El Shaarawy come Pato? Buffa lo aveva predetto

El_Shaarawy_GC485271-e1351433318788

 

El Shaarawy dice addio al Milan, che incassa 16 milioni di euro, e si trasferisce in Costa Azzurra: lo attende il Monaco, club che vuole presto tornare ai fasti del tempo che fu e che dopo l’eliminazione ai quarti di Champions League ad opera della Juventus, pare aver ripreso il passo giusto per tornare fra le grandi d’Europa. Ma Federico Buffa ci aveva visto giusto allora, quando aveva azzardato un paragone fra Pato e il Faraone….

Falcao: United non lo riscatta, Juve in Pole?

falcao

Radamel Falcao non è stato riscattato dal Manchester United: la notizia ora è ufficiale,e dunque l’attaccante colombiano 29 enne rientra dopo il prestito annuale al Monaco. A questo punto rischia di scatenarsi un’asta  per il forte giocatore che nella stagione 2014-15 ha segnato la miseria di quattro reti per il club dei Red Devils che ha comunque raggiunto l’obbiettivo di rientrare dalla porta di servizio della Champions League, raggiungendo il quarto posto in classifica in Premier League. A questo punto la Juventus potrebbe tornare alla carica per assicurarsi Falcao, anche in previsione della possibile perdita di Tevez a giugno oppure nel 2016.

Thierry Henry: E’ giunto il momento di lasciare il calcio

Per il francese Henry è giunto il momento di appendere le scarpette al chiodo. Dopo il pareggio nei play-off della MLS dei suoi New York Red Bulls contro i New England Revolution, risultato che ha decretato l’eliminazione, il francese, visto anche in Italia in maglia Juventus, ha scritto un posto sul profilo personale Facebook:  “Dopo 20 anni di gioco ho deciso di ritirarmi dal calcio professionistico. È stato un viaggio incredibile e vorrei ringraziare tutti i tifosi, i compagni di squadra, i dirigenti del Monaco, della Juventus, dell’Arsenal, del Barcelona, dei New York Red Bulls e, naturalmente, della Nazionale francese, che hanno reso gli anni trascorsi nel mondo del calcio così speciali”. “È arrivato il momento di intraprendere un altro percorso una carriera diversa, e sono lieto di annunciare che, dopo essere tornato a Londra, mi unisco alla famiglia di Sky Sport. Spero di condividere intuizioni, osservazioni ed esperienze vissute nel corso degli anni trascorsi sui campi, conoscendo diversi compagni di squadra. Ho dei ricordi incredibili (per lo più buoni), ho vissuto un’esperienza meravigliosa”.

Vita breve per Ranieri a Monaco?

Il traguardo impostogli dalla dirigenza del Principato , ovvero la promozione nella massima serie, è stato raggiunto brillantemente dal tecnico romano Claudio Ranieri. Ora la palla è passata ai responsabili di mercato del Monco, che stanno allestendo uno squadrone per ben figurare in Ligue 1 e tentare ad inserrsi fin dal primo anno in Champions League.

Tuttavia, secondo quel che riporta il ‘Daily Mail’, il Monaco avrebbe intenzione di modificare ben presto la guida tecnica ed avrebbe individuato nel portoghese Andrè Villas Boas il sostituto ideale. Il manager è però ancora sotto contratto con il Tottenham per due anni. Obbiettivo dunque è Villas Boas per il futuro, in considerazione del fatto che ritroverebbe nel Principato Falcao, Moutinho e Rodriguez, già allenati nel Porto.

Monaco: si parte in Ligue 1 con il -2 !

Partenza ad handicap per il club monegasco guidato da Claudio Ranieri. Come riporta l’edizione odierna dello storico quotidiano sportivo L’Equipe, il Monaco, neopromossa in Ligue 1, sarà a costretta a partire nel prossimo campionato con una penalità di due punti, dopo la decisione della commissione disciplinare francese riunitasi per discutere dei disordini avvenuti durante la gara Monaco-Le Mans della passata stagione di Ligue 2.

