Calciobidoni: i flop della Serie A degli Anni 2000

bidoni latta

Sono tanti i calciatori stranieri approdati in Italia negli ultimi anni: alcuni sono cresciuti e hanno raggiunto livelli altissimi, diventando famosissimi e accasandosi in clubs di prima fascia, altri sono stati dei veri e propri “bidoni” che in campo sono diventati famosi per la loro incapacità tecnica, altri ancora non sono riusciti a scendere in campo più di tre volte in Italia, dimostrando talvolta lo scarso intuito di alcuni dirigenti italiani. Ecco la Top Four dei calciatori che non hanno lasciato il segno (se non in negativo) nel cuore dei tifosi italiani:

4)Nicolas Anelka : L’ex stella del Chelsea nel 2013 viene ingaggiata dalla Juventus di Conte nel mercato di gennaio, in vista del doppio impegno: Champions e campionato. Nicolas viene acclamato dai tifosi e considerato come un colpo di mercato da stampa ed opinionisti ma il tecnico bianconero lo schiera in campo 3 volte (2 in campionato e 1 in Champions) giocando poco più di 30 minuti in totale. A fine stagione va via dal club di Torino senza rimpianti e nell’anonimato generale, una vera e propria meteora in serie A.

3)Carsten Jancker : Il centravanti tedesco che tanto bene aveva fatto in Germania con il Bayern Monaco viene acquistato dall’Udinese nel 2002. Si rivela uno dei più grandi flop del campionato, se non della storia dell’Udinese, con soli 3 gol messi a segno in 38 partite tra campionato e coppa Italia. I tifosi della squadra friuliana non avranno certo un bel ricordo di questo giocatore che dopo Udine è andato sempre più a fondo, fino al ritiro nel 2009.

2) Rivaldo: Considerato tra i migliori attaccanti degli anni Novanta e del Duemila, dopo essere esploso nel Barcellona giocando benissimo e segnando gol a raffica nel 2002 si trasferisce al Milan. I tifosi sono in visibilio, il talento brasiliano sbarca in serie A per regalare spettacolo e gol sensazionali. Ma Rivaldo in Italia è l’ombra di sé stesso: poche presenze e pochi gol nel suo unico anno in Italia che lo rendono uno dei più grandi flop di sempre in Serie A. Dopo il Milan ha giocato in moltissime altre squadre. È attivo ancora oggi ( gioca infatti in Brasile nel Mogi Mirim assieme al figlio).

1)Saadi Gheddafi: Il bidone per eccellenza in serie A è lui. Il terzo figlio di Mu’ammar viene acquistato dal Perugia nel 2003 dopo aver segnato a raffica in Libia, dove viene considerato un nuovo talento. A Perugia non credo lo dimenticheranno facilmente, non per la sua bravura, ma per la sua assoluta inadeguatezza al calcio che lo rendono uno dei calciatori più scarsi di sempre. Per fortuna (degli umbri) gioca una sola partita con il club del presidente Gaucci ma poi succede l’impossibile: l’Udinese decide di acquistare il “talento” libico che conferma di essere il bidone per eccellenza anche al Friuli. Dopo un’inesistente stagione alla Sampdoria nel 2005, il calciatore libico ha il buon gusto di ritirarsi e di mettere fine alla propria carriera in Italia. Il tracollo che colpirà la sua famiglia, con la cattura e la condanna a morte del padre – dittatore, lo costringerà alla fuga. Catturato dopo un paio d’anni di  latitanza, attualmente si trova in carcere a Tripoli.

Autore: Angelo Losco

Croazia – Italia: tutti i precedenti

logo croazia

 

Con inizio alle ore 20.45, Croazia ed Italia scenderanno in campo a Spalato per il match del girone H valevole per la qualificazione ai prossimi Europei 2016 in Francia. Croazia prima con 13 punti ed Italia che  la segue ad 11 sono virtualmente le due squadre qualificate per la rassegna continentale. Curiosità statistica: non battiamo la Croazia dal lontano 1942, quando, durante la Seconda Guerra Mondiale, la Jugoslavia non era ancora uno stato unico. Da allora solo sconfitte e pareggi per la nostra nazionale, ricordando che la Croazia è nata nel 1991 in seguito al conflitto dei Balcani.

