Rooney: amichevole con vecchie glorie per beneficenza

rooney

Manchester United vuole ringraziare Wayne Rooney, campione e bandiera dei Red Devils, per “aver sposato” la mitica squadra inglese. E Rooney giocherà con le vecchie glorie ribattezzate Manchester United XI contro una squadra ancora da designare nella prossima estate, più precisamente il 3 agosto 2016.

Il 30enne attaccante inglese ha già comunque deciso di destinare l’intero incasso in beneficenza, mediante la neonata  Wayne Rooney Foundation.

All’annuncio dell’incontro amichevole, Ronney, ormai alla sua 11-esima stagione con lo United ha voluto ringraziare innanzitutto i tifosi per l’affetto dimostrato nel corso della sua carriera all’Old Trafford.. Arrivato nel 2004 dall’Everton, Rooney finora ha vinto ben 5 Premier League, 2 Coppe di Lega ed una Champions League. Inoltre si trova a soli 13 reti dal top scorer di tutti i tempi del club, ovvero Sir Bobby Charlton. “Sono contentissimo che i fans dello United potranno celebrare questi meravigliosi anni trascorsi in questo modo da Wayne qui con noi”, ha dichiarato il vice presidente esecutivo Woodward.

L’agente del giocatore, Paul Stretford, ha voluto evidenziare il gesto benefico del suo assitito: ” non sono sorpreso perchè è tipico di Wayne come  uomo e padre. In seguito alla decisione di Wyane, stiamo lavorando affinche l’evento diventi imperdibile e memorabile per i fans che vorranno essere presenti”.

Gaffe clamorosa: completo Manchester United anni 80 con pantaloni del Chelsea

manchester

Clamorosa gaffe dell’Adidas: nel proporre una tuta versione anno 80 del Manchester United, la marca delle “tre bande” ha postato come foto del prodotto sullo store ufficiale una divisa con i pantaloni del Chelsea!

L’immagine è diventata ben presto virale, tanto che è stata rimossa….quel che ne rimane è uno dei tanti screenshots che sono girati in Rete nelle ultime ore.

De Gea – Navas: il caso Soriano si ripete con Real Madrid – Manchester United

de gea navasSe il colpo last minute del Napoli, l’acquisto di Soriano dalla Sampdoria, è sfumato nei minuti finali per colpa di un contratto da modificare per i diritti d’immagine da inserire nelle clausole, lo scambio di portieri fra Real Madrid e Manchester United nelle figure di Keylor Navas e De Gea è saltato per colpa dell’invio in ritardo della documentazione da parte del club madrileno alla federazione iberica a mezzanotte e mezzo, trenta minuti oltre il termine previsto delle 00.00.

E subito in rete si è scatenata l’ironia dei milioni di tifosi pro o contro Real Madrid, che hanno invaso il mondo di Internet con alcuni memes divertenti.

148976

148978

alonso

 

Ujfalusi, ex Fiorentina: De Gea non firmare per il Real

ujfalusi

Tomas Ujfalusi, non le manda a dire certamente. L’ex difensore ceco, con un passato in Italia con la maglia della Fiorentina ed un triennio all’Atletico Madrid, ha espresso in maniera chiara il suo pensiero in merito alle possibili trattative di mercato che potrebbero vedere l’attuale estremo difensore del Manchester United De Gea, tornare nella capitale spagnola per vestire la maglia del Real Madrid, “tradendo” così la squadra che lo lanciò nel calcio che conta..

In un’intervista al Daily Mail, Ujfalusi ha dichiarato che sarebbe un sacrilegio il passaggio ai blancos: ” No,no, no: I tifosi dell’Atletico non lo perdonerebbero se firmasse il contratto con il Real Madrid, sicuramente”, ricordando che in passato il portiere spagnolo aveva sempre dichiarato impossibile il salto sulla sponda opposta.

Ed ha aggiunto: “Sono sempre convinto che non sia facile prendere una decisione del genere. Tuttavia sarebbe una sorpresa per il sottoscritto, perchè lui (De Gea n.d.r.) è un tifoso dell’Atletico Madrid. Quando era giovane, il suo cuore batteva per l’Atletico”.

