Empoli – Sassuolo: la sfida fra le belle sorprese della Serie A

Empoli-Sassuolo 3-1 (primo tempo 0-0) 
Marcatori: 46′, 60′ Saponara (E), 49′ aut. Rugani, 64′ Mchedlidze (E).
Empoli (4-3-1-2): Sepe; Hysaj, Rugani, Barba, Mario Rui; Vecino, Valdifiori, Croce (84′ Signorelli); Saponara (70′ Zielinski); Maccarone (58′ Mchedlidze), Pucciarelli. All. Sarri.
Sassuolo (4-3-3):  Consigli, Gazzola, Peluso, Acerbi, Longhi (84′ Lazarevic); Taider, Magnanelli (70′ Floccari), Missiroli; Berardi, Zaza, Sansone (75′ Floro Flores). All. Di Francesco.
Arbitro: Tommasi di Bassano del Grappa.
Ammoniti: 44′ Acerbi, 61′ Taider, 63′ Magnanelli

Juventus – Sassuolo: le probabili formazioni

Causa un virus influenzale, la Juventus perde per la sfida di stasera contro Sassuolo il numero uno Gigi Buffon. In porta al suo posto, il fido numero “12” Storari mentre in attacco confermatissimo lo spagnolo Alvaro Morata. Per il Sassuolo invece, in campo il trio delle meraviglie tutto italiano Berardi – Zaza – Sansone. Un solo precedente fra le due squadre in casa dei bianconeri, quando l’anno scorso la Juventus, reduce dall’eliminazione in Champions League per mano del Galatasaray, schiacciò per 4-0 gli emiliani con tripletta di Tevez e goal di Peluso, oggi in prestito ai neroverdi di mister Di Francesco

PROBABILI FORMAZIONI
JUVENTUS (4-3-1-2): Storari; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra; Vidal, Marchisio, Pogba; Pereyra; Tevez, Morata SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Vrsaljko, Acerbi, Peluso, Longhi; Brighi, Magnanelli, Missiroli; Berardi, Zaza, Sansone

Cerci: slitta il debutto con il Milan?

Alessio Cerci è il primo dei nuovi arrivati (quanti?) in casa Milan dopo la riapertura ufficiosa del mercato di riparazione di gennaio, ma per il talento romano potrebbe non essere il 6 gennaio contro il Sassuolo il momento di scendere il campo con la maglia rossonera, causa l’intricata operazione che lo vede coinvolto nello scambio con l’ex milanista Torres, tornato a vestire la maglia dell’Atletico Madrid.

Infatti potrà essere depositato solo a partire dal 5 gennaio, giorno della riapertura del mercato, la risoluzione del contratto che vede tuttora legato il centravanti spagnolo al Chelsea e da li avviare il deposito dei nuovi contratti. Pertanto, dato il tempo limitato a disposizione, è più probabile che il debutto di Cerci avvenga in occasione della trasferta contro il Torino, nel più classico match degli ex.

Sassuolo: Di Francesco contro il suo passato in Coppa

Vittoria in rimonta contro il Verona per la banda neroverde del Sassuolo allenato dal tecnico emergente Eusebio Di Francesco e la prossima avversaria, oggi alle ore 18.00, si chiama Pescara, in un match valido per il terzo turno di Coppa Italia, ovvero proprio i biancazzurri che videro il giovane tecnico vivere  le prime importanti esperienze da allenatore nel calcio professionistico. E nelle dichiarazioni pre-partita ha voluto sottolineare  che per lui sarà una settimana speciale, prima il suo ex Pescara e poi sabato la sua Roma: “Il Pescara è la squadra della mia città, è stata la mia prima squadra e rimane quella del mio cuore. La Roma mi ha dato tantissimo come giocatore. Ma oggi la partita più importante è quella di Coppa Italia, da mercoledì penseremo ai giallorossi”.

Entrando nel tema tattico del match ha ricordato: “Sabato abbiamo disputato una partita pesante dal punto di vista psico-fisico, chi ha giocato ha bisogno di recuperare. Per fortuna non ci sono grossi infortuni nella rosa e ho delle alternative. Tutti meritano di scendere in campo per come lavorano. Floccari, Floro Flores e Pavoletti? C’è anche Zaza. Giocheranno tre di questi quattro. Magnanelli, seppur squalificato per la prossima giornata di campionato, non giocherà dall’inizio. sarà Pomini ad avere la fascia di capitano”, ma non vuole abbassare la guardia e tiene pareccchio al passaggio di turno: In palio c’è il Milan“, afferma Di Francesco, “noi vogliamo andare avanti in Coppa Italia, lo ribadisco. Cambierò tanto nella formazione ma senza sottovalutare il Pescara, che è una buona squadra di Serie B. Ha giocatori come Melchiorri e Maniero in cima alla classifica dei marcatori, questo ne dimostra il potenziale offensivo importante”.

Acerbi: così ho vinto la mia battaglia

Francesco Acerbi è tornato in campo dopo aver sconfitto il tumore per ben due volte e poi martedì scorso ha anche realizzato  un goal importante per il suo Sassuolo nella sfida casalinga vincente contro l’ Empoli per 3-1.