amichevoli vittorie pareggi sconfitte g fatti g subiti
casa 2 1 0 1 4 2
trasferta 1 0 1 0 0 0
campo neutro 0 0 0 0 0 0
totali 3 1 1 1 4 2
europei
casa 0 0 0 0 0 0
trasferta 0 0 0 0 0 0
campo neutro 1 0 1 0 1 1
totali 1 0 1 0 1 1
mondiali
casa 0 0 0 0 0 0
trasferta 0 0 0 0 0 0
campo neutro 1 0 0 1 1 2
totali 1 0 0 1 1 2
qualificazioni europee
casa 2 0 1 1 2 3
trasferta 1 0 1 0 1 1
campo neutro 0 0 0 0 0 0
totali 3 0 2 1 3 4
qualificazioni mondiali
casa 0 0 0 0 0 0
trasferta 0 0 0 0 0 0
campo neutro 0 0 0 0 0 0
totali 0 0 0 0 0 0
complessivo
casa 4 1 1 2 6 5
trasferta 2 0 2 0 1 1
campo neutro 2 0 1 1 2 3
TOTALI 8 1 4 3 9 9

Amarcord Italia – Inghilterra, Europei 1980

15 giugno 1980, Torino Stadio Comunale
ITALIA – INGHILTERRA 1 – 0
Reti: Tardelli 79′
Arbitro: Rainea (Romania)
Italia: Zoff, Gentile, Tardelli, Benetti, Collovati, Scirea, Causio (88 G.Baresi), Oriali, Graziani, Antognoni, Bettega
Ct: Bearzot
Inghilterra: Shilton, Neal, Sansom, Wilkins, Watson, Thompson, Coppell, Keegan, Birtles (75 Mariner), Woodcock, Kennedy
Ct: Greenwood

Italia – Bulgaria 2004 : prima il goal, poi le lacrime di Cassano

Era il 22 giugno 2004 e nell’ultimo incontro del girone eliminatorio di Euro 2004 all’Italia serviva una vittoria, sperando che al contempo Svezia e Danimarca si affrontassero a viso aperto. Tuttavia pur compiendo gli azzurri il loro dovere, vincendo in rimonta contro la Bulgaria, le due compagini nordiche diedero vita a quello che poi sarà definito come il biscottone. Un pareggio per 2-2 e gli azzurri di Giovanni Trapattoni fecero un mesto rientro in patria.

E per Antonio Cassano quella notte  poteva essere magica: il goal decisivo, la gioia infinita e poi, appena saputo del risultato finale dell’altro incontro, un pianto dirotto, a stento consolato dai compagni.

Bulgaria – Italia : tutti i precedenti fra le due squadre

Sabato alle 20.45 (21.45 ora locale) Bulgaria ed Italia si affronteranno a Sofia sul terreno dello Stadio nazionale Vasil Levski nel match valido per le qualificazioni ad Euro 2016 in Francia.

Ecco nella tabella il riassunto totale dei precedenti (la squadra indicata è l’Italia)

AMICHEVOLE incontri vittorie pareggi sconfitte gf gs
casa 6 4 2 0 14 3
trasferta 2 0 1 1 2 3
campo neutro 0 0 0 0 0 0
totale 8 4 3 1 16 6
EUROPEI incontri vittorie pareggi sconfitte gf gs
casa 0 0 0 0 0 0
trasferta 0 0 0 0 0 0
campo neutro 1 1 0 0 2 1
totale 1 1 0 0 2 1
MONDIALI incontri vittorie pareggi sconfitte gf gs
casa 0 0 0 0 0 0
trasferta 0 0 0 0 0 0
campo neutro 2 1 1 0 3 2
totale 2 1 1 0 3 2
QUAL EUROPEI incontri vittorie pareggi sconfitte gf gs
casa 1 1 0 0 2 0
trasferta 1 0 0 1 2 3
campo neutro 0 0 0 0 0 0
totale 2 1 0 1 4 3
QUAL MONDIALI incontri vittorie pareggi sconfitte gf gs
casa 2 2 0 0 3 0
trasferta 2 0 2 0 2 2
campo neutro 0 0 0 0 0 0
totale 4 2 2 0 5 2
RIEPILOGO incontri vittorie pareggi sconfitte gf gs
casa 9 7 2 0 19 3
trasferta 5 0 3 2 6 8
campo neutro 3 2 1 0 5 3
totale 17 9 6 2 30 14

 

Novità Italia: De Rossi a casa, arrivano Eder, Vazquez e Valdifiori

Ci sono delle piacevoli novità in casa Italia: il ct Conte ha diramato  l’elenco dei convocati per il doppio impegno dell’Italia, il match per le qualificazioni agli europei contro la Bulgaria  e la successiva amichevole allo Juventus Stadium contro l’Inghilterra. Mentre De Rossi paga il brutto momento di forma personale e della Roma e Pirlo è ancora sulla via di guarigione, entrano nel gruppo azzurro due “oriundi”, il doriano Eder ed il palermitano Vazquez, che hanno così optato per la nazionale italiana. A tali novità si aggiunge Valdifiori, che seppure non in verde età , pare definitivamente esploso nell’Empoli in questa stagione. I convocati dovranno trovarsi entro la mezzanotte di domani a Coverciano. Ancora non convocato Balotelli che in questa annata inglese pare aver perso al momento il posto nel club azzurro. Di seguito la lista.

