Kakà, goal all’esordio in MLS con Orlando

Per Riccardo Kakà l’esordio in MLS con la maglia degli Orlando City ha significato subito goal, Contro i New York City una punizione battuta dai 25 metri, grazie anche ad una deviazione fortuita, si è tradotta in goal per l’asso brasiliano

 

Futre: L’Atletico batterà il Milan

Paulo Futre, ex di Atletico Madrid e Milan, ha analizzato per il programma tv ‘Directo MARCA’ dell’omonima emittente spagnola il confronto di domani sera a San Siro. L’ex giocatore portoghese ha indicato per chi farà il tifo: “Non ha nulla che vedere, ciò che sento è quello che desidero è che l’Atletico passi il turno. Non ci sono paragoni fra le due esperienze, sono un colchonero”, che nella squadra disputò soltanto una stagione , peraltro sfortunata. “Storicamente il Milan è molto più forte dei madrileni, però la storia non scende in campo. La stagione dei rossoneri è pessima ma hanno in rosa diversi grandi giocatori come Balotelli ed altri che potrebbero creare grossi danni.

Secondo Futre il duello si risolverà nel match di ritorno:” Credo che domani ci sarà bisogna di ottenere un buon risultato, senza subire reti. Firmerei già ora per un pareggio per 0-0″.

Fra i giocatori temuti vi è Kakà, e preferirebbe che non giocasse:” Spero non scenda in campo, sappiamo che tipo di giocatore sia. Non è al top, però sappiamo che ha grandi qualità. In qualunque momento potrebbe infatti creare la giocata importante”.

Kakà: emozionato per la fascia di capitano

Prima amichevole con i colori rossoneri per il brasiliano Kakà, dopo il ritorno al Milan, tanto gradito al giocatore che vuole recuperare le antiche emozioni di fronte ai fans che lo hanno già acclamato in occasione della presentazione.

Presente ieri in occasione del Gran Premio d’Italia a Monza, Kakà ai microfoni di Sky ha riferito della sua emozione per aver riassaggiato il terreno di gioco contro gli svizzeri del Chiasso: “Per me e’ stato un bellissimo week-end. Ieri l’amichevole e oggi qui. La fascia di capitano? E’ stata una bella sorpresa, non me l’aspettavo. Ringrazio Amelia per avermela ceduta. Abbiamo pensato che per me e il Milan sarebbe stata una bella cosa”

Milan: nella lista Champions anche Kakà, escluso Niang

Questa la lista UEFA ufficiale del Milan per la Fase a Gruppi 2013-2014:
Portieri: Abate – Abbiati – Amelia
Difensori: Abate, Bonera, Constant, De Sciglio, Mexes, Silvestre, Zaccardo, Zapata
Centrocampisti: Birsa, Cristante, de Jong, Emanuelson, Montolivo, Muntari, Nocerino, Poli
Attaccanti: Balotelli, El Shaarawy, Kakà, Matri, Pazzini, Robinho.

Il Brasile chiude alla fantasia: in Confederations solo una fra…

Mancano ancora 50 giorni circa all’inizio della competizione del mese di giugno che vedrà testare le struttura per il prossimo Mondiale, ma il ct Scolari ha già le idee chiare su quali giocatori convocare nella vere oro. Solo uno fra Ronaldinho e Kakà verrà inserito nella rosa brasiliana, come ha dichiarato oggi l’allenatore  al Folha de S. Paulo.

«Ho dato alcune possibilità ad entrambi e ne concederò un’altra a Ronaldinho, ma sicuramente non giocheranno insieme: non li ho mai provati contemporaneamente e con tutte le probabilità ne convocherò soltanto uno. Neymar? L’ho visto migliorare molto negli ultimi tempi. Un suo trasferimento in Europa sarebbe un bene anche per la Nazionale, ma non ne ha bisogno. Le favorite per il prossimo Mondiale? Germania e Italia, poi metto anche l’Argentina. La Spagna gioca insieme da molto tempo, vediamo come vanno le ultime partite di qualificazione».

E se Kakà diventasse compagno di Eto’o?

Trattative ancora agli inizia, ma la voce diffusa dal quotidiano sportivo di Madrid AS, da sempre molto vicino alle cose che riguardano il Real darebbe il giocatore brasiliano indirizzato verso l’Anzhi Makchakhala, squadra in cui milita già l’ex interista Samuel Eto’o.

La richiesta sarebbe pervenuta nelle ultime ore, dietro parere del tecnico della compagine russa, Guus Hiddink. L’Anzhi, ricordiamo, è agli ottavi di Europa League e nelle sue fila ha già avuto nel recente passato un brasiliano di valore come Roberto Carlos, attualmente nello staff tecnico dell’allenatore olandese.

