Platini rieletto Presidente UEFA per la terza volta

Unico candidato alla presidenza dell’UEFA, il francese Michel Platini (59 anni) è stato ovviamente rieletto nel corso dell’assemblea tenutasi a Vienna per la terza volta. Le Roi Michel, diventato uno europeo nel 2007, rimarrà in carica così almeno fino al 2019.

Platini ha tenuto un discorso semplice e dopo aver ringraziato per la fiducia concesa ha voluto mettere subito sul tavolo delle discussioni un tema che considera preminente, ovvero la violenza nel mondo del calcio:  “Abbiamo bisogno di squalifiche più severe a livello europeo e della creazione di una forza di polizia europea dello sport. L’Europa sta vedendo un aumento dei nazionalismi e degli estremismi a cui non abbiamo assistito per lungo tempo. Questa tendenza insidiosa può essere riscontrata nei nostri stadi, dato che il calcio è un riflesso della società”.

Calciopoli: prescrizione per Moggi e Giraudo

Dopo una notte in camera di consiglio, è arrivata la sentenza da parte dei giudici: per Moggi il reato è prescritto, ovvero che non è stato assolto dalle accuse di associazione a delinquere finalizzata alla frode sportiva, come richiesto dal pubblico ministero. A margine, per l’ex dg bianconero arriva l’assoluzione per due frodi sportive perchè il fatto non sussiste. Anche per Giraudo, l’altro dirigente ex Juventus, è giunta la sentenza di prescrizione, così come per l’ex designatore Pairetto e per l’ex vice presidente della Federcalcio, Mazzini.

Sul fronte degli arbitri, per De Santis (che aveva rinunciato alla prescrizione)  è stata confermata la condanna in secondo grado di un anno mentre per Dattilo e Bertini è giunta l’assoluzione “perchè il fatto non sussiste”.

In merito ai risarcimenti richiesti dalle società che si erano costituite parte civile, ovvero Bologna, Brescia, Atalanta, Lecce, Victoria 2000 (la società allora presieduta da Gazzoni e unica azionista del Bologna), è stato riconosciuto il diritto alla richiesta di risarcimento, ma spetterà ai giudici civili d’Appello competenti per territorio determinare l’importo.

