Dubbi su un match di Ligue 1: giro eccessivo di scommesse

Al momento c’è solo un’indagine in corso, ma è sorprendente che in Francia l’Autorità francese per la regolamentazione dei giochi online, ovvero ARJEL, si è già attivata con un’inchiesta relativa al numero considerato rilevante di scommesse sul match di Ligue 1 tra il Montpellier, campioni di Francia in carica, e l’Ajaccio impegnato nella lotta per non retrocedere. La vittoria della squadra corsa, avvenuta in rimonta per 2-1 ha dato luogo  a sospetti per il fatto che  alcuni operatori avevano segnalato un numero anomalo di scommesse sulla partita e con cifre molto elevate.

Il presidente dell’ARJEL Jean-Francois Villotte ha però voluto tranquillizzare gli animi: “L’apertura dell’inchiesta non vuol dire che ci siano stati imbrogli, è solo una mossa precauzionale”.

Maradona super richiesto: anche ipotesi Spagna

Diego Armando Maradona è molto richiesto al momento. Dopo l’ipotesi francese e portoghese con rispettivamente Montpellier e Sporting Lisbona isi è fatto avanti anche il Siviglia, che lo vorrebbe alla guida della squadra come nuovo allenatore. L’ex Pibe de Oro sarebbe disposto ad allenare il club spagnolo secondo quanto ha dichiarato la stessa stella del calcio mondiale:

“Allenare il Siviglia? Perchè no? Se il Siviglia si fa vivo, io andrei anche domani mattina, mi piacerebbe lavorare in Spagna”.

Maradona: sarebbe piaciuto al Montpellier ma…

Era stato indicato per la panchina dello Sporting Lisbona, club nobile ma in fase decadente del campionato portoghese, ma oggi arriva dalla Francia l’idea (non attuabile) di portare Diego Armando Maradona su una panchina importante, quella del campione in carica , il Montpellier del presidente carismatico Loulou Nicollin che esonerato il tecnico Renè Girard, e che ha dichiarato in proposito:  “Mi sarebbe piaciuto portare Maradona la Montpellier, con lui avremmo tutte le prime pagine dei giornali. Purtroppo però è molto difficile, non ho i mezzi economici per tesserarlo”.

Coppa di Francia: i risultati dei 16esimi di finale

Nei sedicesimi di finale della Coppa di Francia, partite ad eliminazione diretta, il PSG supera agevolmente il turno battendo per 3-1 il Tolosa, con le reti di Gameiro (Pa), pareggio di  Tabanou (T), mentre nel secondo tempo Pastore e Lavezzi chiudono il match.

Eliminato il Montpelllier campione nazionale in carica, che così esce dalla seconda coppa in una settimana mentre il VÉNISSIEUX MINGUETTES, un team di CFA2 (l’equivalente della nostra Serie D), sul Le Poiré-sur-Vie, militante nella serie National (Lega Pro Prima Divisione) prova ad essere la sorpresa della competizione.  Altra mina vagante  potrebbe essere il l RAON-L’ÉTAPE (CFA2, pari alla nostra Lega Pro Seconda Divisione) che supera l’ Istres, formazione di Ligue 2.

disputate martedì

Epinal-Nantes 4-3 (dts)
Avenir Foot Lozere-Le Havre 0-3
Fontenay Vendee-Troyes 0-5
Sedan-Lorient 0-1
Vertou Ussa-Evian 0-2
Rouen-Marsiglia (rinviata)

giocate stasera

Nizza-Nancy 4-6 (dts)
Montpellier-Sochaux 2-3 (dts)
Raon L’Etape-Istres 1-0
Meaux Academy Football-St. Etienne 3-5 (dts)
Venissieux Minguettes-Le Poire’ Sur Vie 4-3 (dts)
Bastia-Brest 1-3
Moulins-Bordeaux 1-2
Stade Bordelais-Lens 0-3
Psg-Tolosa 3-1

