Capello: non allenerò l’Italia dopo Prandelli

Fabio Capello ha concesso a Fox Sports un’intervista nella quale uno degli argomenti principali è stata la possibile candidatura alla panchina azzurra, in vista del quasi certo avvicendamento di Prandelli : “Non guiderò la nazionale italiana dopo Prandelli. La mia carriera si concluderà con l’esperienza in Russia”.

A tal proposito consiglia al tecnico del Milan di stare lontano dalla tentazione di rendersi disponibile per la nazionale: “Ad Allegri non  consiglierei di fare in questo momento il commissario tecnico di una nazionale. È ancora molto giovane e a quell’età è più importante lavorare tutti i giorni sul campo da allenatore di una squadra di club”.

Cassano a Parma per conquistarsi la nazionale

Pre ritiro del Parma al caldo della Puglia ed a sfiancarsi nelle prime corse c’è anche Antonio Cassano, che proprio da quella regione è partito per tuffarsi nella sua carriera fatta di alti e bassi. Ora a 31 anni, i colori gialloblù sono l’ultima speranza per acciuffare una maglia azzurra per i prossimi Mondiali del Brasile ma il tecnico parmense Donadoni non è propenso a fare sconti: «Cassano sa che potrà contare su una persona che ha grande stima e grande considerazione di lui. Diversamente, non sarebbe venuto a Parma. Avrà di fronte, però, un allenatore molto esigente: è un giocatore di assoluto valore, quindi pretendo da lui di più rispetto ad altri. Ha 31 anni e, con la sua maturità, deve cercare di smussare e migliorare gli aspetti che, nel corso del tempo, lo hanno penalizzato».

Azzurri: ecco la numerazione ufficiale per la Confederations Cup

I 23 giocatori scelti da Cesare Prandelli per il torneo che si disputerà dal prossimo 15 giugno in Brasile hanno scelto i numeri. Eccoli nel dettaglio.

1 Buffon, 13 Marchetti, 12 Sirigu; 20 Abate, 4 Astori, 15 Barzagli, 19 Bonucci, 3 Chiellini, 5 De Sciglio, 2 Maggio; 7 Aquilani, 6 Candreva, 16 De Rossi, 23 Diamanti, 22 Giaccherini, 8 Marchisio, 18 Montolivo, 21 Pirlo; 9 Balotelli, 17 Cerci, 14 El Shaarawy, 11 Gilardino, 10 Giovinco.

I convocati di Prandelli per la Confederations Cup

Cesare Prandelli nella serata di ieri ha sciolto le sue riserve, nell’elenco dei 23 inviato alla FIFA per la prossima competizione in Brasile, spiccano le assenze dei difensori Ogbonna e Ranocchia, oltre a Poli della Sampdoria, ai cagliaritani Agazzi e Sau, al centrocampista dell’Atalanta Bonaventura ed al terzino del Genoa Antonelli, out per una forte distorsione alla caviglia.

PORTIERI: Buffon, Marchetti, Sirigu.
DIFENSORI: Abate, Astori, Barzagli, Bonucci, Chiellini, De Sciglio, Maggio.
CENTROCAMPISTI: Aquilani, Candreva, Cerci, De Rossi, Diamanti, Giaccherini, Marchisio, Montolivo, Pirlo.
ATTACCANTI: Balotelli, El Shaarawy, Gilardino, Giovinco.

Abete precisa: porte ancora aperte per Osvaldo in nazionale

Il caso Osvaldo ha tenuto banca nella prima parte di settimana, portando il ct della nazionale a non compromettersi in dichiarazioni pesanti. Oggi il numero uno federale Giancarlo Abete ha voluto pertanto precisare che ci sono ancora possibilità per l’italo argentino di vestire la maglia azzurra.

‘L’esclusione di Osvaldo dalla Confederations Cup di giugno non stravolge alcun scenario futuro come d’altronde è stato anche per i precedenti casi di De Rossi e Balotelli’.  “Ogni decisione dipende dal nostro ct ed è stato così anche per Osvaldo.Tutte le valutazioni spettano a Prandelli, è noto lo spirito del codice etico che vige in nazionale. Osvaldo resta fuori per la Confederations ma ciò non determina stravolgimenti di scenari futuri’.