Balotelli o Kakà? Non è il Monopoli

“Balotelli o Kakà al Milan? Nessuno dei due”. Così ha risposto il presidente del Milan, Silvio Berlusconi, nell’ambito della trasmissione radiofonica di Radio 2, intervenuto per parlare di politica, ma senza dimenticare un accenno alla passione calcistica: “Non è possibile fare operazioni del genere in tempi come questi, non si può giocare a Monopoli. Galliani ci spera sempre, ma poi il duro e inevitabile linguaggio dei conti lo trattiene dall’operare”.

Scolari lascia a casa Kakà e torna Julio Cesar !!

Torna in sella Scolari alla guida del Brasile, con l’unico obbiettivo di trionfare nel Mondiale di casa e ha diramato la lista dei convocati per l’amichevole del 6 febbraio prossimo a Wembley contro l’Inghilterra. Richiamo nella Selecao per l’ex portiere interista Julio Cesar, che milita nel QPR ultimo in Premier League e per Ronaldinho, che punta forte sull’inserimento nei 23 per la competizione del prossimo anno. Fuori invece il madrileno Kakà ,che subisce così “l’onta” di una doppia esclusione, dopo quella per la mancata convocazione per il match di Coppa del Re di stasera.

PORTIERI: Julio Cesar (Queens Park Rangers), Diego Alves (Valencia).

DIFENSORI: Daniel Alves (Barcelona), Adriano (Barcelona), David Luiz (Chelsea), Dante (Bayern Munich), Leandro Castan (AS Roma), Miranda (Atletico Madrid), Filipe Luis (Atletico Madrid).

CENTROCAMPISTI: Ramires (Chelsea), Arouca (Santos), Paulinho (Corinthians), Hernanes (Lazio), Oscar (Chelsea), Ronaldinho (Atletico Mineiro).

ATTACCANTI: Hulk (Zenit St Petersburg), Neymar (Santos), Lucas (Paris St Germain), Fred (Fluminense), Luis Fabiano (Sao Paulo).

Mercato Milan: solo 48 ore per Kakà e Balotelli a rate

Sono ore decisive in Via Turati. Il mirino dell’artiglieria (leggera) del Milan non si muove dai due obiettivi sensibili arcinoti: Ricardo Kakà e Mario Balotelli. Galliani e Paolillo stanno lavorando febbrilmente per arricchire la rosa di Allegri e tentare la scalata immediata ad un piazzamento Champions. Ma vista la scarsa disponibilità economica e il poco tempo a disposizione, la buona riuscita delle due trattative è ancora un’incognita.

IL PIU’ VICINO E’ KAKA’ – Non è un mistero che il brasiliano abbia lasciato un pezzo del proprio cuore a Milanello e che sia disposto a tutto pur di farvi ritorno. Non è un segreto nemmeno il fatto che Berlusconi consideri l’eventuale ritorno del figliol prodigo un sogno. Ma non si vive di solo amore e di aria. Il calciatore percepisce una cifra impraticabile per le casse dei rossoneri (10 milioni annui); si è detto disposto a decurtarsi parte dell’ingaggio, arrivando a circa 7,5 milioni. Il Milan ne mette sul piatto 5, il punto d’incontro potrebbe essere a metà strada e agevolato da qualche bonus. Per questo Paolillo lavora ai fianchi Bosco Leite, padre e procuratore del fantasista, mentre Galliani prosegue nell’opera di convincimento su Florentino Perez, patron dei Blancos. Il prestito lungo (due anni e mezzo) ed il nodo della fiscalità sono i punti cardine che possono mandare in porto l’affare o farlo saltare. Le prossime 48 ore saranno decisive per capire da che parte tirerà il vento.

RATEIZZAZIONE PER BALO – Molto diverso il discorso per Mario Balotelli: il prezzo fissato dal Manchester City è vicino ai 37 milioni, cifra fuori portata per il Diavolo. In più va considerata la prelazione che l‘Inter potrebbe esercitare, a parità di soldi offerti, nei confronti del suo ex giocatore. Una cosa certa c’è: i Citizens non ne possono più di Super Mario, vorrebbero trovare il modo di “scaricarlo” senza perderci troppo. Galliani ha un’idea che gli frulla nella testa, praticabile se il club inglese abbassasse leggermente le pretese sul cartellino del bomber: un’acquisto a rate, in tutto sei. Questione poi di dettagli, ma l’eventuale proposta potrebbe improvvisamente avvicinare le parti.