Sassuolo nei guai: sospeso per doping l’attaccante Pavoletti

Brutte notizie per il Sassuolo: l’attaccante della squadra, Leonardo Pavoletti, è stato infatti trovato positivo ai controlli anti-doping, come comunicato poco fa dal CONI.

Il giocatore, sottoposto a test il 26 dicembre scorso, in occasione della partita di Serie B Livorno – Sassuolo, in cui i neroverdi si videro rimontati dopo il doppio vantaggio e finirono per perdere 3-2,  avrebbe avuto nel sangue un valore eccessivo di Tuaminoeptano, un prodotto decongestionante nasale proibito per gli sportivi.  Per il momento il Tribunale Nazionale Antidoping ha sospeso in via cautelare l’atleta, accogliendo l’istanza presentata dall’Ufficio di Procura Antidoping.

Squalifica a scopo educativo per Mandorlini

Sentenza unica per il tecnico del Verona Andrea Mandorlini in seguito alle dichiarazioni espresse nei confronti della città di Livorno prima della gara dello scorso autunno: la Commissione Disciplinare del Settore Tecnico, alla quale era stato deferito dal Procuratore Federale dopo le frasi pronunciate lo scorso 20 ottobre, gli ha inflitto una squalifica fino al 31 gennaio 2013 oltre ad un’ammenda di 20.000 euro.

Ad esso però si è aggiunta, sempre su proposta della Disciplinare e “accettata dalla controparte con il pieno consenso della Procura federale”, a Mandorlini è stata inflitta un’ulteriore sanzione: dopo aver scontato la squalifica, nelle interviste pre e post partita dovrà fare dichiarazioni di credere nel rispetto dei valori sportivi, almeno per le 7 successive gare effettive di campionato.

Livorno nuovamente al secondo posto in classifica. Sale la Juve Stabia

Tanti goal nella 15° giornata di serie Bwin che, in attesa del posticipo tra Brescia e Sassuolo, ha visto il Livorno imporsi con autorità per 2-0 su un evanescente Varese.
Proprio i labronici tornano secondi in classifica a 32 punti insieme al Verona fermato ieri sera nell’anticipo casalingo 1-1 dal Cesena.

Bella la vittoria della Juve Stabila (doppietta di Danilevicius) che sale così al 4° posto in classifica solitaria a 24 punti. Tra gli altri risultati vittoria dell’Empoli 3-2 nel derby con il Grosseto. Vittoria derby anche per il Padova 2-1 sul Cittadella e del Crotone 2-0 a Vercelli. Vince il Vicenza 2-1 su un sempre più disperato Novara e il Bari 3-0 convincente a Lanciano. Pareggiano 1-1 sia Reggina e Ternana, sia Modena Ascoli.

Calcione all’avversario e Cellerino, ex Livorno, finisce al commissariato

Un calcio volante rifilato al portiere avversario e la giornata è finita in commissariato con l’accusa di aver violato la legge contro la violenza negli stadi. Gaston Cellerino, ex attaccante del Livorno attualmente in presito all’Union la Calera in Cile, ha pagato così il gesto compiuto al 94° contro il Santiago Wanderers, dove ha aggredito il portiere avversario Mauricio Viana con un calcio da kung-fu in pieno petto.

“E’ stata la reazione a caldo di quando insultano i tuoi familiari, non avrebbe dovuto dirmi niente. Stavo uscendo tranquillo dal campo dopo l’espulsione ed è venuto a insultarmi”. L’attaccante argentino si mostrato pentito per il gesto violento, “di aver dato questo cattivo esempio in un campo di calcio. Chiedo scusa alle famiglie e ai bambini che erano allo stadio”. Cellerino ha però dichiarato che non ha alcuna intenzione di chiamare Viana per scusarsi ma di voler affidarsi alle immagini televisive perché dimostrino la provocazione dell’avversario.

 
http://youtu.be/TnxpzwjHxhs

Sassuolo e Verona avanti tutta: bene anche il Livorno

Il trio di testa continua a vincere e convincere nel campionato di Serie B.
La capolista Sassuolo vince 2-0 contro l’evanescente Novara. Bene anche il Verona che vince 2-0 a Terni. Il Livorno si impone di forza ad Ascoli.

Da segnalare tra gli altri risultati le vittorie della Juve Stabia contro il Lanciano, del Brescia a Cesena, del Modena a Vercelli e il pareggio tra Cittadella e Vicenza. Vittoria scaccia crisi per il Varese che annienta un irriconoscibile Padova per 3-0 con i goal tutti nel primo tempo.

La classifica dice Sassuolo 34, Verona 31 e Livorno 29. Poi il gruppone a 21.
Se dovessero andare avanti così (almeno 10 punti tra la 3° e 4° in classifica finale) si profila la possibilità di 3 promozioni dirette in serie A. Inseguitori siete avvertiti.

