Mutu: stop al calcio nel giorno del compleanno

Compiere 36 anni e smettere con il calcio giocato: questo il compleanno di Adrian Mutu, giramondo del pallone che in Italia ha vestito le maglie di Inter, Verona, Juventus, Fiorentina e Cesena ha salutato in occasione di un programma televisivo della tv romena che lo aveva contattato per fargli gli auguri. Tuttavia Mutu ha preferito glissare ed in maniera molto salomonica ha dichiarato: «Non voglio più parlare di calcio, mi sono ritirato», sancendo di fatto l’addio dopo che il giocatore era svincolato da settembre.

Fiorentina e l’ex Mutu: se mi vogliono torno subito

Dopo l’ultima esperienza italiana con la maglia dei romagnoli del cesena, terminata con la retrocessione, Adrian Mutu ha lasciato l’Italia per firmare un contratto con la squadra corsa dell’Ajaccio, militante in Ligue 1.

Intervistato da Lady Radio, emittente radiofonica vicina ai colori viola, ha espresso una vena di romanticismo, lui che in Toscana ha lasciato ottimi ricordi: “La nuova Fiorentina? Non la seguo molto, ma pare stia andando alla grande. Certo, non serve fare paragoni con la Fiorentina di Prandelli… E’ presto per parlare di Champions League. L’attacco? Beh, ho visto che è tornato Toni, magari torno pure io… “.

Sul futuro non ha idee di un rientro in patria: “Non penso che tornerò mai in Romania, anche finita la mia carriera, ma spero di tornare a Firenze, anche solo per vedere una partita dei viola. Della Valle? Qualche critica se la meritava, ma ha fatto in questa piazza. Hanno un progetto serio e vorranno costruire una squadra importante. Se Della Valle mi richiamasse? Direi sicuramente di sì. Chiudere la carriera a Firenze sarebbe bellissimo e con la famiglia Della Valle ho un bel rapporto. Recentemente ho chiamato Andrea, ma non mi ha risposto”.

Ufficiale: Mutu all’Ajaccio

 

Non è paragonabile ad Ibra, ma certo anche lui non sembra affezionato alle maglie che indossa: Adrian Mutu, attaccante rumeno fresco dello svincolo dal Cesena, vestirà la decima maglia diversa della sua carriera. L’Ajaccio ha infatti ufficializzato l’arrivo in terra Corsa del giocatore 33enne.

Dopo quelle di Arges Pitesti, Dinamo Bucarest, Inter, Verona, Parma, Chelsea, Juventus, Fiorentina e della già citata squadra romagnola, Mutu indosserà i colori del club di Ligue 1, per misurarsi con un campionato in netta ascesa.

 

Mutu saluta l’Italia: ufficiale all’Ajaccio

“Ajaccio arrivo! Lunedì sarò in Corsica”, questa l’ufficialità che Adrian Mutu, attaccante rumeno del Cesena, ha dato tramite il suo profilo Twitter pochi istanti fa in merito al suo passaggio al club corso. Addio dunque all’Italia dopo dodici anni intervallti solo dalla sfortunatissima parentesi al Chelsea nel 2003/2004, che  lo vide implicato in una brutta vicenda di uso di droga.

Stamattina era arrivata la rescissione con il club romagnolo, dopo che il club corso, neopromosso, era in cerca di un giocatore d’esperienza.

Un altro (ex) talento lascia l’Italia

Adrian Mutu, 33 anni, è molto vicino a lasciare Cesena e l’Italia per trasferirsi nella vicina Francia, ma il club non è da prima pagina come si potrebbe pensare dopo che il PSG ha saccheggiato nelle ultime due campagne acquisti il mercato italiano.

Il club che sta per aggiudicarsi l’ex  tra le altre, di Fiorentina, Inter e Juve è molto vicino all’accordo con  l’Ajaccio. Queste le dichiarazioni rilasciate dal presidente del club corso, Alain Orsoni, a RMC: “E’ stato raggiunto l’accordo con Mutu e con i suoi agenti. Adesso il giocatore deve raggiungere un accordo con il Cesena. Si tratta di un ottimo attaccante, spero che possa indossare i nostri colori in fretta”.