Il Brasile chiude alla fantasia: in Confederations solo una fra…

Mancano ancora 50 giorni circa all’inizio della competizione del mese di giugno che vedrà testare le struttura per il prossimo Mondiale, ma il ct Scolari ha già le idee chiare su quali giocatori convocare nella vere oro. Solo uno fra Ronaldinho e Kakà verrà inserito nella rosa brasiliana, come ha dichiarato oggi l’allenatore  al Folha de S. Paulo.

«Ho dato alcune possibilità ad entrambi e ne concederò un’altra a Ronaldinho, ma sicuramente non giocheranno insieme: non li ho mai provati contemporaneamente e con tutte le probabilità ne convocherò soltanto uno. Neymar? L’ho visto migliorare molto negli ultimi tempi. Un suo trasferimento in Europa sarebbe un bene anche per la Nazionale, ma non ne ha bisogno. Le favorite per il prossimo Mondiale? Germania e Italia, poi metto anche l’Argentina. La Spagna gioca insieme da molto tempo, vediamo come vanno le ultime partite di qualificazione».

Italia – Brasile: le formazioni ufficiali

ITALIA (4-3-1-2): 1 Buffon, 2 Maggio, 15 Barzagli, 19 Bonucci, 5 De Sciglio, 16 De Rossi, 21 Pirlo, 8 Marchisio, 23 Giaccherini, 10 Osvaldo, 9 Balotelli.A disposizione: 24 De Sanctis, 7 Abate, 3 Antonelli, 13 Astori, 17 Ranocchia, 20 Candreva, 25 Cerci, 22 Diamanti, 18 Montolivo, 6 Poli, 14 El Shaarawy, 11 Gilardino, 12 Giovinco, 27 Marchetti, 26 Sirigu. Allenatore: Prandelli

BRASILE (4-3-3): 1 Julio Cesar, 2 Dani Alves, 3 Dante, 4 David Luiz, 6 Filipe Luis, 5 Fernando, 10 Oscar, 8 Hernanes, 7 Hulk, 9 Fred, 11 Neymar. A disposizione: 12 Diego Cavalieri, 13 Dede’, 14 Thiago Silva, 15 Marcelo, 16 Jean, 17 Luiz Gustavo, 18 Kaka’, 19 Osvaldo, 20 Diego Costa. Allenatore: Scolari.

Arbitro: Studer (Svi).

I convocati per le amichevoli europee del Brasile

Questi i convocati del Brasile per l’amichevole contro l’Italia e la Russia di Fabio Capello rispettivamente il 21 marzo a Ginevra e poi il 25 a Londra. Il Ct Felipe Scolari ha chiamato i seguenti 22 giocatori

Portieri: Julio Cesar (Qpr/Ing), Diego Cavalieri (Fluminense);

Difensori: Dani Alves (Barcellona/Spa), Marcelo (Real Madrid/Spa), Filipe Luis (Atletico Madrid/Spa), David Luiz (Chelsea/Ing), Thiago Silva (Paris SG/Fra), Dante (Bayern Monaco/Ger), Dedè (Vasco da Gama);

Centrocampista: Hernanes (Lazio/Ita), Ramires e Oscar (Chelsea/Ing), Paulinho (Corinthians), Jean (Fluminense), Luiz Gustavo (Bayern Monaco), Lucas (Paris SG/Fra), Kakà (Real Madrid/Spa), Fernando (Gremio);

Attaccanti: Neymar (Santos/Bra), Diego Costa (Atletico Madrid/Spa), Hulz (Zenit/Rus), Fred (Fluminense).

Scolari lascia a casa Kakà e torna Julio Cesar !!