 

Portieri: Buffon (Juventus), Perin (Genoa), Sirigu (Paris Saint Germain);
Difensori: Barzagli (Juventus), Bonucci (Juventus), Chiellini (Juventus), Moretti (Torino), Ranocchia (Inter);
Centrocampisti: Antonelli (Milan), Bertolacci (Genoa), Candreva (Lazio), Darmian (Torino), Florenzi (Roma), Marchisio (Juventus), Parolo (Lazio), Pasqual (Fiorentina), Soriano (Sampdoria), Valdifiori (Empoli), Verratti (Paris Saint Germain);
Attaccanti: Eder (Sampdoria), Gabbiadini (Napoli), Immobile (Borussia Dortmund), Pellé (Southampton), Vazquez (Palermo), Zaza (Sassuolo), Cerci (Milan).

Inghilterra: Hodgson dirama le convocazioni anti – Italia

In vista dell’amichevole di lusso contro l’Italia a Torino del prossimo 31 marzo, rivincita della gara inaugurale degli scorsi Mondiali in Brasile e del match contro la Lituania valido per le qualificazioni ad Euro 2016, il ct Hodgson ha reso nota la lista dei convocati.

Portieri: Fraser Forster (Southampton), Joe Hart (Manchester City)

Difensori: Leighton Baines (Everton), Gary Cahill (Chelsea), Nathaniel Clyne (Southampton), Kieran Gibbs (Arsenal), Phil Jagielka (Everton), Phil Jones (Manchester United), Luke Shaw (Manchester United), Chris Smalling (Manchester United), Kyle Walker (Tottenham)

Centrocampisti: Ross Barkley (Everton), Michael Carrick (Manchester United), Fabian Delph (Aston Villa), Jordan Henderson (Liverpool), Adam Lallana (Liverpool), James Milner (Manchester City), Raheem Sterling (Liverpool), Andros Townsend (Tottenham), Theo Walcott (Arsenal)

Attaccanti: Harry Kane (Tottenham), Wayne Rooney (Manchester United), Daniel Sturridge (Liverpool), Danny Welbeck (Arsenal)

Under 21: le amichevoli di marzo in vista di Euro 2015

In preparazione alla fase finale degli Europei Under21 in programma in Repubblica Ceca dal dal 17 al 30 giugno, il mese di marzo vedrà le formazioni giovanili della squadre partecipanti, con l’eccezione della Svezia, scendere in campo per disputare un incontro amichevole preparatori. Ad incrociare gli azzurrini del tecnico Gigi Di Biagio saranno ancora i pari età della Serbia, superati nel girone eliminatorio. Di seguito il calendario.

26 marzo
Portogallo – Danimarca – Marinha Grande, 18.00

27 marzo
Repubblica Ceca – Inghilterra – Praga, 20.30
Germania – Italia – Paderborn, 20.00
Serbia – Svezia – Novi Sad

30 marzo
Inghilterra – Germania – Middlesbrough, 20.45
Italia – Serbia – Benevento, 21.00

31 marzo
Repubblica Ceca – Portogallo – Praga, 18.00
Danimarca – Stati Uniti – da conf.

St Etienne: il nuovo Calderone per Euro 2016

“Allora preparo per St Etienne“: così Antonio Conte avrebbe risposto al numero uno federale Tavecchio indicando dove deriderebbe situare il ritiro degli Azzurri  in vista della fase finale di Euro 2016 che, salvo sorprese, vedrà la nazionale italiana al via della rassegna continentale per la prima volta a 24 squadre. Anche se al momento non è ancora nota la sede degli incontri dell’Italia, vogliamo mostrarvi alcune caratteristiche dello stadio locale, che si è rifatto in trucco per presentarsi al meglio nel giugno del prossimo anno.

