Coppa d’Africa: niente Marocco a causa del virus Ebola

E’ ufficiale la notizia: il timore per il virus Ebola ha portato il Marocco alla decisione di rinunciare all’organizzazione della manifestazione per il prossimo gennaio. Entro la giornata di domani la Caf deciderà se annullare la rassegna o spostare la competizione in un’altra nazione del continente e secondo indiscrezioni al momento solo Nigeria e Ghana si sarebbero dichiarate disposte ad essere paesi ospitanti.

Anche la scorsa rassegna del 2013 vide un cambio di paese: infatti la Libia, a causa delle caduta del regime di Gheddafi, dovette abdicare in favore del Sudafrica.

Nigeria – Uruguay : il tabellino

Nigeria – Uruguay 1-2

NIGERIA (4-3-3): Enyeama; Ambrose, Oboabona, Omeruo, Echiejile; Ogu (65′ Mba), Ogude, Mikel; Musa, Ideye (73′ Apkala), Oduamadi (35′ Babatunde). Ct. Keshi

URUGUAY (3-4-3): Muslera; Lugano, Godin, Caceres; Maxi Pereira, Alvaro Gonzalez, Arevalo, Cristian Rodriguez (87′ A. Pereira); Forlan, Cavani, Suarez (81′ Coates). Ct. Tabarez

Ammoniti: Akpala, Lugano

Marcatori: 18′ Lugano, 36′ Obi Mikel, 50′ Forlan

Espulsi: –

Allarme rientrato: la Nigeria si presenta in Brasile

Una competizione come la Confederations che rischiava di essere monca di una delle otto partecipanti: la Nigeria non aveva preso il volo ieri in partenza da Johannesburg, facendo temere un ammutinamento del gruppo delle Super Aquile causa una disputa sui premi partita. La Fifa si è dunque dovuta riunire d’emergenza per dirimere la questione, causando l’imbarazzo del numero uno, lo svizzero Blatter, che ha preferito lasciar spiegare al direttore generale Valcke la situazione. ”Ho parlato con il team manager della Nigeria e mi hanno confermato che partiranno sabato, quindi problema risolto”.

In relazione invece ai ritardi accusati nella costruzione degli impianti sede della competizione, come il Maracanà, Blatter ha così riferito: ‘‘Ho visto situazioni anche peggiori”. ”Mi è capitato di entrare in stadi dove, un’ora prima della gara di apertura e dell’arrivo delle autorità, c’erano ancora degli imbianchini dando gli ultimi ritocchi. Alla fine, tutto andrà bene”.

L’ex interista Martins in USA: con lui anche il fratello di Balotelli

Oba Oba Martins sta per lasciare il calcio europeo ed il Levante, la squadra spagnola preso cui militava dall’inizio dell’anno. Il 28enne attaccante  nigeriano, 17 presenze con 7 reti al momento, volerà in America per accasarsi con i Seattle Sounders, squadra della MLS. Non viaggerà solo ma Abigail, compagna e madre del piccolo appena avuto, volerà Oltreoceano e con loro anche Enoch, fratello di Abigail e di Mario Balotelli.

Enoch lascerà dunque il Chiavari, che milita in Serie D; al momento non è ancora noto il suo destino calcistico, se una serie minore americana o un club collegato al Seattle.

 

Alla Nigeria la Coppa d’Africa : finisce il sogno Burkina Faso

19 anni sono stati necessari alle Aquile per tornare a volare sulla cima della Coppa d’Africa e nella finale di Johannnesburg è sufficiente una grande giocata di Sunday Mba sul finire del primo tempo per far terminare il sogno degli Stalloni del Burkina Faso.

Il secondo tempo è solo utile per i vani tentativi degli uomini del tecnico Put e solo in’occasione l’estremo difensore nigeriano deve superarsi deviando la potente conclusione incrociata di Sanou. Per il tecnico Keshi questa vittoria doppia quella ottenuta in campo nel 1994 e adesso guiderà la formazione alla prossima Confederations Cup in Brasile nel prossimo giugno.

Nigeria prima finalista di Coppa d’Africa: cerca il tris

La Nigeria si è qualificata per la finale della Coppa d’Africa 2013 battendo il Mali per 4-1 (3-0) nella prima semifinale disputata a Durban nel pomeriggio. Questa la successione delle reti: nel pt 25′ Elderson, 30′ Ideye Brown, 44′ M. Sissoko (autogol); nel st 15′ Musa, 30′ C. Diarra (M). Le Super Aquile, che hanno gia’ vinto due volte il titolo continentale (1980 e 1994), in finale affronteranno la vincente dell’altra semifinale tra Ghana e Burkina Faso.

Proposta indecente per la Nigeria

Dopo aver eliminato dalla manifestazione la Costa d’Avorio di Drogba, per la Nigeria ha ricevuto una speciale e particolare proposta dall’associazione nazionale delle prostitute: “vogliamo congratularci con la squadra per essersi qualificata al turno successivo -in un comunicato rilasciato a YNaija.com, sito internet locale nigeriano – e per mostrare tutto il nostro appoggio alla nazionale, siamo qui ad annunciare una settimana di sesso gratuito se le Super Aquile vinceranno il trofeo“.

Per la nazionale verde il primo “ostacolo” sarà il Mali a Durban mercoledì e con una vittoria si arriverebbe alla agognata finale contro la vincente tra Burkina Faso e Ghana, evento accaduto l’ultima volta nel 1994, quando poi seppero stupire ai Mondiali americani, rischiando di eliminare nientedimeno che l’Italia di Arrigo Sacchi.