Mauri atteso giovedì in Procura FIGC

Il capitano della Lazio, Stefano Mauri, sarà ascoltato giovedì dalla Corte di Giustizia della Figc. Nel processo d’appello al Calcioscommesse, i giudici di secondo grado avevano sospeso il giudizio nei confronti del centrocampista biancoceleste, già condannato dalla Disciplinare a 6 mesi di stop, disponendo ulteriori indagini sulla sua posizione in merito alle presunte combine di Lazio-Genoa e Lecce-Lazio, del maggio 2011. Nel corso della medesima audizione della Corte presieduta da Gerardo Mastrandrea, verranno ascoltati il suo amico calciatore Alessandro Zamperini e il pentito Carlo Gervasoni.

Deferimenti: colpita pesantemente la Lazio

Le pagine della cronaca “nera” sportiva si riempiono ancora di deferimenti. E’ arrivata in mattinata la comunicazione relativa ai matches  Lazio-Genoa 4-2 del 14/05/2011 e Lecce-Lazio 2-4 del 22/05/2011. Ad essere state deferite sono le società Lazio, Genoa e Lecce per responsabilità oggettiva.

La Procura Federale ha poi deferito per illecito sportivo, con il rischio di 3 anni e 6 mesi di squalifica 8 tesserati che sono: Mauri, Milanetto, M.Cassano, Gervasoni, Zamperini, Benassi, Ferrario e Rosati. A Mauri e Zamperini la Procura contesta anche la violazione dell’Art. 1, comma 1 (violazione dei principi di lealtà, correttezza e probità) e dell’Art. 6, comma 1 (divieto di effettuare scommesse) del Codice di Giustizia Sportiva.

Palazzi chiede un punto di penalizzazione per il Napoli

Dopo che in mattinata era stata rigettata la richiesta di patteggiamento effettuata dal legale dell’ex terzo portiere del Napoli Matteo Gianello,  il Procuratore Palazzi ha espresso le seguenti richieste di condanna in merito al match Sampdoria – Napoli del maggio del 2010: un punto di penalizzazione per il club partenopeo da scontarsi in questo campionato e una multa per responsabilità oggettiva di centomila euro. Chiesti inoltre per omessa denuncia nove mesi di squalifica per il capitano Paolo Cannavaro e per Grava; e tre anni e tre mesi per lo stesso Gianello.

In merito invece all’altra partita analizzata, Portogruaro – Crotone, ultima di campionato di serie B 2010-2011, giocata il 29 maggio 2011, Palazzi ha chiesto tre anni di squalifica per l’allora tecnico dei veneti Agostinelli e Dei  (ex preparatore dei portieri del Porto), 3 anni e 9 mesi a Giusti (9 mesi per la continuazione), 1 anno e 7 mesi a Zamboni e al Portogruaro -2 punti in questo torneo e 10 mila euro multa mentre per il Crotone -1 punto in questo torneo.

 

Al Processo sportivo primi patteggiamenti e prime condanne


Stamattina al Foro Italico si è aperto il processo sportivo legato alla seconda tranche dell’inchiesta della Procura di Cremona denominata “Last Bet”.

Alle ore 14.15 il Procuratore Federale Palazzi ha letto l’elenco dei patteggiamenti, ottenuti anche attraverso la collaborazione (articolo 24 Cgs). Ora tocca alla commissione decidere sulla congruità delle pene.

Questi i patteggiamenti:
Gervasoni 1 anno 8 mesi di squalifica.
Cremonese 1 punto di penalizzazione e 30 mila euro di ammenda. 
Doni 2 anni di squalifica.
Atalanta 2 punti di penalizzazione e 25 mila euro di ammenda.
Poloni 1 anno di squalifica.
Pederzoli 1 anno 4 mesi di squalifica e 10 mila euro ammenda.
Sbaffo 1 anno 4 mesi di squalifica e 100 mila euro di ammenda.
De Lucia 5 mesi di squalifica.
Parlato 2 mesi che si aggiungono alla precedente squalifica di 3 anni.
Ruopolo 1 anno 4 mesi di squalifica.
Narciso 1 anno 3 mesi di squalifica.
Tamburini 10 mesi di squalifica.
Modena 2 punti di penalizzazione.
Carobbio 1 anno 8 mesi di squalifica.
Cellini 4 mesi.Conteh 1 anno 8 mesi di squalifica.
Andrea De Falco 6 mesi di squalifica.
Micolucci 4 mesi che si sommano alla precedenza squalifica di 1 anno 2 mesi del precedente processo.
Mora 4 mesi di squalifica.
Passoni 1 anno 2 mesi di squalifica.
Livorno 15 mila euro di ammenda. 
Grosseto 6 punti di penalizzazione da scontare nel prossimo campionato e 40 mila euro di ammenda.

Nell’ultma ora anche il Frosinone ha chiesto il patteggiamento: 1 punto e 40 mila euro di ammenda, anche l’Ascolia ha chiesto di patteggiare con la Procura

Nel frattempo riguardo il nuovo filone di inchiesta di Cremona è stato disposto da parte del gip Salvini che il difensore Marco Turati e il portiere Paolo Acerbis potranno lasciare il carcere nelle prossime ore, fermo restando l’obbligo di firma.
Restano invece in carcere Stefano Mauri e Omar Milanetto, anche se per quest’ultimo il pm Di Martino avrebbe dato parere favorevole per gli arresti domiciliari.

Anche la Spagna trema: e’ davvero calcioscommesse?

logo-lfp-la-liga

La macchia delle scommesse illecite continua ad allargarsi sull’Europa: adesso è il calcio spagnolo ad essere nel mirino. Radio Cadena Ser strilla dalla propria emittente che la Lega Calcio di Spagna (Lfp) avrebbe denunciato alla Procura Federale anti-corruzione casi di combine inerenti ad incontri della massima Serie e riferisce che anche l’Uefa ha fatto partire una serie di indagini a proposito di un giro sospetto di scommesse correlate ad alcune gare. Da parte sua, la Lfp in un comunicato precisa che attualmente non è stata fatta alcuna denuncia alla Procura, conferma però che c’è stato un incontro con il Procuratore Generale.
Data l’attuale cortina di omertà – prevedibile in questi casi – non è dato sapere su quali partite si stia tentando di puntare i riflettori, tuttavia alcune indiscrezioni escludono almeno le due Big, Real Madrid e Barcellona.