domani alle 20:55 Plabennec-Lille

Gaffe imperdonabile di Lineker, offende i musulmani e poi chiede scusa

Gary Lineker, bomber della nazionale inglese negli anni Ottanta, ed ora 51enne commentatore sportivo per la BBC, si è trovato al centro di furiose polemiche per una sua frase detta durante il match di Champions League Schalke 04 – Montpellier di mercoledì scorso. Il fatto ha avuto maggior risonanza poiché in quella serata si trovava negli studi di Al Jazeera TV, la cui utenza è nota essere concentrata soprattutto nei paesi di fede islamica.

Dopo il goal d’apertura per i francesi, nel commentare le immagini, Lineker si è concesso una frase luogo : “Un fantastico colpo di Karim Ait-Fana, che ha segnato appena fuori area e poi mangia l’erba…come soliti fare”, mentre i telespettatori vedevano Ait-Fana e Younes Belhanda adottare la tradizionale posizione della preghiera islamica, nota con il nome di Sajda. 

Ovvie le reazioni sul web dei supporters che non hanno accettato l’espressione, ritenendola offensiva ed ignorante, come qualcuno ha scritto. La risposta dell’ex giocatore è stata: “Mi dispiace ma non sono a conoscenza della fede religiosa di ciascun calciatore”. La BBC, da par suo, non ha voluto commentare l’episodio.

 

 

Non passa inosservato il gesto offensivo del tecnico del Montpellier

L’allenatore del Montpellier, René Girard, ha mostrato durante il match di mercoledì sera il dito medio a Huub Stevens, tecnico dello Schalke 04 affrontato in Champions League. Il tecnico transalpino ha motivato il gesto lamentando una mancanza di rispetto del collega nei suoi confronti.
L’ Uefa però ha aperto un procedimento disciplinare nei confronti di Girard per condotta impropria.

Partita la Ligue1: il Montpellier subito fermato

Quest’anno si guarderà spesso Oltralpe curiosi di assistere ad un PSG che sulla carta sembra destinato a dominare il campionato. Ed un favore per la prima fuga dei parigini la offre il Montpellier campione in carica che nel match inaugurale casalingo viene fermato sul pari 1-1  contro il Toulouse FC.

Vantaggio dei campioni al 34° grazie ad un contropiede di Camara, i quali subiscono un’espulsione sul finire del primo tempo del centrocampista tunisino Jamel Saihi, punito con il rosso diretto per un’entrata a gamba tesa molto pericolosa.

Pareggio ospite a metà del secondo tempo grazie ad un colpo di testa di Wissam Ben Yedder. Il Tolosa poi rimane addirittura in nove per due rossi in pochi minuti, ma riesce lo stesso a fallire l’occasione per sbancare lo Stade de la Mosson. Ma la regola del non c’è due senza tre viene perfettamente rispettata, infatti è la terza stagione consecutiva che la squadra campione di Francia non riesce a vincere all’esordio.

Questa sera alle 21.00 l’esordio del Paris St Germain di Ancelotti e di Ibrahimovic, Verratti, Lavezzi, Pastore mentre Thiago Silva mancherà in quanto impegnato nella finale delle Olimpiadi a Wembley.

 

Ranocchia: l’Inter risponde picche al Milan (che non molla)

 

Oggi il Corriere dello Sport ribadisce che il Milan non molla la pista che porta ad Andrea Ranocchia, date le oggettive difficoltà nell’arrivare a Yanga Mbiwa, difensore del Montpellier. I rossoneri restano alla finestra, ma è quasi impossibile che l’Inter ceda il numero 23, soprattutto in Italia, soprattutto se non arrivano offerte di spessore assoluto (che il Diavolo non sembra poter proporre).

A tutto ciò va aggiunto che Stramaccioni intende puntare sul giovane centrale, bisognoso di una iniezione di sana fiducia, dopo la difficile stagione passata.