Rambo genoano si nasconde nei boschi per spiare la Samp

Il derby della Lanterna di domani sera sarà il solito avvenimento importante per la città ligure che, due volte all’anno, si divide a livello calcistico. Ma stavolta è accaduto nell’anti vigilia un fatto curioso: un allenatore dei portieri delle giovanili del Genoa, Luca de Prà, è stato beccato sulla collina del Poggio che sovrasta il campo superiore del “Mugnaini”, a Bogliasco, il centro sportivo della Sampdoria.

Giorgio Ajazzone, team manager blucerchiato, lo ha trovato in fase di appostamento ed oltre ad allontanarlo, gli ha scattato una foto che è già circolata nel mondo di internet. Il club genoano ci ha però tenuto a prendere subito le distanze dal comportamento del suo dipendente, emettendo un comunicato.

“Il Genoa Cfc, con riferimento a quanto avvenuto questa mattina – si legge sul sito – precisa che nessun dirigente o componente lo staff tecnico ha dato mandato al signor Luca De Prà, preparatore portieri della Primavera, di seguire l’allenamento in programma a Bogliasco. Si è trattata di una iniziativa di carattere personale. Tale procedura non è mai stata utilizzata in passato e non fa parte del modus operandi ascrivibile al nostro club. La Società rende noto che il sig. De Prà è stato sospeso con effetto immediato dall’incarico in attesa che vengano fornite eventuali spiegazioni”.