Sassuolo: Di Francesco chiede le conferme

Alla vigilia del derby emiliano con il Parma, il tecnico del Sassuolo Eusebio Di Francesco si è espresso con chiarezza circa le linee da seguire: “Per mentalità noi giochiamo sempre per vincere ma è ovvio che bisogna capire e leggere la partita, deve esserci l’atteggiamento giusto, dobbiamo dare continuità a quello che abbiamo visto nelle ultime due gare. Ho visto la squadra lottare su ogni pallone e il pareggio con la Lazio si è rivista una grande euforia fra il pubblico, la squadra ha ricreato grande entusiasmo. E’ ovvio che come non ci siamo avviliti dopo aver preso sette gol, ora è giusto dare continuità a quello che stiamo facendo”.

La benedizione di Zanetti: Thorir farà il bene dell’Inter

Forse ieri è stata l’ultima vittoria dell’Inter targata Moratti ed il 7-0 al Sassuolo pare bene augurante per il passaggio di proprietà che potrebbe concretizzarsi nelle prossime ore, con i nerazzurri che finiranno nelle mani del magnate indonesiane Thorir.

Ed il capitano dell’Inter Zanetti, ancora ai box per il grave infortunio nella passata stagione, pare voler dare il benvenuto al nuovo proprietario asiatico: “Il Napoli è una delle favorite del campionato e anche la Juventus. Noi siamo partiti bene, se troviamo continuità possiamo lottare per qualcosa di veramente importante a fine stagione. Ci sono i presupposti per poterlo fare, speriamo di essere capaci. Il mio recupero va bene, siamo all’ultima fase. Spero di potermi allenare al più presto coi miei compagni. La società da Moratti a Thohir? E’ importantissimo per la nostra grande famiglia nerazzurra. Thohir farà di tutto per rendere l’Inter più grande”, è stata la dichiarazione rese dall’argentino al Mattino di Napoli.

L’arbitro Gervasoni: in Sassuolo – Milan è andata così

Mentre  la Procura federale ha aperto un’inchiesta sull’episodio di razzismo con ululati giunti sul campo all’indirizzo del milanista Constant, l’arbitro Gervasoni al Corriere dello Sport ha voluto spiegare l’evolversi della situazione: «Ho sentito i “buu” del pubblico e ho fatto immediatamente dare l’annuncio dallo speaker. Constant ha chiesto subito la sostituzione e, quando è avvenuta, la partita è ripresa. Le cose sono andate così», ha dichiarato, come riportato dal “Corriere dello Sport”, il direttore di gara.

Sassuolo: piedi per terra dice patron Squinzi

Primo ritiro pre campionato per preparare la stagione delle favole, quella dei neroverdi emiliani del Sassuolo in vista della Serie A che fra circa un mese li accoglierà. E patron Squinzi chiede serenità all’ambiente, senza preannunciare sogni fantasiosi per la matricola guidata da Di Francesco: «Questa grande campagna acquisti da parte di tutte le società non mi pare di vederla, in molti stanno parlando di acquisti ma non ci sono i soldi per farli. Noi a Sassuolo fare un calciomercato mirato, puntando sui giovani e senza fare follie. Per ora l’obiettivo è quello di rimanere in Serie A magari con una salvezza tranquilla e poi, nel futuro, non mettiamo limiti alla provvidenza: nel giro di qualche anno potremmo anche puntare in alto».

Trofeo Tim: Sassuolo sfiderà le grandi Juve e Milan

Juventus, Milan e il neo promosso Sassuolo saranno le tre compagini che daranno vita al  Trofeo Tim 2013. L’appuntamento con il tradizionale triangolare dell’estate calcistica è fissato per il 23 luglio allo stadio Città del Tricolore di Reggio Emilia, prossima casa della prima esperienza nella massima serie della squadra del presidente Squinzi. Tim porta il calcio che conta in Emilia Romagna per celebrare la promozione storica del Sassuolo: e da questa edizione, la 13/a, il trofeo entra a fare parte de ‘ilcalcioèdichiloama’, l’iniziativa volta a promuovere i valori puliti del calcio per recuperare l’idea di uno sport caratterizzato dal fair play e dal tifo sano.

Sassuolo vuole imitare la Ferrari: test a Fiorano

Per la prima stagione nella massima serie i neroverdi di patron Squinzi vogliono partire forti: l’entusiasmo è alle stelle e per evitare di essere la Cenerentola della serie A, occorre essere subito al massimo. ecco allora che sul sito degli emiliani è stato reso noto il programma del ritiro pre campionato.

