Gasperini: per il Genoa è un magic moment

E’ un momento magico quello che sta vivendo il Genoa guidato da Gianpiero Gasperini, che sempre più spesso viene definito dalla stampa e dai tifosi come l’allenatore da Genoa. e dopo il successo in trasferta a Cesena, la compagine del Grifone si trova in piena zona Europa League, un sogno alla vigila del torneo. «Genova sta vivendo una fase calcistica stupenda. Il mio desiderio è quella di farla durare più a lungo possibile», ha dichiarato ai microfoni di Radio Anch’io lo sport il tecnico genoano.

L’Inter che non ti aspetti, Roma flop


A Udine l’olandese volante Sneijder prende per mano i nerazzuri che in rimonta battono Di Natale e compagni, si rilanciano in ottica Champions agganciando proprio i friulani e danno continuità a Stramaccioni.
Fanno un favore agli uomini di Moratti il Novara che all’ora di pranzo batte la Lazio per 2-1 e con identico punteggio la Fiorentina che in stra-recupero batte la Roma, al secondo stop consecutivo, grazie a Lazzari.

A Lecce il Napoli vola al quarto posto, prima Hamsik e poi Cavani (100° goal nella sua carriera italiana) stendono i salentini e gli uomini di Cosmi rimangono nel terzetto che scenderebbe in B.Nei restanti match Palermo – Parma (1-2) gli emiliani vincendo sono quasi salvi mentre Siena – Bologna (1-1) si dividono la posta ed a braccetto avanzano quel poco che basta in classifica per stare tranquilli per un’altra settimana.

Alle 18.00 le sfide determinanti per la lotta scudetto.
A Cesena Conte chiede ai suoi ragazzi di entrare nella storia, solo la vittoria dello scudetto darà valore a questa stagione che fin qui è al di là di ogni più ottimistica previsione. Stadio Manuzzi esaurito in ogni ordine di posto e romagnoli senza gli ex Iaquinta e Mutu fermi ai box per infortuni, Beretta cercherà di complicare la vita ai bianconeri.

Sull’altro campo interessato, a San Siro Milan – Genoa è una sfida ad alta tensione. Allegri deve per forza vincere, per tenere vivo il sogno scudetto ed allontanare le ombre di Guardiola per la panchina, al contrario sulla sponda genoana il neo – arrivato De Canio, specializzato in salvezze, cerca il primo punto per invertire la tendenza e tenere il Grifone nella massima serie.

L’Inter che non ti aspetti, Roma flop


A Udine l’olandese volante Sneijder prende per mano i nerazzurri che in rimonta battono Di Natale e compagni, si rilanciano in ottica Champions agganciando proprio i friulani e danno continuità a Stramaccioni.
Fanno un favore agli uomini di Moratti il Novara che all’ora di pranzo batte la Lazio 2-1 e con identico punteggio la Fiorentina che in stra-recupero batte la Roma, al secondo stop consecutivo, grazie a Lazzari. Luis Enrique potrebbe avere le ore contate, nonostante la dirigenza capitolina lo contini a considerare punto fermo del progetto.

A Lecce il Napoli vola al quarto posto, prima Hamsik e poi Cavani (100° goal nella sua carriera italiana) stendono i salentini e gli uomini di Cosmi rimangono nel terzetto che scenderebbe in B. Nei restanti match Palermo – Parma (1-2) gli emiliani vincendo sono quasi salvi mentre Siena – Bologna (1-1) si dividono la posta ed a braccetto avanzano quel poco che basta in classifica per stare tranquilli per un’altra settimana.

Alle 18.00 le sfide determinanti per la lotta scudetto.
A Cesena Conte chiede ai suoi ragazzi di entrare nella storia, solo la vittoria dello scudetto darà valore a questa stagione che fin qui è al di là di ogni più ottimistica previsione. Stadio Manuzzi esaurito in ogni ordine di posto e romagnoli senza gli ex Iaquinta e Mutu fermi ai box per infortuni, Beretta cercherà di complicare la vita ai bianconeri.

Sull’altro campo interessato, a San Siro Milan – Genoa è una sfida ad alta tensione. Allegri deve per forza vincere, per tenere vivo il sogno scudetto ed allontanare le ombre di Guardiola per la panchina, al contrario sulla sponda genoana il neo – arrivato De Canio, specializzato in salvezze, cerca il primo punto per invertire la tendenza e tenere il Grifone nella massima serie.