Fiorentina e l’ex Mutu: se mi vogliono torno subito

Dopo l’ultima esperienza italiana con la maglia dei romagnoli del cesena, terminata con la retrocessione, Adrian Mutu ha lasciato l’Italia per firmare un contratto con la squadra corsa dell’Ajaccio, militante in Ligue 1.

Intervistato da Lady Radio, emittente radiofonica vicina ai colori viola, ha espresso una vena di romanticismo, lui che in Toscana ha lasciato ottimi ricordi: “La nuova Fiorentina? Non la seguo molto, ma pare stia andando alla grande. Certo, non serve fare paragoni con la Fiorentina di Prandelli… E’ presto per parlare di Champions League. L’attacco? Beh, ho visto che è tornato Toni, magari torno pure io… “.

Sul futuro non ha idee di un rientro in patria: “Non penso che tornerò mai in Romania, anche finita la mia carriera, ma spero di tornare a Firenze, anche solo per vedere una partita dei viola. Della Valle? Qualche critica se la meritava, ma ha fatto in questa piazza. Hanno un progetto serio e vorranno costruire una squadra importante. Se Della Valle mi richiamasse? Direi sicuramente di sì. Chiudere la carriera a Firenze sarebbe bellissimo e con la famiglia Della Valle ho un bel rapporto. Recentemente ho chiamato Andrea, ma non mi ha risposto”.

Un altro (ex) talento lascia l’Italia

Adrian Mutu, 33 anni, è molto vicino a lasciare Cesena e l’Italia per trasferirsi nella vicina Francia, ma il club non è da prima pagina come si potrebbe pensare dopo che il PSG ha saccheggiato nelle ultime due campagne acquisti il mercato italiano.

Il club che sta per aggiudicarsi l’ex  tra le altre, di Fiorentina, Inter e Juve è molto vicino all’accordo con  l’Ajaccio. Queste le dichiarazioni rilasciate dal presidente del club corso, Alain Orsoni, a RMC: “E’ stato raggiunto l’accordo con Mutu e con i suoi agenti. Adesso il giocatore deve raggiungere un accordo con il Cesena. Si tratta di un ottimo attaccante, spero che possa indossare i nostri colori in fretta”.

Le big italiane alla caccia di Manga, difensore del Lorient

Centrale del Lorient, club di Ligue 1, Bruno Ecuele Manga sta diventando oggetto del desiderio dei top clubs della Serie A italiana. Difensore dal fisico massiccio, classe ’88 ed originario del Gabon, sta facendo salire l’acquolina in bocca a Milan, Inter ed Juventus ala ricerca di un giocatore dalle potenzialità ancora sconosciute. la prima squadra da averci messo gli occhi addosso è stata l’Udinese che, grazie ai suoi osservatori sparsi per il monndo, riesce spesso a trovare occasioni a buon prezzo.

La valutazione però è cresciuta nella ultime settimane, il club francese ha fissato il prezzo a 12 milioni di euro, ancora troppi per un calciatore che non ha finora avuto l’occasione di calcare i palcoscenici delle competizioni europee.Capitano del Lorient, ha un contratto fino al giugno 2015.