Il tabellone dei quarti di Europa League

In modo paritetico al sorteggio della coppa maggiore, si è svolto quello per l’Europa League, che vedrà il palcoscenico tutto per sè sempre in aprile, esattamente il 4 e l’11. Il sorteggio ha formato accoppiamenti inediti tra club che non si sono mai incontrati prima. La finale avrà luogo all’Amsterdam Arena mercoledì 15 maggio.

Quarti di finale (4 e 11 aprile)
Chelsea FC (ENG) – FC Rubin Kazan (RUS)
Tottenham Hotspur FC (ENG) – FC Basel 1893 (SUI)
Fenerbahçe SK (TUR) – S.S. Lazio (ITA)
SL Benfica (POR) – Newcastle United FC (ENG)

Il tabellone dei quarti di finale di Champions League

Con il sorteggio di oggi a mezzogiorno si è delineato il quadro dei quarti di finale che si disputeranno con matches di andata (2 e 3 aprile) e ritorno (9 e 10 aprile). Per le semifinali, avverrà , a differenza del passato un nuovo sorteggio.

MALAGA-BORUSSIA DORTMUND
REAL MADRID-GALATASARAY
PSG-BARCELLONA
BAYERN MONACO-JUVENTUS

Malaga – Porto: il tabellino

MALAGA-PORTO 2-0  (and. 0-1) 43′ Isco, 76′ Santa Cruz

MALAGA (4-4-2): Willy Caballero; Jesus Gamez, Demichelis, Weligton, Antunes; Joaquin (88′ Camacho), Toulalan, Iturra, Isco; Julio Baptista (73′ Santa Cruz), Saviola (78′ Piazon). All. Pellegrini
PORTO (4-3-3): Helton; Danilo, Otamendi, Mangala, Alex Sandro (69′ Atsu); João Moutinho (46′ J. Rodriguez), Fernando, Lucho Gonzalez; Varela (58′ Maicon), Jackson Martinez, Defour. All. Vitor Pereira

Arbitro: Rizzoli (Italia)
Ammoniti: Demichelis, Gamez, Toulalan (M), Otamendi, Defour, Alex Sandro, Mangala (P)
Espulso: 49′ Defour (P) per doppia ammonizione

I risultati dell’andata di Europa League

Anzhi-Newcastle 0-0

Viktoria Plzen-Fenerbahce 0-1 81′ Webo (F)

Steaua Bucarest-Chelsea 1-0 34′ Rusescu rig. (S)

Stoccarda-Lazio 0-2 21′ Ederson (L), 56′ Onazi (L)

Basilea-Zenit San Pietroburgo 2-0 83′ Diaz (B), 93′ Frei rig. (B)

Benfica-Bordeaux 1-0 21′ Rodrigo (Be)

Levante-Rubin Kazan 0-0

Tottenham-Inter 3-0 6′ Bale (T), 18′ Sigurdsson (T), 52′ Vertonghen (T)

Juve: 2-0 al Celtic e sono quarti di finale dopo 7 anni

JUVENTUS-CELTIC: 2-0
Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Marrone, Bonucci ; Padoin, Vidal (67′ Isla), Pirlo (68′ Giaccherini ), Pogba, Peluso (58′ Asamoah ); Matri, Quagliarella. A disp.: Storari, Vucinic, Giovinco, Chiellini. All.: Conte.
Celtic (4-2-3-1): Forster; Matthews (52′ Forrest), Wilson, Wanyama (46′ Ambrose ), Izaguirre; Commons (73′ Lassad ), Kayal , Ledley, Mulgrew; Samaras, Hooper. A disp.: Zaluska, Miku, Stokes, McGeouch. All.: Lennon.
Arbitro: Aydinus (Turchia)
Marcatori: 24′ Matri, 65′ Quagliarella
Note: ammoniti: Peluso (J), Izaguirre (C); espulsi: –

Thiago Silva torna e suona la carica al PSG

Rientra al centro della difesa dopo due mesi di lontananza dai terreni di gioco causa l’infortunio alla coscia occorsogli in un match di Ligue 1. Il traguardo dei quarti di finale è molto vicino per il club parigino, seppure l’assenza per squalifica di Ibrahimovic e la rosa a disposizione per l’attacco risicata complica i progetti di Ancelotti.

“Naturalmente è difficile tornare in campo in una partita di UEFA Champions League, ma ho lavorato duramente per essere pronto al 100%”, ha ammesso il brasiliano nella conferenza pre partita. “Ho trascorso molto tempo per ritrovare la mia condizione. Non è facile restare fuori dal campo, ho dedicato tutte le mie energie per tornare al miglior livello possibile e mi sento pronto ad aiutare i miei compagni in questa partita”.

“Abbiamo attraversato alcune difficoltà nelle ultime settimane”, ha aggiunto. ” Le aspettative qui sono molto elevate, ma nel calcio c’è sempre molta pressione. La Champions League è magica, in quanto ti permette di concentrarti al 100%, un fatto che non sempre accade nelle sfide di campionato. Sono pronto, così come la squadra. Il nostro obiettivo è qualificarci”.

Conte: che nessuno dei miei pensi che sia facile

Conferenza stampa che annuncia tensione sempre alta nello spogliatoio bianconero. Per Conte e la Juventus sarebbe l’approdo ai quarti dopo ben 7 anni, quando nella stagione 2005-06 superò il Werder Brema e venne poi eliminato dall’Arsenal di Henry e Fabregas.