Il Geoffroy-Guichard è uno stadio polifunzionale con una capienza di 35.616 spettatori ed è dedicato principalmente alle partite di calcio, ed la “casa” dei verdi di Francia, così è definita da sempre la squadra locale per via del colore della maglia.
E’ stato in passato teatro di alcune partite del Campionato europeo 1984, dei Mondiali del 98 e della Confederations Cup 2003. Inoltre ha ospitato anche incontri di rugby della Coppa del mondo del 2007: fu un Italia – Scozia, disputato su questo prato e terminato 18-16 per gli scozzesi, il match checostò agli azzurri l’eliminazione dal torneo mondiale.

Inaugurato il 13 settembre 1931, dopo soli 4 giorni, ovvero il 17 settembre si disputò il primo match del St Etienne. Lo stadio è intitolato a Geoffroy-Guichard, imprenditore francese fondatore della catena commerciale Groupe Casino, finanziatore dell’opera. Lo stadio è soprannominato dai tifosi locali “le Chaudron” (“il Calderone”) o “l’enfer vert” (“l’inferno verde”), con riferimento ai colori sociali. Dal punto di vista architettonico in “stile inglese”, cioè è aperto agli angoli, con le quattro tribune, intitolate ad altrettanti giocatori francesi; rispettivamente:

tribuna Charles Paret: 8541 posti
tribuna Jean Snella: 8767 posti
tribuna Pierre Faurand: circa 7500 posti, compresi 18 box per un totale di 1200 posti riservati ai VIP,
tribuna Henri Point: 10315 posti, inclusi 1200 riservati ai tifosi delle squadre ospiti

Curioso che la tifoseria più calda non si posizioni nello stesso settore: i Magic Fans e i Green Angels, questi i due gruppi più importanti, sono situati esattamente di fronte, dietro le due porte. Una squadra italiana ha già avuto modo di saggiare l’opera: infatti il 7 novembre scorso St Etienne  ed Inter si sono affrontate in Europa League in un match valido per il quarto turno del Girone F, incontro terminato con il punteggio di 1-1.

Geograficamente lo stadio si trova nella parte nord della città ed è stato costruito sopra i vecchi tunnel delle miniere ed accanto a una industria di acciaio, tanto che durante le fasi di lavorazione della fabbrica i fumi delle ciminiere attraversavano il campo.

Sarà teatro di 4 incontri della fase finale di Euro 2016 e più precisamente:

14 giugno 2016 ore 21.00 gruppo F
17 giugno 2016 ore 18.00 gruppo D
20 giugno 2016 ore 21.00 gruppo B
25 giugno 2016 ore 15.00 ottavo di finale

Under 21: sorteggiati i gironi per Euro 2017

Questa mattina a Nyon si è tenuto il sorteggio per la definizione dei gironi di qualificazione a Euro 2017 relativo alle nazionali Under 21. Impegnata anche l’Italia che si ritroverà avversaria nella prima fase ancora la Serbia, compagine già affrontata in questa edizione e battuta nel match decisivo a Pescara in rimonta per 3-2. Le altre avversarie saranno Slovenia, Repubblica d’Irlanda, Lituania  e Andorra.

In questa edizione le ammesse alla fase finali saranno per la prima volta 12: passeranno il turno le nove vincitrici dei gironi mentre le quattro seconde classificate con i migliori risultati ottenuti contro le terze, quarte e quinte del proprio raggruppamento si sfideranno agli spareggi per determinare le altre due squadre che parteciperanno alla Fase Finale, unendosi alla Polonia, paese organizzatore e già ammesso.

Questi i nove gironi:

GIRONE 1: Repubblica Ceca, Belgio, Montenegro, Moldova, Lettonia,
Malta;
GIRONE 2: ITALIA, Serbia, Slovenia, Irlanda, Lituania, Andorra;
GIRONE 3: Francia, Ucraina, Scozia, Islanda, Macedonia, Irlanda
del Nord;
GIRONE 4: Portogallo, Israele, Grecia, Ungheria, Albania,
Liechtenstein;
GIRONE 5: Danimarca, Romania, Armenia, Galles, Bulgaria,
Lussemburgo;
GIRONE 6: Spagna, Svezia, Croazia, Georgia, Estonia, San Marino;
GIRONE 7: Germania, Russia, Austria, Finlandia, Azerbaijan, Isole
Far Oer;
GIRONE 8: Olanda, Slovacchia, Turchia, Bielorussia, Cipro;
GIRONE 9: Inghilterra, Svizzera, Norvegia, Bosnia-Herzegovina,
Kazakistan.