Javier Zanetti per sempre nerazzurro

L’Highlander del calcio ha il cuore dipinto di nerazzurro. L’eternità dei suoi battiti coinciderà con la fedeltà alla causa dell’Inter, per sempre. Javier Zanetti, classe 1973 all’anagrafe ma giovane indomito secondo i campi di calcio, conferma quanto era già stabilito dalle stelle: dopo che avrà appeso gli scarpini al chiodo, sarà dirigente del club di Moratti.

DON’T CRY FOR ME, ARGENTINA – Con la maglia dell’Inter Javier ha sbriciolato record e fatto innamorare non solo il popolo del Biscione, ma gli sportivi tutti. Dal 1995, anno in cui venne ingaggiato in sordina, ha messo in fila 587 presenze impreziosite da 12 reti – mai banali – conquistando la fascia di capitano dopo l’addio di Bergomi, nel 1999. Da quasi vent’anni vive a Milano e non ha nessuna intenzione di tornare in Argentina, suo paese di origine. “Ci torno spesso, ma solo per le feste o per attività riguardanti la Fondacion Pupi. La mia vita ormai è in Italia – spiega il giocatore a Olé e quando smetterò di giocare farò il dirigente dell’Inter. Ormai è tutto stabilito, sono sempre stato bene in tutti questi anni e voglio continuare a farlo a Milano con la mia famiglia”.

SCADENZA 2013, PERO’… – Ufficialmente il contratto del condottiero del triplete scadrà a giugno 2013. Poco prima che le candeline sulla torta diventino 40, tonde tonde. I test fisici e le sue consuete sgroppate sulla fascia destra (spesso al novantesimo minuto) dicono che il suo è un corpo da 33enne; a rigor di logica quindi, non sarebbe impossibile vederlo sudare ed esultare ancora per qualche stagione. Se ne resterà soltanto uno, quello di certo è Zanetti. In fondo, la scrivania può attendere ancora per un pò.

In Spagna dicono : Van Persie e’ della Juve


Proprio così, la notizia arriva dalla Spagna e più precisamente dal quotidiano sportivo catalano El Mundo Deportivo.
Robin van Persie sembrerebbe essere stato indirizzato a scegliere la Juventus dalla “furia ceca”, ovvero Pavel Nedved. Dunque il desiderio del giocatore svelato a gennaio di giocare assieme all’amico Fabregas nel Barcellona pare essere svanito; l’olandese calcherà i campi della Champions League con la maglia a strisce bianconere convinto dal giocatore ed attuale dirigente juventino a passare sotto la Mole Antonelliana.

Il nazionale olandese , con il contratto in scadenza giugno 2013 e che ha per il momento sempre rifiutato le proposte del suo attuale club , l’Arsenal, di rinnovare, ha uno stipendio al momento di 8 milioni di euro netti, cifra considerevole per le casse di qualunque club italiano. Si attendono dunque nelle prossime ore chiarimenti al riguardo, se si trata di una trattativa ben avviata o di una manovra indiretta nei confronti del Manchester City, altra squadra interessata ad acquisire le prodezze del giocatore.