Ligue1: il PSG cade al 90°, scudetto riaperto

Ligue 1, 25a giornata

Bordeaux-Lione 0-4 15′ e 73′ Grenier (L), 65′ Fofana (L), 75′ Lacazette (L)

Reims-Saint-Etienne 1-1 10′ Aubameyang (SE), 76′ Courtet (R)

Sochaux-Paris S.G. 3-2 29′ Alex (P), 36′ Roudet (S), 54′ Sio (S), 76′ aut. Roussillon (P), 83′ Bakambu (S)

Giocata venerdì
Lilla-Rennes 2-0
24′ aut. Mavinga (R), 61′ Payet (L)
Giocate sabato
Marsiglia-Valenciennes 1-0
90′ Fanni (M)
Bastia-Nizza 0-1
61′ Maupay (N)
Brest-Ajaccio 1-1 12′ Raspentino (B), 70′ Oliech (A)
Lorient-Evian 2-1 42′ rig. Aliadiere (L), 78′ Monnet-Paquet (L), 83′ Betao (E)
Montpellier-Nancy 1-0 35′ Herrera (M)
Tolosa-Troyes 2-2 78′ Yattara (Tr), 83′ Nivet (Tr), 86′ Ben Basat (To), 89′ Dido (To)
CLASSIFICA: Paris Saint-Germain 51, Lione 49, Marsiglia 46, Nizza 42, Saint-Etienne 41, Rennes 40, Lorient 39, Montpellier 38, Bordeaux 38, Lille 37, Valenciennes 33, Tolosa 32, Ajaccio 29, Bastia 26, Sochaux 26, Brest 25, Reims 24, Evian 23, Troyes 19, Nancy 18. (Ajaccio -2).

Al PSG vittoria e vetta della classifica

Big match nel campionato francese che vede cambiare decisamente la classifica: il PSG al Parco dei Principi superano con il minimo sforzo il Lione capoclassifica e lo raggiungono in vetta assieme al Marsiglia: la rete  avviene nei minuti di recupero del primo tempo, Ibrahimovic pesca in area Matuidi che realizza la rete del vantaggio.

Nancy-Bordeaux 1-1 32′ Bakar (N), 76′ Saivet (B)

Saint-Étienne-Lorient 0-2 20′ Aliadiere (L), 39′ Traore (L)

Paris SG-Lione 1-0 45′ Matuidi (P)

Rennes-Valenciennes 2-0 5′ Feret (R), 71′ Pitroipa (R)

Tolosa – Marsiglia 0-1 68′ Gignac (M)

Nizza-Evian 3-2 3′ Sagbo (E), 14′ Barbosa (E), 19′, 47′ Cvitanich (N), 90′ Maupay (N)

Sochaux-Brest 1-2 59′ Bakambu (S), 63′ Grougi (B), 78′ Ben Basat (B)

Montpellier – Bastia 4-0 14′ Estrada (M), 48′ Herrera (M), 60′ Belhanda (M), 76′ Mounier (M)

Troyes-Ajaccio 3-2 34′ Darbion (T), 39′ Nivet (T), 45′ Camus (T), 90′ Lasne (A), 92′ aut. Cavalli (A)

Reims-Lille 1-1 7′ Weber (R), 72′ Payet (L)

Lione 35, Marsiglia 35, PSG 35, Lorient 30, Nizza 29, Bordeaux 28, St. Etienne 27, Valenciennes 26, Rennes 26, Lille 26, Montpellier 26, Tolosa 23, Brest 21, Ajaccio 19, Evian TG 19, Bastia 19, Reims 18, Sochaux 16, Troyes 12, Nancy 11.

Con i sorteggi dei preliminari Champions, al via la nuova stagione


Non è ancora finita la stagione sportiva 2011/12, colpa (o merito) della nazionali impegnate in Euro 2012, che già si procede a livello europeo con i sorteggi dei primi due turni preliminari della prossima Champions League.

Oggi a Nyon si è proceduto a stabilire il tabellone da cui usciranno dopo i preliminari di agosto le ultime 8 squadre partecipanti alla massima rassegna continentale per clubs. L’Udinese verrò interessata più avanti dal sorteggio, oggi i nomi più noti erano il Basilea, che nella passata edizione aveva eliminato il Manchester United, che volerà a Tallin in Estonia contro il Flora mentre la Dinamo Zagabria si scontrerà in un derby balcanico con i bulgari del Ludogorets Razgrad.