La stagione 2013/2014 del Sassuolo Calcio inizierà ufficialmente Domenica 7 Luglio, quando la squadra si radunerà agli ordini di mister Eusebio Di Francesco presso lo Stadio “Ricci” di Sassuolo.

I neroverdi effettueranno nella mattinata di Lunedì 8 Luglio i test Mapei presso il campo sintetico di Fiorano, per poi partire nel pomeriggio per la prima fase del ritiro che si terrà a Prato allo Stelvio (BZ) fino a Sabato 20 Luglio.

La seconda fase della preparazione avrà sede a Carpineti (RE) da Domenica 21 Luglio fino a Domenica 11 Agosto.

Il Sassuolo sceglie la scaramanzia: in ritiro a Carpineto

Per la prima stagione nella massima serie, i neroverdi emiliani hanno optato per la scaramanzia, così si spiega la scelta della sede del ritiro prccampionato.  “Andremo a Carpineti perché ci ha portato bene negli anni passati, in particolare nell’ultimo – ha dichiarato il presidente del Sassuolo, Carlo Rossi . Ci sono state avanzate altre proposte, sia dall’Alto Adige che dal Trentino, a Bormio potremo andare un paio di giorni per la festa della Mapei, ma in quella località la sede del ritiro è occupata da altri a luglio. Quindi, nessuna località ci è parsa migliore e più convincente di Carpineti”. Ed il Sassuolo partirà presto per la preparazione: “Andremo in ritiro a partire dall’8 di luglio” precisa Rossi.

Sassuolo e Di Francesco assieme fino al 2015

E’ stato ufficializzato con una nota sul sito del club emiliano l’accordo firmato fra il tecnico che ha condotto il Sassuolo con una splendida cavalcata alla promozione in massima serie ed il club di patron Squinzi. Ecco il testo.

Il primo atto ufficiale del Sassuolo Calcio per la nuova stagione in Serie A si è concretizzato oggi nel rinnovo della fiducia a Mister Eusebio di Francesco che ha condotto la squadra neroverde alla fantastica promozione del 18 maggio scorso.
Questa mattina infatti Mister Di Francesco ha sottoscritto un contratto biennale che gli consentirà di proseguire l’ottimo lavoro già svolto nel campionato appena concluso. E’ stato anche definito lo staff tecnico che lo affiancherà nel lavoro di tutti i giorni e che sarà così composto:
Sig. Danilo Pierini (Allenatore in seconda)
Sig. Francesco Tomei (collaboratore tecnico)
Sig. Fabrizio Lorieri (preparatore dei portieri)
Sig. Nicandro Vizoco (preparatore atletico)
Sig. Luca Morellini (preparatore atletico)
Sig. Franco Giammartino (preparatore atletico)
Buon lavoro e… buon campionato a tutti!

Sassuolo: Toni al centro dell’attacco in Serie A?

La matricola emiliana si presenterà ai nastri di partenza del prossimo massimo torneo con una sfilza di giovani, pronti a mettersi in mostra per i grandi club. Ma patron Squinzi, oltre ad avere il sogno di vincere a San Siro contro l’Inter, essendo lui tifoso del Milan, non intende fare passerella. E da qui nasce l’idea, come riporta oggi Tuttosport,di provare a portare a Sassuolo niente di meno che Luca Toni.

In scadenza di contratto a giugno con la Fiorentina, il bomber emiliano potrebbe decidere di rimanere ancora in Italia e per l’ex attaccante campione del mondo con la maglia azzurra, visto che pare molto improbabile il rinnovo con la maglia viola, potrebbe avvicinarsi a casa fungendo da chioccia per la banda di Di Francesco.

Sassuolo: dopo la A,si sceglie lo stadio

Promozione incerta fino all’ultimo minuto dell’ultima giornata per gli emiliani del Sassuolo del Patron Squinzi. Ma poi la gioia immensa si è scatenata nel piccolo paese  emiliano e, dopo i festeggiamenti e le prime conferme, tocca alla dirigenza neroverde dirimere la questione stadio.

Come riporta oggi Tuttosport, in giornata avverrà l’incontro tra il sindaco di Modena, Giorgio Pighi, il presidente del Modena Calcio, Pier Luigi Grana, e quello del Sassuolo, Carlo Rossi, per scegliere quale impianto sportivo ospiterà gli uomini di Di Francesco nella prossima stagione. La scelta è tra Modena e Reggio Emilia. Al Braglia, nel capoluogo modenese, il Sassuolo ha giocato nelle ultime stagioni di Serie B mentre il Giglio, casa della Reggiana e primo stadio in Italia ad essere privato, rimane in vetta alle quotazioni.