Higuain: chi porta 94M di euro, è suo!

Higuain-Napoli

Higuain non si muove, o almeno, chi paga, lo prende. Il comunicato della società del presidente De Laurentiis è molto chiaro: “Il Napoli ci tiene a fare una precisazione ufficiale: in merito ad alcuni articoli sui giornali secondo cui ci potrebbe essere una cessione di Higuain, la società precisa che esiste nel contratto dell’argentino una clausola rescissoria del cui importo è di 94 milioni 736mila euro. Non ci sono trattative, chi volesse il giocatore dovrà sborsare questa cifra nelle casse del club”.

Callejon: grande Napoli, che assist mi ha fatto Higuain!

Vittoria in trasferta a Marsiglia fondamentale per il Napoli di Benitez: sbancare il Velodrome, seppure lo ponga in testa a pari punti con le altre due big, Borussia ed Arsenal, mette gli azzurri di poter sorprendere.
E soprattutto fondamentale è stato il ritorno al goal di Callejon che, ai microfoni del programma radiofonico Radio Onda Cero, nel corso della trasmissione “Primer Toque” ha esaltato la giocata del Pipita: “Tutte le squadre del girone di Champions sono molto forti, ma noi non dobbiamo fare calcoli, e spero che sorprenderemo tutti. Il mio gol? Molto bello, ma l’assist di Higuain è stato superlativo: gran parte del merito è del Pipita. Per noi era importante vincere a Marsiglia, indipendentemente da chi segnasse. A Napoli mi trovo bene, lo spogliatoio è compatto, il modulo di Benitez ci fa divertire. In campionato ci sono squadre forti come noi, regna l’equilibrio”.

Alllegri: Higuain può cambiare da solo il match

Prima sfida di alto livello per Milan e Napoli, sul terreno di san Siro ed il tecnico Allegri in conferenza stampa prova a fare le carte del match. Parlando dei potenziali avversari che potrebbero fare male alla rabberciata difesa rossonera, il tecnico livornese usa per Gonzalo Higuain un aggettivo speciale, definendolo diabolico.

“Higuain è diabolico, sembra si assenti dalla partita ma è sempre presente. Poi ci sono Hamsik che si sta dimostrando fra i migliori in Europa, Callejon che è di livello internazionale, e Insigne. Sarà una bella partita, se il Napoli è favorito è solo per il fatto che dopo 3 partite ha 9 punti e noi 4. Ma riusciremo a recuperare i punti persi”. “Ora il Napoli sta giocando un buon calcio. Benitez è stato molto bravo perché era difficile cambiare una squadra con tanti giocatori e passare dalla difesa a tre a quella a quattro”.

Benitez carico a mille: Napoli sempre più forte

L’arrivo in città dell’attaccante Higuain ed il probabile acquisto di Jackson Martinez dal Porto hanno fatto ricaricare le pile del tecnico spagnolo Benitez che dal ritiro di Dimaro ha dichiarato a Sky:«Stavamo cercando un giocatore di qualità. Stavamo cercando un giocatore di massimo livello. Abbiamo preso un calciatore che viene dal Real Madrid, abbiamo acquistato un cannoniere che ha fatto un sacco di gol e si adatterà benissimo a noi che siamo una squadra offensiva. Avevamo bisogno di un giocatore così».

Il Real si terrebbe Higuain, ma lui non vuole…

Al programma sportivo spagnolo Punto Pelota, il presidente del Real Madrid Florentino Perez ha fatto un quadro degli interessi generale di mercato che il club della capitale ha al momento. E non ha perso l’occasione per sottolineare che  nella vicenda Higuain non è affatto colpa dei blancos se l’argentino vorrebbe fare le valigie.

Al programma sportivo Punto Pelota ha dunque reso chiaro il messaggio: «Non ho mai messo in vendita Higuain. Lui vuole andare via per altri motivi. Se il tuo club non ti vuole mandare via, è difficile andarsene. E da parte mia non ho mai messo in vendita il giocatore. La Juventus non ha mai chiesto informazioni su Higuain e noi non abbiamo mai parlato con i bianconeri. Può darsi che ne parleremo in futuro, magari domenica prossima, quando la Juve verrà a giocare l’amichevole contro di noi. Al momento non abbiamo mai ricevuto nessuna offerta. Non si deve parlare con il giocatore prima di averlo fatto con la società. La Juve è un club amico, se vorrà Gonzalo, prima parlerà con noi».

 

Juve: idea Gomez per l’attacco 2013-14

Un colpo per rinforzare una volta per tutte l’attacco e poter dunque puntare decisamente ad essere vincenti anche in Europa. La Juventus si sta muovendo ad ampio raggio sul mercato europeo e dopo aver preso contatto con lo staff di Gonzalo Higuain, attaccante argentino del Real Madrid che sta valutando la situazione in considerazione della quasi sicura partenza di Mourinho, Marotta e Paratici tramite intermediari stanno cercando di capire la situazione di Mario Gomez, punta classe 1985 in scadenza nel 2016 con il Bayern Monaco.

