Pellissier: che vittoria di squadra

Prima vittoria della compagine veronese nel derby del Triveneto contro l’Udinese ed il capitano storico del Chievo, Pellissier, ai microfoni di Sky esalta il gruppo: “E’ stata una vittoria di grande sacrificio sia per la squadra che a livello personale e non era semplice a causa della grande pressione dopo un avvio di stagione non felicissimo. Ora siamo soddisfatti, con il sacrificio possiamo prenderci le nostre soddisfazioni, io lavoro costantemente sotto il profilo atletico perchè in questo calcio serve essere al massimo fisicamente per rendersi utile alla squadra”.

Il Chievo da i numeri: Cofie ha il numero del mitico Cruyff

La squadra della Diga si prepara all’ennesima avventura nella massima serie con un attacco che non pare più solo sulle spalle del 33 enne Pellissier; il giovane Thereau è pronto a stupire per un intera stagione dopo che Bradley è stato dirottato a Roma per dimostrare di che pasta è fatto.

Ecco l’elenco completo:
Portieri: 1 Puggioni, 54 Sorrentino, 18 Squizzi, 23 Viotti;
Difensori: 3 Andreolli, 50 Bassoli, 12 Cesar, 2 Dainelli, 93 Dramé, 26 Farkas, 21 Frey, 13 Jokic, 4 Morero, 33 Papp, 20 Sardo;
Centrocampisti: 8 Cruzado, 14 Cofie, 22 Dettori, 5 Guana, 56 Hetemaj, 10 Luciano, 16 Rigoni L., 6 Rigoni M., 25 Vacek;
Attaccanti: 17 Di Michele, 9 Moscardelli, 43 Paloschi, 31 Pellissier, 39 Stoian, 77 Théréau

Nulla e’ perduto!


Con queste parole Mister Allegri torna sulla sconfitta di sabato contro la Fiorentina che ha riportato la Juventus in cima al campionato. Sente troppo pessimismo attorno alla squadra e nonostante debba ancora fare la conta nello spogliatoio per mettere in campo un undici affidabile, l’allenatore rossonero non si dispera e spera anche nelle possibili intuzioni di un Cassano ritornato a calcare i terreni di gioco dopo ben 5 mesi da quel brutto malore avvertito lo scorso novembre.

Molto probabile l’esordio dal primo minuto del primavera De Sciglio, convocato assieme ad altri suoi due compagni considerata l’emergenza. Robinho dovrebbe fare da spalla al solito Ibra, causa l’indisponibilità di Boateng, venendo preferito al “Faraone” El Shaarawy.

Al Bentegodi di Verona troveranno un Chievo che anche quest’anno pare aver compiuto il miracolo salvezza, guidati in panchina da un Di Carlo che nella città veneta sta trovando la dimensione di tecnico abie a lavorare con poche risorse.
In avanti l’esperto Pellissier, quest’anno uomo assist per gli uomini di Campedelli, proverà a far male assieme al francese Thereau, sorpresa in termini di segnature mentre Paloschi cercherà di farsi rimpiangere per non avere ancora trovato spazio nel team del Presidente Berlusconi.

La stanchezza è il leit-motiv di questi giorni, ma stasera per le casacche rossonere conteranno solo i tre maledetti punti. Calcio d’inizio alle 20.45, diretta su Sky Calcio e Mediaset Premium , sotto la direzione di Valeri, con cui il Milan è imbattuto, peccato che la scaramanzia non scenda in campo.