Ultras Atalanta vs Masiello: non lo vogliamo a Bergamo

Andrea Masiello è tornato a calcare i terreni di gioco dopo una squalifica di tre anni per lo scandalo scommesse quando militava con la maglia del Bari. E’ rimasto nella mente di tanti il ricordo del’autorete creata apposta nel derby di Puglia contro il Lecce che ha fatto il giro del mondo, ma ora, scontata la pena, sembrano già esserci i primii problemi in seno all’Atalanta, la sua nuova squadra.

Gli ultras della Dea infatti hanno già manifestato il proprio dissenso attraverso la rivista ufficiale dei tifosi ed i canali social: “Masiello ha pagato il conto con la giustizia e riteniamo corretto (oltre che legittimo) possa tornare a fare il calciatore professionista. Che possa tornare a farlo nell’Atalanta, invece, riteniamo non sia proprio il caso”.

Bari – Lecce fu truccata? Tifosi risarciti

Il derby di Puglia del maggio 2011, che permise al Lecce con i tre punti strappati al Bari di salvarsi dalla retrocessione in serie B fu truccato. Se la sentenza sul piano sportivo è stata emessa già da tempo, con l’autorete del difensore barese Masiello che è diventata l’icone della corruzione calcistica, sul piano giuridico la sentenza emessa dal giudice del Tribunale di Bari Valeria Spagnoletti ha condannato ad 1 anno e 6 mesi l’ex presidente del Lecce Pierandrea Semeraro, Carlo Quarta e a 9 mesi Marcello Di Lorenzo, ex amico del giocatore.

Ma ciò che fa più notizia è che il giudice ha riconosciuto un indennizzo pari a 400 euro a ciascuno dei 200 tifosi che hanno fatto ricorso, fra cui anche alcuni supporter del Bari,  per il danno da passione subito. Inoltre Semeraro e Quarta sono stati interdetti per sei mesi da qualunque incarico dirigenziale, con il divieto di assistere a manifestazioni sportive.

Lecce: salta la panchina di Moriero, torna Lerda

Dopo un inizio di campionato disastroso, la società salentina ha preferito fare un salto nel recente passato e richiamare il tecnico Lerda, che nella passata stagione guidò la squadra fino a gennaio, quando fu esonerato in seguito alla sconfitta contro il San Marino. Ecco il comunicato “L‘U.S. Lecce comunica di aver sollevato dall’incarico della conduzione tecnica della 1^ squadra l’allenatore Francesco Moriero, il suo vice Alessandro Morello ed il preparatore atletico Paolo Traficante.

A mister Moriero ed il suo staff la società rivolge il proprio ringraziamento per la professionalità e la dedizione dimostrati, augurando al contempo le migliori fortune.

La conduzione tecnica della 1^ squadra viene affidata a mister Franco Lerda, che si avvarrà della collaborazione dell’allenatore in seconda Giacomo Chini e del preparatore atletico Domenico Borrelli”.

Mauri atteso giovedì in Procura FIGC

Il capitano della Lazio, Stefano Mauri, sarà ascoltato giovedì dalla Corte di Giustizia della Figc. Nel processo d’appello al Calcioscommesse, i giudici di secondo grado avevano sospeso il giudizio nei confronti del centrocampista biancoceleste, già condannato dalla Disciplinare a 6 mesi di stop, disponendo ulteriori indagini sulla sua posizione in merito alle presunte combine di Lazio-Genoa e Lecce-Lazio, del maggio 2011. Nel corso della medesima audizione della Corte presieduta da Gerardo Mastrandrea, verranno ascoltati il suo amico calciatore Alessandro Zamperini e il pentito Carlo Gervasoni.

Nedved: il futuro di Conte? Aspettiamo a fine anno

Pavel Nedved è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Sky Sport per provare a fare chiarezza sul tecnico juventino Antonio Conte, dopo una settimana in cui il calciomercato ha portato l’allenatore di Lecce a fare alcune considerazioni che potevano indurre i tifosi bianconeri a temere una conclusione del rapporto con la dirigenza con il termine della stagione in corso.

“Credo che ogni tanto ci stia che qualcuno sbuffi e dica delle cose. Però, credo che ci sia grandissima sintonia tra Antonio e la società, non vedo nessun problema”. C’è una paura, magari piccola, di perderlo a fine stagione? “Antonio? No, perché non è giusto affrontare una stagione calcistica dove ti aspettano impegni importanti come campionato e Champions League pensando che l’allenatore potrebbe andare via. Noi dobbiamo esser concentrati sul lavoro che dobbiamo fare durante l’anno, poi è normale che a fine anno, sempre a fine anno, ci si sieda a un tavolo. Lo abbiamo fatto l’anno scorso e lo faremo di nuovo. E poi faremo le nostre valutazioni, cosa vorrà il mister e cosa vorrà la società. Nessuna paura, assoluta tranquillità, consapevoli che siamo davvero forti e possiamo fare davvero molto bene su tutti i fronti”.