Torna in sella Scolari alla guida del Brasile, con l’unico obbiettivo di trionfare nel Mondiale di casa e ha diramato la lista dei convocati per l’amichevole del 6 febbraio prossimo a Wembley contro l’Inghilterra. Richiamo nella Selecao per l’ex portiere interista Julio Cesar, che milita nel QPR ultimo in Premier League e per Ronaldinho, che punta forte sull’inserimento nei 23 per la competizione del prossimo anno. Fuori invece il madrileno Kakà ,che subisce così “l’onta” di una doppia esclusione, dopo quella per la mancata convocazione per il match di Coppa del Re di stasera.

PORTIERI: Julio Cesar (Queens Park Rangers), Diego Alves (Valencia).

DIFENSORI: Daniel Alves (Barcelona), Adriano (Barcelona), David Luiz (Chelsea), Dante (Bayern Munich), Leandro Castan (AS Roma), Miranda (Atletico Madrid), Filipe Luis (Atletico Madrid).

CENTROCAMPISTI: Ramires (Chelsea), Arouca (Santos), Paulinho (Corinthians), Hernanes (Lazio), Oscar (Chelsea), Ronaldinho (Atletico Mineiro).

ATTACCANTI: Hulk (Zenit St Petersburg), Neymar (Santos), Lucas (Paris St Germain), Fred (Fluminense), Luis Fabiano (Sao Paulo).

Scolari torna CT del Brasile: unico obbiettivo vincere

Dopo il licenziamento di Mano Menezes, il tempo per decidere era poco:. l’edizione dei Mondiali del 2014 da disputarsi in casa obbligava la federazione verdeoro a scegliere il sostituto che fosse in grado di gestire le tensioni che inevitabilmente ricadranno sulle spalle di chi gestirà il team. E così, dopo la giornata di ieri la nomina era ufficiosa, ecco arrivare oggi il comunicato federale che incarica Luiz Felipe Scolari..

Scolari è già stato alla guida del Brasile vincendo i Mondiali del 2002 e ha condotto il Portogallo al secondo posto nel campionato d’Europa 2004. Grande esperienza anche a livello di club, con squadre prestigiose come Palmeiras, Cruzeiro e Gremio. Sfortunata invece l’esperienza al Chelsea, dove fu assunto nell’agosto del 2008 ed esonerato nel febbraio 2009 a causa degli scarsi risultati. L’ultimo incarico con il Palmeiras non è certamente bene augurante: licenziamento in tronco quando il team era in fondo alla classifica e retrocessione arrivata la scorsa settimana.

Palmeiras vicino alla retrocessione ed i giocatori si fanno scortare

Alta tensione in casa del Palmeiras, l’illustre club di San Paolo, che in stagione ha anche esonerato il tecnico campione del mondo Felipe Scolari, è vicino alla retrocessione nella serie B brasiliana e si tratterebbe della seconda volta in soli dieci anni.

Domani infatti nel match contro la capolista Fluminense, che vincendo potrebbe aggiudicarsi lo scudetto con tre giornate di anticipo, potrebbe calare il sipario su questa stagione assai infelice, di tutta questa rabbia potrebbe esserne oggetto i calciatori  che per l’occasione hanno dovuto assumere guardie del corpo private dopo avere ricevuto minacce dai propri tifosi.

La caduta degli Dei: Scolari lascia il Palmeiras

I successi del passato nel calcio contano poco, o meglio hanno un valore per conquistarsi panchine importanti ma poi i risultati sono l’unica cosa che conta. E per Felipao Scolari, c.t. del Brasile campione del mondo nel 2002 contro la Germania, il penultimo posto nel campionato brasiliano è costato la panchina del Palmeiras.

Dopo un incontro col presidente Arnaldo Tirone, ha preferito annunciare la sua uscita di scena, nonostante un contratto  in vigore fino alla fine dell’anno.  Al suo posto si parla dell’ex portiere Emerson Leão, attualmente al São Caetano e già al Palmeiras in altre due precedenti occasioni.

Da ricordare che i Verdao, nel luglio scorso , si erano aggiudicati la Copa do Brasil.