Osvaldo: niente Nazionale, Prandelli lo punisce

Il CT della nazionale italiana Cesare Prandelli ha comunicato mediante il sito ufficiale della federazione di aver escluso dalle convocazioni per la prossima Confederations Cup il centravanti giallorosso Daniel Osvaldo, reo di alcuni atteggiamenti negativi ieri al termine della finale di Coppa Italia: “Pablo Daniel Osvaldo non parteciperà alla Confederations Cup in Brasile con la Nazionale: lo ha deciso il Ct Cesare Prandelli, d’intesa con la FIGC, dopo aver valutato il comportamento del giocatore della Roma che ieri sera, dopo aver perso la finale di Tim Cup, ha disertato la cerimonia di premiazione senza il permesso della società”.

Inoltre il tweet decisamente polemico del calciatore giallorosso nei confronti del tecnico romano ha acuito la situazione.

Prandelli ne chiama 31 : ben 3 gli esordienti

Il ct Prandelli ha comunicato l’elenco dei 31 giocatori chiamati in vista dell’amichevole contro San Marino; la lista definitiva dei 23 a disposizione per la Confederations Cup in Brasile dovrà essere essere nota entro il 3 giugno alla Fifa. Torna Aquilani in nazionale a distanza di quassi un anno mentre sono tre gli esordienti assoluti: i cagliaritani Agazzi e Sau e l’atalantino Bonaventura

Portieri: Agazzi (Cagliari), Buffon (Juventus), Marchetti (Lazio), Sirigu (Paris St. Germain);
Difensori: Abate (Milan), Antonelli (Genoa), Astori (Cagliari), Barzagli (Juventus), Bonucci (Juventus), Chiellini (Juventus), De Sciglio (Milan), Maggio (Napoli), Ogbonna (Torino), Ranocchia (Inter);
Centrocampisti: Aquilani (Fiorentina), Bonaventura (Atalanta), Candreva (Lazio), Cerci (Torino), De Rossi (Roma), Diamanti (Bologna), Giaccherini (Juventus), Marchisio (Juventus), Montolivo (Milan), Pirlo (Juventus), Poli (Sampdoria);
Attaccanti: Balotelli (Milan), El Shaarawy (Milan), Gilardino (Bologna), Giovinco (Juventus), Osvaldo (Roma), Sau (Cagliari).

De Sanctis: addio alla nazionale

Compie 36 anni e dice addio al gruppo azzurro, così Morgan De Sanctis ha voluto salutare l’Italia: «Lascio la Nazionale, meglio fare spazio al nuovo che avanza». Ieri sera ai microfoni di RaiSport al termine del successo per 2-0 contro Malta: «Ieri ho parlato con Prandelli, stamattina l’ho comunicato alla squadra. Lascio un gruppo straordinario che ci regalerà grandi soddisfazioni. Ora voglio concentrarmi solo sul Napoli», ha detto De Sanctis. «E poi ho parlato con Buffon, mi ha detto che voleva giocare altri dieci anni, quindi non avrei avuto mai spazio… Scherzi a parte, dietro Gigi ci sono Sirigu e Marchetti, portieri fortissimi e bravi ragazzi. Siamo in buone mani sotto tutti i punti di vista. Balotelli? Sta maturando anche nei comportamenti. E’ un grande campione», ha concluso il portiere.

Ufficiale: il primo giugno Italia – San Marino

In vista del prossimo torneo di giugno in terra brasiliana, preparatorio per gli organizzatori in vista dei Mondiali, gli azzurri scenderanno in campo in due amichevoli prima dell’avvio della competizione: il primo giugno è ufficiale l’amichevole con San Marino che probabilmente si terrà allo Stadio Dino Manuzzi di Cesena, mentre per l’undici giugno potrebbe essere organizzata una seconda partita, stavolta però già in terra brasiliana a Rio De Janeiro.