Bojinov al Parma? Il suo agente lo reputa possibile

La via Emilia potrebbe trasformarsi in un importante crocevia di talenti: al Parma , dopo cassano, potrebbe fare rientro anche il bulgaro Bojinov, reduce da un’esperienza infelice al Vicenza terminata con la retrocessione del club veneto. Ma il suo agente Jerry Palomba sta vagliando in queste ore la possibilità che l’attaccante non faccia rientro per fine prestito allo Sporting Lisbona, ma rimanga ancora in Italia.

«Valeri non ha mai nascosto il suo legame con Parma. Si è trovato bene nella sua esperienza in Emilia ma non ho mai avuto contatti con la dirigenza del Parma nell’ultimo periodo. Il ragazzo ha dei seri problemi famigliari, da qualche settimana hanno diagnosticato una grave malattia al padre e vuole restargli vicino in Bulgaria. Abbiamo fornito tutta la documentazione necessaria al club lusitano. Ad oggi è un giocatore dello Sporting Lisbona, in Italia si è trovato bene, è cresciuto nel nostro Paese. Per il momento non posso dare ulteriori informazioni», le parole del procuratore a “parmalive.com”.

Deferimenti: colpita pesantemente la Lazio

Le pagine della cronaca “nera” sportiva si riempiono ancora di deferimenti. E’ arrivata in mattinata la comunicazione relativa ai matches  Lazio-Genoa 4-2 del 14/05/2011 e Lecce-Lazio 2-4 del 22/05/2011. Ad essere state deferite sono le società Lazio, Genoa e Lecce per responsabilità oggettiva.

La Procura Federale ha poi deferito per illecito sportivo, con il rischio di 3 anni e 6 mesi di squalifica 8 tesserati che sono: Mauri, Milanetto, M.Cassano, Gervasoni, Zamperini, Benassi, Ferrario e Rosati. A Mauri e Zamperini la Procura contesta anche la violazione dell’Art. 1, comma 1 (violazione dei principi di lealtà, correttezza e probità) e dell’Art. 6, comma 1 (divieto di effettuare scommesse) del Codice di Giustizia Sportiva.

Tesoro: Rimanere a Lecce? Aspettiamo di vedere cosa succede

Profonda amarezza in casa salentina per la mancata promozione nella serie cadetta dopo la retrocessione  dovuta allo scandalo scommesse. ma ancor peggio è stato l’epilogo con i pesanti scontri ed incidenti avvenuti dentro e fuori lo stadio con le forze dell’ordine.

Ma il numero uno del Lecce Tesoro non vuole chiudere qui la stagione ed anzi domani pomeriggio i salentini si alleneranno ancora agli ordini di mister Gustinetti. All’ANSA il patron ha voluto così rimarcare la decisione presa: «Abbiamo scritto una brutta pagina soprattutto per gli incidenti finali, quelli fanno star peggio della mancata promozione in Serie B. Non ci sta che una tifoseria come quella del Lecce, che nel corso della stagione ci ha sostenuto e incoraggiato, debba essere infangata da tali atti. La squadra deve allenarsi domani allo stadio, non è una provocazione, ma devono imparare a essere uomini. Il loro contratto scade il 30 giugno e quindi fino a quella data devono sgobbare. Con quelli che vogliono andare via decideremo il da farsi. Se il gruppo Tesoro rimarrà a Lecce? Vedremo l’evolversi degli eventi».

Miccoli, il capolinea è ancora distante due anni

Nessuna speranza che in famiglia lo vedano spesso a casa: Fabrizio Miccoli, salentino doc, starà ancora sui campi di calcio, con un sogno ben chiaro, chiudere nella sua Lecce. Nell’intervista concessa a Sport Tv, ricordando che il contratto con il Palermo scadrà a fine mese , ha dichiarato: “Voglio giocare ancora due anni e poi smettere: a 36 anni la condizione fisica me lo imporrà. Chiudere al Lecce sarebbe bello, conosco bene il presidente Tesoro, ma se non vanno in B è impossibile”.

Lecce-Latina, andata della semifinale di Coppa Italia di Lega Pro

Questa sera alle ore 20:45 allo stadio “Via del Mare” di Lecce si sfideranno nella semifinale di andata di Coppa Italia di Lega Pro, Lecce e Latina.

Ecco la lista dei convocati delle due squadre.

Lecce: Benessi, Bleve, Fatic, Ferrario, Todisco,Tomi, Vanin, Vinicius, De Rose, Guastamacchia, Tundo, Zappacosta, Montagna, Bustamante, Kalombo, Rosafio, Dramè, Malcore.

Latina : Ioime, Cafiero, Agius, D grae Giosa, Bruscagnin,Gerbo, Burrai, Ricciardi, Kola, Danilievicius, Schetter, Bindi, Milani, Giacomini, Cejas, Agnelilli, Baracco, Jefferson.
Arbitro della partita sarà Benassi della sezione di Bologna.

La partita sarà trasmessa in onda su Rai Sport 1

Temperatura prevista intorno ai 9 gradi con umidità 80% Continua a leggere