Ranking UEFA: Juve nella Top 20

squadra paese 10/11 11/12 12/13 13/14 14/15 punti
1 Real Madrid CF ESP 33.642 36.171 29.542 39.600 27.185 166.142
2 FC Barcelona ESP 36.642 34.171 27.542 28.600 27.185 154.142
3 FC Bayern München GER 24.133 33.050 36.585 29.942 25.914 149.625
4 Chelsea FC ENG 26.671 33.050 30.285 28.357 23.714 142.078
5 Club Atlético de Madrid ESP 9.642 34.171 13.542 37.600 24.185 119.142
6 SL Benfica POR 25.760 23.366 28.350 30.983 9.750 118.209
7 FC Schalke 04 GER 30.133 20.050 22.585 18.942 19.914 111.625
8 Arsenal FC ENG 22.671 22.050 21.285 21.357 22.714 110.078
9 FC Porto POR 31.760 12.366 22.350 17.983 24.750 109.209
10 Manchester United FC ENG 36.671 16.050 21.285 26.357 2.714 103.078
11 Paris Saint-Germain FRA 14.150 9.100 27.350 26.700 23.150 100.450
12 Borussia Dortmund GER 10.133 10.050 33.585 24.942 20.914 99.625
13 Valencia CF ESP 21.642 25.171 22.542 26.600 3.185 99.142
14 FC Zenit RUS 18.183 19.950 14.950 18.083 16.833 87.999
15 Bayer 04 Leverkusen GER 16.133 19.050 12.585 18.942 20.914 87.625
16 Manchester City FC ENG 16.671 20.050 10.285 22.357 17.714 87.078
17 Juventus ITA 8.314 2.271 25.883 25.833 24.000 86.302
18 FC Shakhtar Donetsk UKR 26.016 9.550 18.900 12.566 18.566 85.599
19 FC Basel 1893 SUI 10.180 20.200 17.675 20.440 16.380 84.875
20 Tottenham Hotspur FC ENG 24.671 10.050 19.285 18.357 11.714 84.078
21 AC Milan ITA 18.314 22.271 19.883 18.833 3.000 82.302
22 SSC Napoli ITA 9.314 21.271 8.883 18.833 18.000 76.302
23 FC Internazionale Milano ITA 21.314 20.271 16.883 2.833 15.000 76.302
24 Olympique Lyonnais FRA 19.150 19.100 14.350 16.700 3.650 72.950
25 Sevilla FC ESP 12.642 5.671 3.542 26.600 17.185 65.642
26 AFC Ajax NED 15.233 14.720 9.842 11.183 13.150 64.129
27 Olympiacos FC GRE 2.520 17.520 10.880 19.220 12.240 62.380
28 FC Dynamo Kyiv UKR 19.016 7.550 10.900 9.566 13.566 60.599
29 Villarreal CF ESP 26.642 8.171 3.542 4.600 15.185 58.142
30 PSV Eindhoven NED 20.233 18.720 5.842 6.183 7.150 58.129
31 FC Rubin Kazan RUS 12.183 9.950 19.950 13.083 1.833 56.999
32 Sporting Clube de Portugal POR 13.760 22.366 6.350 1.983 11.750 56.209
33 Athletic Club ESP 3.642 27.171 7.542 4.600 13.185 56.142
34 PFC CSKA Moskva RUS 16.183 17.950 3.450 8.083 9.833 55.499
35 Olympique de Marseille FRA 20.150 21.100 6.350 5.700 2.150 55.450
36 SC Braga POR 25.760 12.366 8.350 3.483 1.750 51.709
37 Galatasaray AS TUR 2.420 1.020 24.040 16.340 6.200 50.020
38 SS Lazio ITA 2.314 9.271 20.883 12.833 3.000 48.302
39 RSC Anderlecht BEL 5.920 14.020 9.300 6.280 11.760 47.280
40 Liverpool FC ENG 15.671 3.050 12.285 3.357 12.714 47.078
41 AZ Alkmaar NED 7.233 18.720 2.342 17.183 1.150 46.629
42 FC Metalist Kharkiv UKR 10.016 19.550 11.900 1.566 3.566 46.599
43 FC Twente NED 17.233 17.720 4.842 1.183 2.650 43.629
44 FC Salzburg AUT 2.875 8.425 1.450 18.560 11.825 43.135
45 AS Roma ITA 18.314 3.771 2.883 2.833 15.000 42.802
46 FC Dnipro Dnipropetrovsk UKR 3.516 3.050 12.900 11.566 11.566 42.599
47 FC Viktoria Plzen CZE 1.700 10.050 15.700 12.600 1.775 41.825
48 Hannover 96 GER 3.133 19.050 13.585 2.942 2.914 41.625
49 ACF Fiorentina ITA 2.314 2.271 2.883 17.833 16.000 41.302
50 Málaga CF ESP 3.642 4.171 25.542 4.600 3.185 41.142

La pirateria fa perdere al calcio spagnolo 500K all’anno!!

 

Secondo il report elaborato dall’ente che sovrintende alla creazione di contenuti multimediali per la Liga Spagnola, il calcio iberico a causa della pirateria , cioè la diffusione di streaming illegale,  ha perso nell’anno solare 2014 la cifra sbalorditiva di 509 milioni di euro. Il solo Barcellona non ha goduto di entrate per 160K  relativi a diritti televisivi.

Sempre secondo l’analisi, più di 1,8 milioni di spagnoli hanno guardato partite del campionato nazionale tramite piattaforme in internet che non rispettavano la normativa dei diritti d’immagine, in percentuale si tratta di circa il 18% degli accessi rispetto al solo 6% che vi accede in maniera legale. La ragione di tale comportamento? Semplicemente la volontà di non dver sottoscrivere un abbonamento a pagamento.

Per lo Stato invece, l’utilizzo illegale degli strumenti informatici comporta un mancato incasso per l’Erario di 47,7 milioni di euro.

Ranking UEFA per club: comandano ancora le spagnole

1 Real Madrid 165.971
2 Barcellona 150.971
3 Bayern Monaco 149.625
4 Chelsea 142.021
5 Benfica 118.209
6 Atlético Madrid 115.971
7 Schalke 04 111.625
8 FC Porto 109.209
9 Arsenal 108.021
10 Manchester United 103.021
11 Paris Saint-Germain 100.416
12 Borussia Dortmund 99.625
13 Valencia 98.971
14 Zenit 87.999
15 Bayer Leverkusen 87.625
16 Manchester City 87.021
17 Shakhtar Donetsk 85.599
18 Basilea 84.875
19 Tottenham 84.021
20 Juventus 83.202
21 Milan 82.202
22 Napoli 76.202
Inter 76.202
24 Lione 72.916
25 Siviglia 65.471
26 Ajax 64.129
27 Olympiakos 62.380
28 Dinamo Kiev 60.599
29 PSV Eindhoven 58.129
30 Villarreal 57.971

38 Lazio 48.202
45 Roma 42.702
49 Fiorentina 41.202
73 Udinese 29.702
85 Torino 24.202

Ranking FIFA: risale l’Italia, Spagna out dalla Top ten

Aggiornato il Ranking FIFA che  vede ancora la Germania campione del mondo al primo posto, seguita dal duo sudamericano Argentina – Colombia. Novità è rappresentata dal rientro dell’Italia nella Top Ten esattamente  in decima posizione, a discapito degli ex mondiali della Spagna che escono dai migliori dieci. La prossima classifica verrà resa pubblica il 9 aprile.