Livorno e Cittadella protagoniste in B: lunedì il posticipo Verona-Sassuolo


E’  terminata da poco la tredicesima giornata del campionato di serieB. Nessuna particolare sorpresa con il Livorno che torna secondo in classifica (almeno fino a lunedì sera) grazie alla vittoria per 2.1 in casa con il Bari. Vince anche il Cittadella, vera sorpresa del campionato, che si impone 1.0 a Novara acuendo la crisi dei piemontesi, sconfitti nonostante il cambio in panchina.

Vincono in casa Brescia, Empoli, Grosseto e Spezia. Pareggio 1-1 tra Padova e Cesena e anche tra Reggina e Varese. Da segnalare proprio in questa partita una maxi rissa finale tra alcuni giocatori.

Singolare anche il rifiuto dei tifosi del Varese di accettare in regalo la maglietta dai calciatori. Una conferma del nervosismo in casa biancorossa incapace di vincere da oramai 8 giornate: la panchina di mister Castori scotta sempre di più.

Serie B: ecco le designazioni di domani

Campionato lungo quello cadetto, che torna in campo domani sera alle 20.45 , eccetto Ternana – Sassuolo alle 18.00, per la disputa della 12-esima giornata di andata. Ecco le designazioni

Martedì 30 ottobre ore 20.45
ASCOLI–NOVARA: IRRATI
BARI–EMPOLI: PALAZZINO
CESENA–GROSSETO: DI PAOLO
CITTADELLA–BRESCIA: LA PENNA
CROTONE–VERONA: DI BELLO
JUVE STABIA–REGGINA: TOMMASI
LANCIANO–LIVORNO: BORRIELLO
MODENA–PADOVA: NASCA
PRO VERCELLI–SPEZIA: GIANCOLA
TERNANA–SASSUOLO: CERVELLERA (ore 18.00)
VARESE–VICENZA: FABBRI

I cori contro Morosini costano le prime denunce

Le indagini in merito all’increscioso episodio avvenuto sabato scorso al Picchi di Livorno, dove dal settore ospite una frangia di tifosi ha intonato cori irriguardosi  verso la memoria di Morosini vede i primi esiti, Infatti, sarebbero stati identificati i primi denunciati attraverso le immagini. Il questore di Livorno, Marcello Cardona, aveva preannunciato in mattinata “provvedimenti rigorosi” . Al momento sono quattro i supporter del Verona già identificati.

Il capitano del Livorno Luci: Verona andrebbe radiato

Dopo i brutti corsi sentiti provenire dal settore veneto nel match di sabato pomeriggio allo stadio Picchi di Livorno, rivolti ad offendere la memoria del povero Morosini, Andrea Luci, capitano del Livorno, ha commentato in maniera forte e dura attraverso il quotidiano labronico ‘Il Tirreno”: “Il Verona meriterebbe la radiazione. Non c’è molto altro da aggiungere. E’ una vergogna. Piermario è sempre nei nostri cuori”.

Tifosi veronesi insultano Morosini a Livorno: in arrivo provvedimenti

Il club veronese che si scusa per il comportamento ignobile mantenuto da una parte, per fortuna limitatissima, dei suoi “tifosi”.

Non ci sono giustificazioni per quanto accaduto ieri verso la fine del primo tempo a Livorno quando un gruppo di ultrà del Verona ha scandito un coro di insulti verso il compianto Piermario Morosini, il calciatore  morto lo scorso anno a Pescara durante una partita.

Il coro è stato appena percepito dal resto dei tifosi presenti allo stadio, ma non è sfuggito alla Digos della questura livornese che ha filmato gli autori, i quali hanno concluso la performance con saluti romani e slogan fascisti.

Per completezza di informazione bisogna anche dire che nella curva livornese era stato esposto poco prima uno striscione contro i veronesi sul quale campeggiava la scritta: “Fascio tesserato servo dello Stato”.

“La società livornese rimane senza parole di fronte a questo episodio così come tutti coloro che hanno vissuto la vicenda”, si legge sul sito del club amaranto. “L’Hellas Verona F.C. Spa, in seguito a un coro offensivo nei confronti di Piermario Morosini, intende porgere le proprie scuse più sentite e si dissocia da taluni comportamenti e atteggiamenti che ledono la memoria e l’onore del calciatore del Livorno scomparso”, è la presa di posizione del club veneto.

Confidiamo che la giustizia ordinaria e anche quella sportiva prendano i necessari provvedimenti contro questi signori che non meritano di essere neppure minimamente associati al mondo dello sport. Una punizione esemplare per i beceri autori di questa prestazione è scontata. Probabilmente una forte penalizzazione per i club scaligero potrebbe rappresentare il giusto pugno di ferro delle istituzioni per far capire il messaggio ai futuri emuli di questi trogloditi.