#WelcomeJurgen : You’ll Never Walk Alone in Liverpool-Dortmund 2014

liverpool

C’è già stato un momento emozionante per Jurgen Klopp ad Anfield Road: in un amichevole pre-campionato dell’estate 2014, il Borussia Dortmund fece visita al Liverpool nella sua tana. E come ogni pre-partita si rispetti, l’intero stadio intonò You’ll Never Walk Alone. Nell’occasione i Reds schiantarono i gialloneri tedeschi per 4-0, preludio di una stagione alquanto difficile per Klopp sulla panchina che lo ha reso celebre e che ha lasciato al termine dell’ultima Bundesliga.

 

Brendan Rodgers: giocatore baseball americano confuso su Twitter

brendan-rodgers

 

 

 

Il mondo del web può portare anche a fare confusione. Dopo il derby di domenica contro l’Everton, finito in parità per 1-1, si è conclusa l’esperienza sulla panchina del Liverpool per il manager Brendan Rodgers. La dirigenza dei Reds, approfittando della pausa per le nazionali, ha optato per un nuovo ciclo, considerando che lla stagione 2015-16 è ancora all’inizio.

Ma a pagarne le conseguenze mediatiche è stato un giocatore di baseball della MLB, l’omonimo Brendan Rodgers, interbase dei Colorado Rockies, una delle 30 squadre professionistiche del passatempo preferito dagli americani. Dopo aver ricevuto circa 13.000 (!) messaggi sul profilo Twitter, il player dal cognome irlandese, ha twittato semplicemente, “Io non sono il manager del Liverpool”, sicuramente infastidito dall’eccessiva pubblicità (non gradita) ricevuta in poche ore.

brendan

Steven Gerrard, leggenda del calcio mondiale

gerrard

Dopo ben 17 anni la storia di Steven Gerrard con i “ Reds “ termina, infatti l’ormai ex capitano si trasferirà in MLS nel club “ Los Angeles Galaxy “. Ma ritorniamo al passato. La storia con il Liverpool risale a tanto tempo fa, quando il piccolo ragazzo inglese militava nelle giovanili del Whiston Junior. Un talent scout lo osservò e decise di portarlo a Liverpool all’età di 7 anni. In quel periodo Gerrard fu accostato a tante squadre fra le quali il Manchester United, come scrisse nell’autobiografia del 2006. Decise di rimanere a Liverpool per la grande pressione esercitata dal club che a tutti i costi lo convinse a restare. Firmato il suo primo contratto il 5 Novembre 1997, l’esordio con i “ Reds “ risale al 29 Novembre 1998 contro il Blackburn. Nella stagione del debutto totalizzò 13 presenze. Nell’anno 1999 -2000 l’impiego di Steven aumentò notevolmente; questa stagione fu anche caratterizzata dalla prima espulsione proprio nel derby di “ Merseyside “ contro l’Everton. Nel 2000 esordisce con la maglia bianca dei Tre Leoni assieme ad un’altra icona del calcio inglese, Lampard. Con l’Inghilterra Steven non ha mai avuto tanta fortuna, infatti con la Nazionale non ha mai alzato un trofeo al cielo. Il suo palmarès però è ricchissimo, dal canto suo con il club di Anfield Road ha vinto: Due coppe d’Inghilterra, Tre coppe di lega Inglese, Due Community Shield, Una coppa UEFA, Due Supercoppe UEFA e infine una Champions League. Uno dei suoi ricordi più belli risale al 2004/2005 quando in finale ai rigori contro il Milan riuscì ad alzare la famigerata “ Coppa dalle grandi orecchie “ al cielo. Sempre in quell’anno la UEFA lo nomina miglior giocatore della Champions League. Dal 2003, Steven è capitano del Liverpool. I gol realizzati in tutto sono 119, inoltre è il miglior marcatore dei “ Reds “ nelle competizioni Europee avendo siglato in tutto 41 reti. Una data molto importante per lui è il 29 Dicembre 2006 dove la Regina Elisabetta per meriti sportivi lo nomina membro dell’Ordine dell’Impero Britannico. Per il capitano dei “ Reds “ il cammino terminerà di fatto il 1 Luglio 2015 quando diventerà ufficialmente un giocatore del L.A. Galaxy. Commovente la coreografia realizzata dalla “ Coop “ che il 16 Maggio 2015 lo ha fatto commuovere cantando a squarciagola “ You’ll Never Walk Alone “. Di questi giocatori il Calcio non può farne a meno, ha reso felici milioni e milioni di famiglie, ragazzi/e, bambini per questo penso che tutti possiamo attribuire a Steven Gerrard il termine di “ Fuoriclasse “. In bocca al lupo “ Captain Fantastic “.

Autore: Claudio Micalizzi

Rodgers out, Rafa In, a Liverpool aspettano Benitez

aereo

Prima del match di Premier League Liverpool- QPR, nel cielo sopra Anfield road ha volato un aereo con uno striscione molto chiaro nel concetto “Rodgers out, Rafa in “, riferito all’attuale tecnico del Napoli Benitez che è ancora nei cori di molti tifosi dei Reds. e chissà che l’allenatore spagnolo nelle prossime ore non si decida a sciogliere le ultime riserve circa la sua possibile destinazione futura.

Besiktas – Liverpool nello stadio portafortuna dei Reds

Il match di ritorno dei 16-esimi fra Besiktas e Liverpool si disputerà nello Stadio Olimpico Atatürk, situato alla periferia di Istanbul e fin qui nulla di strano. Le Aquile Nere hanno dovuto infatti indicare lo stadio costruito in previsione di una possibile candidatura alle Olimpiadi al posto della nuova Vodafone Arena, ancora in ritardo nella fase di completamento dei lavori.

Ma lo stadio Olimpico, seppure sia un’Arena da ben 80.000 posti, e stasera l’ambiente sarà molto caldo, assicurano i turchi, evoca ricorda piacevoli per i Reds che qui, il 25 maggio 2005, dapprima rimontarono in soli sei minuti il Milan dallo 0-3 del primo tempo e poi si aggiudicarono ai rigori la loro ultima Champions League, guidati in panchina da Rafa Benitez. Eroe di quella notte fu il portiere polacco Dudek che, probabilmente memore del suo collega Bruce Grobbelaar, seppe ipnotizzare Pirlo e Shevchenko, permettendo così al Liverpool di conquistare la quinta Coppa dalle Grandi Orecchie.

Per Balotelli e compagni dunque gli 80.000 spettatori faranno un pò meno paura.

 

Steward placca stile rugby invasore in Southampton – Liverpool

Festeggiamento dei giocatori del Liverpool verso il settore che ospita i propri fans ed uno steward del Southampton, squadra di casa, placca da buon giocatore di rugby un solitario invasore tifoso dei Reds, la cui passione deve essere così forte da invitarlo a scavalcare la recinzione. Di qui non si passa, potrebbe  aver detto il solerte addetto alla sicurezza dei Saints.