L’arrivo di Guardiola costringerebbe infatti l’attaccante a guardarsi attorno poichè sembra certo l’acquisto di Lewandowski, e diminuirebbero notevolmente le possibilità d’impiego. Da Atletico Madrid e Liverpool sono arrivate le prime richieste, ma Gomez vuole un club che gli possa garantire di lottare per il campionato e per la Champions. La Juve, dal canto suo, troverebbe il giocatore che cerca, letale in zona gol: con la maglia del Bayern ha segnato 99 gol in 155 partite, di cui 54 in 65 match nelle ultime due stagioni di Bundesliga.

Higuain e il 2 di picche da 6.000 euro

A quanto pare non sempre essere calciatori ricchi e famosi apre le porte di tutti i cuori femminili. La riprova la fornisce la bellissima Evangelina Ortiz, presentatrice tv uruguaiana, corteggiata dall’attaccante del Real Madrid Gonzalo Higuain.

Lei conferma di aver devoluto in beneficenza un Rolex da 6.000 euro, fattole recapitare dalla punta argentina. Sonoro 2 di picche, quindi, per il 24enne a caccia di fidanzata.

La Ortiz ha poi smentito che la rottura con il fidanzato Rodrigo Diaz Vivanti sia da attribuire a questo episodio. In ogni caso crediamo che ad Higuain non dispiaccia affatto.

 

 

 

Higuain: golazo o semplice colpo di fortuna?? (VIDEO)

 

Un goal incredibile. Figlio della balistica che sfiora le leggi della fisica.

Senza dubbio il goal di Higuain, con il quale il Real Madrid ha sbloccato il risultato della partita contro il Celta Vigo, finito 2-0 per los Blancos, entrerà negli annali della storia.

Rimane il dubbio se sia stato un colpo voluto o figlio della fortuna. In ogni caso chapeau!

http://youtu.be/b25OQTreScU

Real Madrid: Primo “titulo” e Barcellona steso, che perla di Cristiano Ronaldo! (VIDEO CON I GOL)

Un po’ a sorpresa, un po’ era anche ora. Il Real Madrid di Mourinho stende il Barcellona di Tito Villanova e si aggiudica il primo trofeo della stagione. Al Bernabeu la partita è spettacolare e vivissima e dopo il 3 a 2 dell’andata promette guerra tra le due storiche rivali spagnole. Il Real parte alla grandissima, per la prima mezz’ora si dimostra troppo forte anche per la squadra che più ha incantato l’Europa negli ultimi anni. Al 11esimo passa il Real con l’incredibile liscio di Mascherano che spalanca la porta ad Higuin che non si lascia sfuggire l’occasione e trafigge Valdes, il Barcellona non si riprende e il Real continua il suo assolo con Ronaldo e Di Maria che superano con facilità quasi imbarazzante la difesa blaugrana e il raddoppio è inevitabile, poco prima del ventesimo con una vera e propria perla di Cristiano Ronaldo, controllo di tacco e freddezza assoluta nel castigare Valdes. Poco dopo segnali di Barcellona con la splendida punizione di Messi che rida speranza agli uomini di Villanova, speranza che va scemando con il tempo quando per via dell’espulsione di Adriano, fallo da ultimo uomo sul solito Ronaldo, non arriva la tipica supremazia in campo tipica dei catalani. Il risultato non cambia, 2 a 1 Real, esulta Mourinho. Ecco il video (da youtube.com) con tutti i gol della splendida serata di calcio spagnolo:

 
http://www.youtube.com/watch?v=D6DNgij3qv0

La Liga alza il sipario: il Barcellona piazza la prima “manita”, Mou impatta con il Valencia

 

 

Via Guardiola, dentro Vilanova: cambia il direttore, ma l’orchestra blaugrana conosce lo spartito a memoria.

La Real Sociedad è spettatore non pagante, si accomoda sul terreno di gioco e riesce anche a strimpellare un accordo (la rete di Castro al minuto 9) che sembra tenere a galla i baschi, dopo l’acuto di Puyol al 4′.

Ma, signore e signori, sale in cattedra il Primo Violino: Lionel Messi, tra l’11’ ed il 16′, piazza la sua prima doppietta stagionale e archivia la partita.

Saranno poi Pedro e Villa (di nuovo a segno dopo l’infortunio che gli ha fatto saltare la rassegna europea per Nazioni) a chiudere uno spettacolo che, nella sua anteprima, rischia di sembrare un film già visto.

Real Madrid permettendo, ovviamente: gli uomini di Mourinho, campioni di Spagna in carica, pareggiano nella gara d’apertura disputata contro il Valencia (test quindi non facile di fronte alla terza forza dello scorso torneo) tra le mura amiche del Bernabeu.

Higuain regala l’illusione della passeggiata, dopo 10 minuti appena, ma Jonas, prima del riposo, marca l’1-1 che non cambierà nel corso della ripresa.