Intervenuto nella trasmissione serale di giovedì sera Tiki Taka, nell’intervista concessa a Pierluigi Pardo il difensore ha voluto dare una speranza a chi si trova a combattere sfide ancora più difficili: “Sono contento del ritorno in campo e del gol, ma l’importante è stato soprattutto aver vinto. Da esperienze come la mia si impara qualcosa: non sono situazioni belle ma mi sento bene ora e ho voglia di giocare. Ho avuto dei momenti difficili durante la chemio, ma paura mai”.

Acerbi: sono pronto per tornare ad aiutare il Sassuolo

Bella notizia fornita dall’ex giocatore di Chievo e Milan, Francesco Acerbi, che dopo il doppio intervento subito per sconfiggere il tumore, si dice pronto a tornare per dare una mano al suo Sassuolo, impegnato nella lotta salvezza.

Impegnato in mattinata al Campidoglio a Roma per il “Premio Angeli dello Sport”, promossa dall’Associazione Fioravante Polito Onlus, il difensore dei neroverdi ha dichiarato: «Sto tornando e spero di rientrare ad aprile, se tutto va bene. Mi alleno da dieci giorni: ho passato giorni difficili e lunghi, sono stato anche molto nervoso, ma mi hanno aiutato molto gli amici, che mi sono stati vicini. La malattia mi ha cambiato, ora sono sicuramente più riflessivo e meno ragazzino rispetto a prima». E la conferma del miglioramento è stata confermata anche dal medico del club emiliano: «Stiamo facendo un percorso: intorno a Pasqua effettueremo nuovi esami di controllo e avremo notizie più precise».

Malesani: credo fortemente nella salvezza del Sassuolo

Esordio con sconfitta casalinga contro il suo ex Verona per Alberto Malesani sulla panchina del Sassuolo. Ma il giorno dopo il ritorno in panchina, infelicemente terminato con l’1-2 al Mapei Stadium, per il tecnico è il momento di confortare l’ambiente ai microfoni di radio Onda Libera : «Io credo fortemente nella salvezza per questa squadra ma c’è molto lavoro da fare. Anzitutto devo capire perché, dopo l’autogol di Manfredini, la squadra non ha saputo reagire. Prandelli al Mapei Stadium? Credo sia normale che il commissario tecnico osservi tutte le squadre, e Berardi è un vero e proprio gioiellino: possiede talento, ma è giovane e non va caricato di responsabilità».

Galliani: Inzaghi non si muove dal Milan

Appena arrivata la notizia del licenziamento del tecnico del Sassuolo Eusebio Di Francesco, si era sparsa la voce negli ambienti vicini alla società emiliana che un possibile sostituto potesse essere Pippo Inzaghi, attuale allenatore della Primavera rossonera ma Adriano Galliani ha chiuso ogni ipotesi che l’ex bomber possa partire per provare la prima esperienza nella massima serie: “Il Sassuolo ci ha chiesto Inzaghi come allenatore, ma noi abbiamo detto di no. Mi dispiace per il presidente Squinzi, che è un amico, ma Pippo rimarrà sulla panchina della nostra squadra Primavera”.

Delio Rossi: troppa frenesia nei miei giocatori

La Sampdoria era riuscita a recuperare il doppio svantaggio contro il Sassuolo, ma De Silvestri , dopo il pareggio, con il fallo commesso in area, ha permesso al baby Berardi di segnare la sua prima tripletta in Serie A ed a portare ai neroverdi il primo successo esterno nella sua storia

Ma il tecnico Delio Rossi, seppure le voci di un suo possibile allontanamento, si sono rincorse nella serata genovese, si sente saldamente al comando: «Questa squadra ha spirito, ma abbiamo commesso delle ingenuità incredibili. Non si può prendere il 4-3 in quella maniera quando sei in dieci uomini. Abbiamo parlato e analizzato la situazione. Quella di oggi è stata una grossa delusione e una brutta battuta d’arresto. A volte ci lasciamo prendere dalla frenesia e vogliamo tutto e subito. Questo è tipico di una squadra che si trova nella nostra situazione. Dispiace perché oggi questo ko è arrivato contro una diretta concorrente. Penso di essere la persona giusta per guidarla, ma è una domanda che non dovete fare a me. Sicuramente io questa sensazione ce l’ho».

Sassuolo: i convocati per lo spareggio salvezza con il Bologna

Dopo l’allenamento mattutino di rifinitura, il tecnico del Sassuolo Eusebio Di Francesco ha diramato l’elenco dei convocati per il match di domani contro il Bologna, un derby emiliano che vale molto di più dei tre punti in palio. Convocati i seguenti giocatori: Pegolo, Pomini, Rosati, Acerbi, Antei, Bianco, Gazzola, Longhi, Marzorati, Pucino, Rossini, Ziegler, Chibsah, Kurtic, Laribi, Marrone, Missiroli, Schelotto, Alexe, Berardi, Farias, Floro Flores, Zaza.