Alla penalizzazione si aggiunge anche la sanzione della disputa di un match a porte chiuse, indicativamente quello del prossimo 17 agosto contro il Montpellier.

Monaco: assalto a Cristiano Ronaldo, pronta super offerta

Il fascino dei blancos di  Madrid potrebbe non essere sufficiente a trattenere Cristiano Ronaldo: infatti la dirigenza del club monegasco è pronta a mettere sul piatto un consistente ingaggio per strapparlo dai reali di Spagna e portarlo ai reali di Monaco.

I media spagnoli riportano che proprio nelle ultime ore la dirigenza del club biancorosso sarebbe disposta ad offrire una cifra vicina ai 23 milioni di euro netti a stagione, più o meno il doppio di quanto percepito attualmente dal calciatore portoghese. A tale proposta si aggiungerebbe inoltre la disponibilità a lasciare al portoghese tutti i propri diritti d’immagine mentre il procuratore del calciatore Jorge Mendes riceverebbe un sostanzioso premio di  circa 10 milioni di euro qualora l’affare andasse in porto.

Monaco: stanno per arrivare la Ligue1 ed il cambio di sede?

Il Monaco di Claudio Ranieri veleggia in prima posizione nella serie B francese e con essa si avvicina il matematico ritorno nel massimo torneo francese dopo due stagioni di purgatorio. Ma con la promozione si rischia di dover cambiare la sede del club: infatti nell’ultima assemblea di marzo, i vertici federali  transalpini hanno introdotto una nuova regola nello statuto, secondo cui a partire dalla stagione 2014/2015 potranno partecipare ai campionati di Ligue 1 e Ligue 2 (la Serie A e la Serie B francesi) solo ed esclusivamente “i club la cui sede e direzione effettiva si trova in Francia”.

Per il Monaco, acquistato poco tempo fa dal magnate russo Rybolovlev, ex principale proprietario di Uralkali, colosso dei fertilizzanti che nel 2008 vantava un capitale sociale di circa 35 miliardi di dollari, si tratterebbe di un provvedimento che lo porterebbe a perdere i benefici del paradiso fiscale sulla Costa Azzurra.

Ranieri, polemiche italiane a distanza

Primo in classifica con i biancorossi del Monaco in Ligue 2 e prossimo a festeggiare il ritorno dei monegaschi nel massimo torneo transalpino, Claudio Ranieri guarda con distacco il torneo italiano ma ha parole sarcastiche per il suo ultimo club tricolore, l’Inter guidata da quel Andrea Stramaccioni, romano come lui: «A Monaco sto bene, questa squadra può fare grandi cose. L’obiettivo è tornare presto in Europa. L’Inter? Quando c’ero io non comprava, si pensava soltanto a vendere».

Trezeguet, vicino al ritiro? O vicino al Monaco di Ranieri?

Intervenuto su Fox Sports, David Trezeguet, capitano del River Plate, ha rilasciato dichiarazioni che lasciano presagire un possibile abbandono del club di Buenos Aires. La lontananza dai figli che vivono nel Principato di Monaco lo stanno portando a ripensare sul suo futuro sudamericano: ” Il River oggi è la mia famiglia, perché la mia vera famiglia è lontana; poi si vedrà cosa sarà meglio per me e per il River, ma a campionato concluso, in dicembre.”
L’attaccante francese ha poi proseguito così: ” Venire al River mi ha fatto sentire di nuovo un giocatore importante e sarò sempre grato a questa famiglia, ma dovrò continuare a viaggiare in Europa. Quando hai due bambini così lontani, pensi un sacco di cose… Vedremo cosa sarà meglio per tutti a dicembre.”

Tuttavia si aprono possibili spiragli di un suo ritorno nel Monaco, squadra che lo lanciò sulla ribalta europea e che mosse la Triade bianconera per portarlo in maglia juventina per un decennio.