Ronaldinho “ruba” il pallone al portiere e segna

ronaldinho

Querétaro –  Santos Laguna è il match di ritorno della Finale del Clausura, campionato  messicano.  Ronaldinho è senza dubbio il giocatore più famoso in campo fra i 22. Entrato dalla panchina in sostituzione di Jonathan Balotelli (che omonimia) al 60°, il Gaucho deve dare l’impulso finale alla sua squadra che, seppure in vantaggio per 3-0, punta a recuperare il 5-0 subito nel match di andata. E Ronaldinho le prova davvero tutte…..ma il direttore di gara non casca nel tranello…

Ronaldinho tenta di rubare la palla al portiere

Campionato messicano per l’ex stella di Barcellona e Milan, il brasiliano Ronaldinho, che dimostra di avere ancora classe nonostante il calo fisico notevole. Stavolta, con una mussa da furbo, cerca di sottrarre il pallone al portiere mentre tenta di rinviarlo. Ci sarebbe anche riuscito, se non fosse che l’arbitro…

http://youtu.be/mPvlDgszPWc

Ronaldinho che pedata!

Ronaldinho è sicuramente più abituato a ricevere calci che a darli. Ma sul finire della carriera, i riflessi possono anche calare. Così su un rilancio lungo, l’ex stella di Milan e Barcellona colpisce in pieno volto l’avversario. L’arbitro, probabilmente intuendo la totale involontarietà del colpo, preferisce non ammonire il brasiliano.

Sosia di Ronaldinho invade il campo e bacia mano di Messi!

L’Argentina ha da poco terminato la sua sessione di allenamento e sul terreno di gioco appaiono all’improvviso degli invasori solitari che cercano di avvicinarsi ai loro campioni preferiti. Ma ad un certo punto si scopre che uno di questi è il sosia di Ronaldinho: quasi fosse  un gemello dell’ex giocatore del Milan, si avvicina a Leo Messi e si inginocchia come di fronte ad un semidio.

 

Tristezza per Ronaldinho: mi manca il Milan

El Gaucho  ha rilasciato un’intervista per l’inserto settimanale della Gazzetta dello Sport in cui ha dichiarato esplicitamente che il Bel Paese , ed in particolare il suo Milan, gli manca parecchio.

«In Italia ho lasciato molti amici. Tuttora ricevo messaggi e manifestazioni di affetto dai tifosi, tramite lettere, e-mail, Facebook. Pure dai dirigenti del Milan. Ho molta nostalgia di San Siro. Gli italiani sono sempre stati molto teneri e calorosi nei miei confronti. In passato ho detto che Allegri è bravo, ma mi trovavo più a mio agio con Leo? Aveva portato al Milan uno schema più simile al calcio brasiliano. Conosceva le mie caratteristiche e mi concedeva più libertà in campo. Perché ho lasciato il Milan? Volevo vincere qualcosa nel mio Paese. La mia amica Sara Tommasi ha detto a Berlusconi di riprendermi? Davvero? Non lo sapevo, giuro. Berlusconi? Non lo vedo da tanto. Quando ho incontrato Pato in nazionale gli ho chiesto notizie di Berlusconi e mi ha detto che stava bene. Mi ha fatto piacere saperlo. Milan in Champions? In un campionato combattuto come la Serie A è complicato arrivare tra le prime e c’è sempre la possibilità di restare fuori dall’Europa che conta».

Il Brasile chiude alla fantasia: in Confederations solo una fra…

Mancano ancora 50 giorni circa all’inizio della competizione del mese di giugno che vedrà testare le struttura per il prossimo Mondiale, ma il ct Scolari ha già le idee chiare su quali giocatori convocare nella vere oro. Solo uno fra Ronaldinho e Kakà verrà inserito nella rosa brasiliana, come ha dichiarato oggi l’allenatore  al Folha de S. Paulo.

«Ho dato alcune possibilità ad entrambi e ne concederò un’altra a Ronaldinho, ma sicuramente non giocheranno insieme: non li ho mai provati contemporaneamente e con tutte le probabilità ne convocherò soltanto uno. Neymar? L’ho visto migliorare molto negli ultimi tempi. Un suo trasferimento in Europa sarebbe un bene anche per la Nazionale, ma non ne ha bisogno. Le favorite per il prossimo Mondiale? Germania e Italia, poi metto anche l’Argentina. La Spagna gioca insieme da molto tempo, vediamo come vanno le ultime partite di qualificazione».

Ronaldinho nuova star di Bollywood

Un pò la faccia da cartone animato l’ha sempre avuta. Simpatica, con quei due dentoni alla Bugs Bunny. Prima o poi quindi, doveva capitare che gli proponessero di girare un film. E Ronaldinho, amante dell’allegria e dei sorrisi, non poteva che dire sì.

Così l’ex fantasista del Milan, attualmente alle dipendenze dell’Atletico Mineiro, interpreterà se stesso. Il film sarà girato in India e lui è stato invitato a Pune per la conferenza stampa di presentazione del progetto; è stato accolto come una star del cinema e dal proprio profilo di Twitter si è dichiarato entusiasta, sia del bagno di folla che del film. La pellicola si intitolerà “R10-The Movie” o in alternativa “Ronaldinho contro gli alieni”. Sarà un lungometraggio sulla sua vita ispirato al celebre Space Jam, dove i cartoni della Looney Tunes interagivano con la star del basket Michael Jordan. La produzione è affidata all’inglese Blackburn e le riprese partiranno il 10 gennaio prossimo.

 

E Ronaldinho torna in Europa?


Dopo la rottura del contratto con il Flamengo, l’ex milanista sembrerebbe diretto verso il ritorno in Europa, addirittura con un club che potrebbe disputare la prossima Champions League.

Si tratta del Malaga, di proprietà degli arabi e seriamente intenzionati a creare una squadra che nel giro di pochi anni possa competere in campo nazionale ed internazionale.
Secondo il sito mercadofutbol.com, il club andaluso vuole proporrre all’attaccante brasileiro un contratto di due anni con stipendio fisso e l’aggiunta di premi in caso di vittorie.

Ronaldinho potrebbe allora dimostrare di non essere solo un fine giocoliere, ma ancora un campione a cui affidare le chiavi di una squadra importante.