Beretta: cambiamo il concetto di discriminazione territoriale

La sanzione che ha colpito il Milan, punito con la chiusura dello stadio per un turno ha fatto sicuramente effetto, tanto che i massimi organismi sportivi italiani si stanno muovendo per capire fino a dove sia giusto sanzionare anche la parte sana ed innocente del tifo. A tal proposito oggi la Lega di serie A ha “spedito formalmente alla Federcalcio la lettera per modificare la norma sulla discriminazione territoriale”. L’annuncio è stato fatto dallo stesso presidente Maurizio Beretta durante un evento con Panini. “Il problema è già stato posto in Consiglio federale, la questione è capire come si ottiene il risultato facendo l’interesse dei valori che si affermano e della stragrande maggioranza dei tifosi: bisogna riflettere molto in fretta ma in maniera laica altrimenti rischiamo di consegnare le chiavi degli stadi e del campionato a una minoranza”. La paura di Beretta è che “la chiusura completa di uno stadio è molto grave per l’immagine del calcio e per le persone perbene che sono il 99,9% di chi frequenta gli stadi. Le disposizioni sanzionatorie in atto portano a risultati che nessuno voleva all’inizio”. La situazione è complicata nei rapporti troppo spesso ambigui fra società e ultrà? “Nel complesso è molto netto il percorso di affrancamento del calcio italiano da qualunque tipo di rapporto. Ci sono momenti in cui servono prese di posizione nette ma bisogna valorizzare gli aspetti positivi e ridurre al minimo gli effetti degenerativi”.

Monaco: si parte in Ligue 1 con il -2 !

Partenza ad handicap per il club monegasco guidato da Claudio Ranieri. Come riporta l’edizione odierna dello storico quotidiano sportivo L’Equipe, il Monaco, neopromossa in Ligue 1, sarà a costretta a partire nel prossimo campionato con una penalità di due punti, dopo la decisione della commissione disciplinare francese riunitasi per discutere dei disordini avvenuti durante la gara Monaco-Le Mans della passata stagione di Ligue 2.

Alla penalizzazione si aggiunge anche la sanzione della disputa di un match a porte chiuse, indicativamente quello del prossimo 17 agosto contro il Montpellier.

Multa per l’Inter: puniti i cori razzisti contro il Tottenham

Sentenza pecuniaria elevata nei confronti della società nerazzurra. La Commissione disciplinare Uefa ha infatti colpito con la pena di 450mila euro la società nerazzurra in seguito agli episodi accaduti durante la gara di ritorno di Europa League contro il Tottenham:

In quell’occasione i tifosi avevano intonato alcuni cori razzisti nei confronti di Emmanuel Adebayor e Kyle Naughton, giocatori di colore degli Spurs. L’Inter adesso ha tre giorni di tempo per presentare ricorso.

Il morso costa caro a Suarez: 10 turni!

Sanzione a dir poco esemplare per l’attaccante uruguaiano del Liverpool Luis Suarez. Il morso inflitto al povero braccio del difensore del Chelsea Ivanovic nel match di domenica scorsa di Premier League ha portato il giudice sportivo inglese a comminargli ben dieci turni di squalifica e poichè mancano solo 4 giornate al termine del torneo, il giocatore dei Reds dovrà scontare il resto della pena nella prossima stagione sportiva.

Visto che l’interesse della Juventus nei confronti del giocatore è molto forte, in caso di trasferimento, come recita il regolamento FIFA, Suarez salterà comunque i turni rimanenti.