciperanno.

Sembra dunque per il Barcellona  decisamente probabile una stagione con zero vittorie. Si gioca a 3,75 sulla lavagna scommesse, dove l’opzione favorita è un solo successo, quello nella Liga, bancato a 3,50. Per la doppietta con la coppa del Re, la quota sale a 4,50 mentre quella composta da Liga e Champions pagherebbe 13,00. Infine, a 17,00, la possibilità che Martino riesca a chiudere uno storico triplete con Champions, Liga e Coppa del Re.

 

Lazio e Genoa: entro fine agosto la sentenza?

Il secondo filone di Bari del calcioscommesse, quello relativo a Lazio – Genoa della stagione 2010-11 potrebbe arrivare ben presto a sentenza. Come riporta oggi il “Corriere della Sera”, i magistrati inquirenti stanno cercando di portare a conclusione entro la fine di luglio, per allora dovrebbero arrivare nuovi verdetti e condanne dal punto di vista sportivo. Il mese di agosto sarà poi il momento dedicato ai calciatori coinvolti, in particolare Mauri e Milanetto.

Obbiettivo della giustizia sportiva è di arrivare ad un verdetto entro l’inizio del prossimo campionato, il prossimo 24 agosto, per decidere le posizioni di alcuni tesserati importanti ed in particolar modo delle squadre coinvolte.

Calcioscommesse: inizia il processo Bari – bis

Ha inizio oggi presso la Commissione Disciplinare, per il terzo anno consecutivo, un processo relativo al calcio-scommesse, stavolta per l’inchiesta denominata Bari-bis. Saranno chiamata a rispondere in totale 33 tesserati ed un club, il Bari: autori e complici secondo l’accusa delle nelle presunte combine di Bari-Treviso 0-1 (11 maggio 2008) e Salernitana-Bari 3-2 (23 maggio 2009).

Fra gli imputati più noti il portiere di allora dei galletti , il belga Gillet ed i suoi attuali compagni del Torino Barreto e Gazzi. Per Gillet esiste il serio rischio di una condanna a 4 anni che comprometterebbe il suo proseguo di carriera mentre per Barreto il deferimento è stato solo per omessa denuncia. La società del Bari rischia invece una forte penalizzazione nel prossimo torneo mentre hanno scelto la via del patteggiamento i “pentiti” Andrea Masiello, Davide Lanzafame, Marco Esposito e Cristian Stellini.

Dubbi su un match di Ligue 1: giro eccessivo di scommesse

Al momento c’è solo un’indagine in corso, ma è sorprendente che in Francia l’Autorità francese per la regolamentazione dei giochi online, ovvero ARJEL, si è già attivata con un’inchiesta relativa al numero considerato rilevante di scommesse sul match di Ligue 1 tra il Montpellier, campioni di Francia in carica, e l’Ajaccio impegnato nella lotta per non retrocedere. La vittoria della squadra corsa, avvenuta in rimonta per 2-1 ha dato luogo  a sospetti per il fatto che  alcuni operatori avevano segnalato un numero anomalo di scommesse sulla partita e con cifre molto elevate.

Il presidente dell’ARJEL Jean-Francois Villotte ha però voluto tranquillizzare gli animi: “L’apertura dell’inchiesta non vuol dire che ci siano stati imbrogli, è solo una mossa precauzionale”.

A Macalli (LegaPro) non piace la politica degli sconti

Avversione per il ricorso al TNAS, che concede quasi sempre il beneficio di una riduzione di pena, politica attuata nel corso di questi mesi per le condanne comminate per l’ultimo scandalo di calcio scommesse.

Ma Mario Macalli, presidente della Lega Pro non gradisce affatto questo sistema ed ha dichiarato: «E’ un grado di giudizio che non serve, se non a fare sconti e ridurre pene già stabilite. In questo periodo, in cui sia Coni che Figc, nonché la stessa Lega Pro, stanno vagliando soluzioni per riformare la giustizia sportiva e renderla più efficace, il Tnas non ha più ragione di esistere. La giustizia sportiva dovrebbe avere due soli gradi, come quella ordinaria valevole per qualsiasi normale cittadino. Così non va bene».

Ed il Napoli chiama in causa Benigni

Dopo il successo televisivo di ieri sera su RaiUno, dove il comico toscano Roberto Benigni è stato in grado di realizzare uno spettacolo fantastico parlando della nostra Costituzione,  dopo la sentenza odierna in merito alla condanna subita dal Napoli con un meno due in classifica, è la stessa società partenopea a citare l’illustre artista fiorentino e sul sito ufficiale dichiara che “Pur non entrando nel merito dell’obsoleto e superato principio della responsabilità oggettiva” il Napoli non condivide le decisioni della Disciplinare: “non si possano alterare irrimediabilmente i campionati in corso di svolgimento”. Così la società in una nota sul proprio sito.

Ogni eventuale decisione va presa prima che inizi un torneo o al termine dello stesso. Dalla stagione 2009/2010, di tempo ce n’è stato per valutare e decidere”, sottolinea la società. «Il Presidente Aurelio De Laurentiis, l’allenatore Walter Mazzarri e tutta la squadra sono sereni, certi che nessuna violazione possa essere addebitabile alla SSC Napoli spa. Siamo fiduciosi che nei due gradi successivi di giudizio si possa applicare una vera giustizia che si fondi sul diritto e sull’equità e non sul giustizialismo. Benigni docet», chiosa il sito azzurro.

Clamoroso: un sito di scommesse online restituisce i soldi per Catania – Juve!

Potrà essere una trovata pubblicitaria, ma l’agenzia di scommesse Paddy Power vista la gravità degli episodi che si sono verificati nel corso della partita Catania – Juventus (gol valido annullato per fuorigioco agli etnei e rete bianconera nella quale l’azione è partita da una posizione di fuorigioco), ha deciso di pagare le vincite anche a coloro i quali avevano puntato sui segni 1 e X come risultato finale.

Come la tradizione anglosassone prevede, è stato applicato il principo del Justice Payout, che in Irlanda e Inghilterra prevede il pagamento di tutte le puntate in caso di errore dei giudici di gara.

Alessia Marcuzzi torna single e gli inglesi scommettono su Inzaghi

Dopo la rottura della relazione con Francesco Facchinetti, la compagnia inglese di scommesse Stanleybet propone scommesse su chi sarà il nuovo fidanzato della show girl Alessia Marcuzzi. Come riporta Novella 2000, l’ex marito dell’onorevole Mara Carfagna, Marco Mezzaroma, sarebbe in pole position offerto a 2.50, davanti a Cesare Cremonini fermo a 2.75. I bookmakers britannici pensano ad un possibile ritorno di fuoco con Simone Inzaghi, attualmente allenatore degli Allievi Nazionali della Lazio (ex compagno e papà del piccolo Tommaso) quotato a 5.00. Viene dato fra i papabili Fabio Volo dato a 7.50, interprete ai tempi della trasmissione Le iene di un simpatico siparietto.
Chiuono la classifica dell’amore, l’impreditore Giovanni Malagò con un misero 13.00e George Clooney che non va oltre la soglia minima richiesta di 25.00.