 

 

Falcao: United non lo riscatta, Juve in Pole?

falcao

Radamel Falcao non è stato riscattato dal Manchester United: la notizia ora è ufficiale,e dunque l’attaccante colombiano 29 enne rientra dopo il prestito annuale al Monaco. A questo punto rischia di scatenarsi un’asta  per il forte giocatore che nella stagione 2014-15 ha segnato la miseria di quattro reti per il club dei Red Devils che ha comunque raggiunto l’obbiettivo di rientrare dalla porta di servizio della Champions League, raggiungendo il quarto posto in classifica in Premier League. A questo punto la Juventus potrebbe tornare alla carica per assicurarsi Falcao, anche in previsione della possibile perdita di Tevez a giugno oppure nel 2016.

Oops, Blind inciampa da solo in FA Cup

Un match di FA Cup è di per sè prestigioso: alzare quella coppa nel mese di maggio in Inghilterra assicura a qualunque giocatore fama e prestigio. E Daley Blind, difensore del Manchester United, non può essere stato il nome dell’avversario, Preston North End, ad averlo impensierito. Inciampare da solo nel momento di ricevere un retropassaggio può solo scatenare l’ilarità del pubblico.

 

Lo United offre 150 milioni per Bale!

Notizia bomba che proviene dall’Inghilterra: il Manchester United sarebbe disposto a mettere  sul piatto la cifra monstre di 150 milioni di euro per assicurarsi il gallese Bale, in forza al Real Madrid. A scriverlo è il quotidiano spagnolo As, vicino ai blancos: l’intenzione dei Red Devils di ingaggiare il forte calciatore gallese sarebbe motivata dal non soddisfacente risultato ottenuti in Premier dopo gli ingaggi milionari di Di María, Ander Herrera, Mata, Fellaini e Falcao. Inoltre, dopo una stagione deludente come quella passata, che ha portato all’esclusione dalla Champions League, il club inglese ha come obiettivo massimo quest’anno di conquistare l’accesso alla competizione.

Di contro Bale, solo pochi giorni fa, aveva dichiarato in un’intervista concessa nel programma “El Larguero” dell’emittente Cadena SER che non ha alcuna intenzione di lasciare il club madrileno: “Sono molto contento. Qui sono fellice, ho ancora molti anni di contratto (fino al 2019) e voglio continuare a vincere trofei con il Real Madrid”.

Il figlio di Rooney: super ballerino

Sulla base musicale di una nota canzone di Michael Jackson, il figlio dell’attaccante del Manchester United Wayne Rooney, si esibisce davanti ai genitori nel salotto di casa. E’ stato lo stesso campione della nazionale inglese a postare su Instagram le immagini e  non sappiamo se il piccolo Kay, questo il nome del bambino, avrà le stesse qualità calcistiche del padre, ma in tema di ritmo, dimostra già di saperci fare.

http://youtu.be/gvkiQn_BjEE

Manchester United: in un tweet la nuova maglia

Potenza dei social: il Manchester United ha postato con un tweet l’immagine della maglia che verrà indossata dai Red Devils nella prossima stagione 2015-2016. A dire la vertià si tratta di un’idea che forse, per motivi di marketing, è stata immessa nel mondo virtuale per testarne la validità presso i fans. Per la prima volta infatti il brand che realizzerà le divise sarà l’Adidas, dopo un legame che il club aveva mantenuto con Nike per ben 13 anni.

L’importo del contratto di sponsorizzazione è pari alla cifra monstre di 750 milioni di sterline, al cambio attuale circa 968 milioni di euro, e della durata di 10 anni.

Van Gaal si sente spiato dai droni

Siamo in Inghilterra e chiamare in causa James Bond 007 sembrerebbe normale: ma se a sentirsi accerchiato dalle spie è il tecnico dei Red Devils, Louis Van Gaal, la cosa fa notizia. L’allenatore del Manchester United, come riportato dal quotidiano The Sun, ha ingaggiato un’impresa di investigazione privata per controllare il cielo sovrastante il campo d’allenamento dello United in modo da essere certo che non vi siano droni che possano in alcun modo spiare le sedute tecniche dell’allenatore olandese.