In rassegna gli accoppiamenti sorteggiati.

Primo turno (03/04 e 10/11 luglio):
F91 Dudelange (LUX) – Tre Penne (SMR)
Valletta (MLT) – Lusitans (AND)
Linfield (NIR) – B36 Tórshavn (FRO)

Secondo turno (17/18 e 24/25 luglio)
Skënderbeu (ALB) – Debreceni (HUN)
Maribor (SLO) – Zeljeznicar (BIH)
Zilina (SVK) – Hapoel Kiryat Shmona (ISR)
BATE Borisov (BLR) – FK Vardar (MKD)
AEL Limassol (CYP) – Linfield FC (NIR)/B36 Tórshavn (FRO)
Shamrock Rovers (IRL) – Ekranas (LTU)
Flora Tallin (EST) – FC Basilea 1893 (SUI)
The New Saints (WAL) – Helsingborgs (SWE)
HJK Helsinki (FIN) – Reykjavík (ISL)
Molde (NOR) – FK Ventspils (LVA)
F91 Dudelange (LUX)/Tre Penne (SMR) – Salzburgo (AUT)
Slovan Liberec (CZE) – Shakhter Karagandy (KAZ)
Ludogorets Razgrad (BUL) – Dinamo Zagreb (CRO)
Neftçi PFK (AZE) – Zestafoni (GEO)
Ulisses (ARM) – Sheriff (MDA)
Valletta (MLT)/FC Lusitans (AND) – Partizan (SRB)
FK Buducnost Podgorica (MNE) – Slask Wroclaw (POL)

La Coppa al Lione, la gloria a Loro


Con un goal di Lisandro Lopez al 28° del primo tempo, finisce la favola dei dilettanti del Quevilly, giunti a Parigi dopo aver eliminato Marsiglia e Rennes negli ultimi due turni.

Ma il club dell’Alta Normandia entrerà lo stesso nella piccola storia dei miracoli del calcio, coma accadde nel 2000 al Calais, altra squadra protagonista di un’entusiasmante cavalcata dalla quarta serie alla finale di coppa, dove fu sconfitta dal Nantes. Per rendere l’idea del divario economico ieri in campo, l’intero budget del Quevilly ammonta a poco meno di 2 milioni di euro: la metà dello stipendio del solo Yoann Gourcuff, trequartista del Lione con un passato non troppo felice nel Milan.

Il Lione si è così assicurato il diritto di partecipare alla prossima Europa League, anche se in campionato è comunque ancora in corsa per un posto in Champions. Per l’Olympique si tratta della quinta vittoria in Coppa di Francia ed il ritorno alla vittoria in una competizione dopo 4 anni.

Il risultato forse era scontato visti i dati e le potenzialità in campo, ma i 22 in campo hanno dato il massimo per lo spettacolo e la partita è stata molto piu’ piacevole della finale di Coppa di Lega di poche settimane fa.
Fatto anche riconosciuto dai giocatori del Lione con il capitano Cris che ha deciso di alzare il trofeo assieme al capitano del Quevilly Beaugrard.

Vanno a Parigi!


I soldi non fanno sempre goal.
Il prossimo 28 aprile, il Quevilly, squadra della terza divisione francese (la nostra Lega Pro), tenterà di strappare al Lione la Coppa di Francia allo Stade de France. Si tratterebbe del primo trofeo per questa compagine che ieri sera a Caen ha rimontato e battuto il Rennes per 2-1 con il goal qualificazione segnato al 93° da Laup, ala destra di 1,68, un altro Davide che sconfigge Golia.

La squadra dell’Alta Normandia non ha mai militato nel massimo campionato francese e vanta come unico traguardo importante raggiunto un’altra finale di Coppa nel lontano 1927, quando perse contro il Marsiglia per 3-0.

Tale sconfitta è stata già vendicata superando i marsigliesi nel turno precedente ai supplementari; ora li attende il viaggio a Parigi e questa volta l’esito potrebbe essere diverso.
Un eventuale successo porterebbe questi sconosciuti a disputare l’Europa League, e potrebbero scrivere altre pagine di questa bella favola.