Alcune curiosità del Ranking

Le migliori nazionali per confederazione sono: Germania (1°), Argentina (2°), Costa Rica (13°), Algeria (18°), Iran (42°) e Nuova Zelanda (134°).

Il maggior avanzamento in graduatoria è appannaggio di Barbabos e Bermuda, con 11 posizioni guadagnate.

La peggior discesa in classifica è del Libano con 25 posizioni perse.

Ecco il dettaglio relativo alle prime 20 posizioni:
1. Germania
2. Argentina
3. Colombia
4. Belgio
5. Olanda
6. Brasile
7. Portogallo
8. Francia
9. Uruguay
10. Italia (+2)
11. Spagna (-1)
12. Svizzera (-1)
13. Costarica
14. Romania (+2)
15. Cile (-1)
16 Repubblica Ceca (+1)
17. Inghilterra (-2)
18. Algeria
19. Croazia
20. Costa d’Avorio.

Germania: ct Loew vicino al rinnovo con la nazionale

Il ct della nazionale tedesca Joachim Loew, fresco di titolo di campione del mondo con la nazionale, sarebbe vicino al rinnovo di contratto fino al 2018, anno dei Mondiali di calcio in Russia. A rivelarlo è il quotidiano autorevole Bild, senza citare alcuna fonte. Di pari passo avverrebbero i rinnovi con  l’assistente tecnico Thomas Schneider, con il preparatore dei portieri Andreas Kopke e con il team manager Oliver Bierhoff da parte della federazione teutonica, la Dfb.

Loew così prolungherebbe di altri due anni il contratto che al momento lo vede legato alla nazionale fino ad Euro 2016. Avviata la sua carriera in federazione nel 2004, quando fu scelto come assistente di Jurgen Klinsmann per i Mondiali di casa del 2006, l’allenatore, sempre secondo la Bild, vedrà ufficializzato l’accordo dopo le partite contro Australia (amichevole) e Austria (eliminatoria) in programma a fine mese.

Il Barcellona saluta il Nuovo Anno Cinese

E’ Capodanno per i cinesi di tutto il mondo e nel calcio globalizzato  non poteva mancare un saluto al miliardo e più di orientali da parte di un grande club come è il Barcellona. I calciatori blaugrana, Xavi, Sergio Busquets, Ivan Rakitic, Pedro y Sergi Roberto sono stati gli attori di un filmato ambientato nella Cina millenaria. I cinque top player si sono disimpegnati anche nella lingua  nazionale, il mandarino, inviando gli auguri dell’inizio d’anno. A tal proposito non si può non sottolineare che il paese del Dragone è uno dei più importanti per il club catalano.

 

Messi guarda la coppa: miglior foto sportiva del 2014

Il sogno infranto di Messi, la conquista della Coppa del Mondo nella finale dei Mondiale 2014 in Brasile, ha vinto il premio del World Press Photo nella categoria sport. Ad aver scattato l’immagine, e conquistato il riconoscimento è stato il fotografo cinese Bao Tailiang.

Il titolo della fotografia “The Final Game” riassume in sè il desiderio svanito a pochi minuti dal termine dei supplementari a causa della rete tedesca ad opera di Götze.

Milan: ecco il progetto del nuovo stadio rossonero

 

La sede del Milan potrebbe avere vicino il nuovo stadio dei rossoneri. Alla gara indetta per il rilancio del Portello, la zona dei padiglioni 1 e 2 della Fiera di MilanoCity, parteciperà anche la società rossonera. Lo stadio, progettato da Arup, società ingegneristica che ha realizzato l’Allianz Arena del Bayern Monaco, prevede 48.000 posti con un investimento di circa 300 milioni di euro.

Oltre allo stadio sono previsti all’interno del complesso un albergo, un liceo a indirizzo sportivo, ristoranti, parchi giochi e percorsi nel verde cittadino. L’obbiettivo è, qualora il progetto vincesse la gara indetta, è di avere pronto il nuovo stadio per la stagione 2018/19.