“Nessuno sminuisce l’importanza del ritorno di Champions. Le qualificazioni si conquistano in 180 minuti, non in 90. Affronteremo una squadra forte e orgogliosa che vorrà ribaltare il risultato dell’andata. Sarà una prova per tutti, iniziando dal sottoscritto, ma anche per i calciatori e la società.

Sicuramente la partita d’andata ha messo una seria ipoteca sul passaggio del turno. Ma il calcio può riservare sempre sorprese soprattutto perché loro sono sempre pericolosi sulle palle inattive. Abbiamo fatto tanto per arrivare qui e quindi volendo andare avanti dobbiamo dare il massimo.

Dobbiamo ancora qualificarci e fino a che sarà nelle mie mani posso solo ripetere quello che Gianluigi Buffon aveva detto prima della partita contro il Chelsea: conosciamo le nostre forze, sappiamo quello che possiamo fare e ci ricordiamo da dove veniamo”.

Trionfo Real: sbanca l’Old Trafford e va ai quarti

Manchester United – Real Madrid  1-2 (Primo tempo 0-0)

Marcatori: 48′ Ramos (autogol) (M); 66′ Modric, 69′ Ronaldo (R)

Manchester United:  De Gea ,Vidic , Rafael  (87′ Valencia ), Patrice Evra , Rio Ferdinand, Giggs, Nani , Welbeck (81′ Young ), Cleverley (73′ Rooney ), Carrick , van Persie.

Real Madrid: Diego López, Sergio Ramos,  Arbeloa 5,5 (59′ Modric ), Varane, Fábio Coentrão, Di María (45′ Kaká), Cristiano Ronaldo,  Özil (71′ Pepe),  Khedira, Xabi Alonso, Higuaín.

Note: Ammoniti: Evra, Carrick (M); Arbeloa, Kaka, Pepe (R). Espulsi: Nani (M)

Coppa di Francia: i risultati degli ottavi di finale

Martedì
Sochaux-Troyes: 1-2 (10′ Bahebeck (T), 89′ Faussurier (T), 90′+4 rig. Boudebouz (S))
Evian-Le Havre: 3-1 (25′ e 49′ Bérigaud (E), 81′ Rivière (L), 90′+2 Khelifa (E))
Saint Étienne-Lille: 3-2 (33′ Baša (L), 44′ aut. Chedjou (S), 50′ Aubameyang (S), 75′ Brandão (S), 82′ Kalou (L))

Mercoledì
Lorient-Brest: 3-0 (64′ Écuélé Manga, 70′ e 90′+1 Aliadière)
Raon l’Etape-Bordeaux: 2-2, 3-5 dcr (58′ Obraniak (B), 64′ Dje (R), 98′ Keita (R), 113′ rig. Diabaté (B))
Vénissieux-Nancy: 0-2 dts (107′ Moukandjo, 120′ Ayasse)
PSG-Olympique Marseille: 2-0 (35′ e 64′ rig. Ibrahimovic)

Giovedì
Lens-Epinal: 2-0 (9′ rig. Valdivia, 21′ aut. Mangan)

Programma quarti di finale, martedì 16 aprile
Lens-Bordeaux
Troyes-Nancy
Saint Etienne-Lorient
Evian-PSG

Coppa Italia: Destro porta la Roma in semifinale

Mattia Destro si è ripreso la Roma. O forse è meglio dire che per la prima volta l’ha trascinata per mano, risultando finalmente decisivo. L’ex attaccante del Siena ha firmato la rete, nei tempi supplementari, che ha permesso alla banda di Zeman di affossare la Fiorentina (giunta al terzo ko consecutivo, tra campionato e coppa) e di conquistare un posto tra le prime quattro della competezione nazionale minore.

Adesso c’è l’Inter ad aspettare i giallorossi in semifinale, in una classica di Coppa Italia. La doppia sfida andrà in scena il 23 ed il 30 gennaio.

LA GARA – Se il match tra Inter e Bologna è stato scoppiettante e farcito di belle giocate, quella tra Roma e Fiorentina è invece risultata una partita ricca di errori. Entrambe le formazioni sono parse troppo lunghe sul terreno di gioco, cosa che non  ha certo fatto mancare le occasioni da rete, ma spesso queste sono nate da appoggi sbagliati in fase di impostazione. Complessivamente le palle gol migliori sono capitate sui piedi degli uomini di Montella (due pali e una traversa colpiti), ma la stoccata che ha spostato gli equilibri è arrivata dai padroni di casa: al minuto 6 del primo extra time, Destro trova la via del gol grazie ad una bella azione orchestrata da Bradley e Pjanic sulla fascia.

RISSA FINALE – Gli animi si surriscaldano e nel finale arriva la rissa: la Roma chiude in 9 contro 10, tre dunque i cartellini rossi estratti dal direttore di gara. Non un bello spot per il fair play, ma la posta in palio alta, il terreno pesante e la stanchezza possono essere considerate attenuanti. Montella ingoia perciò la terza sconfitta consecutiva, dopo quelle di campionato contro Pescara e Udinese. Ora per centrare un posto in Europa, ai viola resta soltanto la Serie A. Per la Roma l’obiettivo è conquistare un posto per la finalissima in programma all’Olimpico il prossimo 26 maggio. Chissà, forse potrebbe andare in scena un derby tutto da gustare, contro la Lazio impegnata nell’altra semifinale. Juventus permettendo.