Garrone: mi piacerebbe vedere il derby in gradinata

Stile Old English per il numero uno blucerchiato Garrone, alla sua prima stracittadina da quando è succeduto al padre alla presidenza del club. Dopo aver parlato di fatti inaccettabili, in merito alla gazzarra di Firenze nei confronti di Galliani, Garrone ha voluto esprimere un suo desiderio da tifoso. «Per me il derby di domenica vale quattro volte: l’orgoglio cittadino, il riscatto da una partita giocata molto male e ci servono punti perché la Sampdoria non è ancora salva. Per me poi, è in più il primo derby da presidente della Sampdoria».

Garrone sarà in tribuna «perché devo fare il presidente – ha detto – ma la voglia di andare in gradinata sarebbe tanta. La sconfitta con il Palermo? Abbiamo fatto una pessima prestazione. E basta con i chiacchiericci, che lo abbiamo fatto per favorire il Palermo nella corsa salvezza sul Genoa. Siamo una squadra pulita».

Sampdoria: Edoardo Garrone nuovo presidente

Ufficiale il cambio alla guardia del club doriano, lo rende noto in un comunicato ufficiale apparso sul sito : “Riunitosi in data odierna nella sede blucerchiata di piazza Borgo Pila 39, il Consiglio di Amministrazione della società ha nominato Edoardo Garrone quale Presidente dell’U.C. Sampdoria S.p.a. Il Cda ha inoltre ratificato la nomina di Monica Mondini (già consigliere a partire dal maggio 2004) quale Vicepresidente accanto a Fabrizio Parodi e di Paolo Lanzoni quale Consigliere (ruolo già ricoperto nel 2002)”.

Icardi sarà nerazzurro, accordo fra i clubs

Come anticipa sulle sue colonne l’edizione odierna del Corriere dello Sport, Mauro Icardi vestirà a partire dalla prossima estate la maglia dell’Inter. A sancire la definitiva chiusura delle contrattazioni mancano solo le firme sui contratti, ma hanno superato sul filo di lana il Napoli e l’accordo verrà messo nero su bianco nei termini regolamentari nel prossimo mercato estivo.

In termini di cifre si parla di una questione risolta sulla base di un importo che oscilla tra i 12 e i 15 milioni. A variare detto importo sarà il raggiungimento di alcuni bonus inseriti e legati al rendimento del giocatore. Considerando che il club di Garrone aveva acquistato dal Barcellona l’argentino per soli 400.000 euro, si tratterebbe dunque di aver realizzato una plusvalenza da sogno.

La Samp guarda avanti: che domenica sia una festa

Ieri il giorno della tristezza  per la celebrazione dei funerali del patron della squadra blucerchiata, che ha fermato la Genova sportiva e non, vedendo la la partecipazione di tutto il mondo del calcio italiano.

Oggi il figlio Edoardo, sul sito ufficiale, ha voluto scrivere una lettera a tutti i tifosi della Doria : “A nome mio e della mia famiglia intendo ringraziare tutti, tifosi blucerchiati e non, per le manifestazioni d’affetto e di cordoglio ricevute in questi giorni e per la presenza sentita e rispettosa in occasione della giornata di ieri. Domenica la Sampdoria giocherà la prima partita senza mio padre, senza il Presidente. Lui amava Marassi in festa e vorrei fosse ricordato con gioia e allegria. Proprio per questo chiedo ai sampdoriani di onorare la sua memoria riempiendo e colorando di bandiere blucerchiate tutto lo stadio. Sarà, ancora una volta, orgoglioso di voi.  Edoardo Garrone”.

Sampdoria in lutto: è morto il presidente Garrone

Sampdoria in lutto, è morto il presidente Riccardo Garrone all’età di 76 anni, tra due giorni sarebbe stato il suo 77° compleanno. Il patron blucerchiato si è spento alle 19.30 dopo una lunga lotta contro un tumore.

Garrone nel 2002 aveva acquistato la Sampdoria dalla famiglia Mantovani. Aveva assunto giovanissimo la guida della Erg nel 1963, dopo l’improvvisa scomparsa del padre Edoardo, fondatore della società . Sotto la sua guida la piccola raffineria di Genova si è ingrandita, anche a colpi di acquisizioni, sino a diventare il primo gruppo petrolifero privato italiano.

Il presidente Garrone parla ai tifosi: tre punti fondamentali

Il Presidente Garrone, consapevole del momento critico che sta attraversando sotto l’aspetto tecnico la squadra, dopo ben sette sconfitte consecutive, in forte opposizione alle prime giornate del torneo che vedevano i colori blucerchiati nella side A della classifica, si rivolge ai tifosi tramite il sito ufficiale.

Stiamo percorrendo un momento difficoltoso e delicato. Lo vedono tutti e non ci nascondiamo. Veniamo da sette sconfitte consecutive e mai come adesso la squadra ha bisogno di sostegno, di un appoggio che ci conduca sulla strada della vittoria.
Come tutti sanno, il derby è una partita speciale che non necessità di presentazioni. Oggi piu di altre volte quest’incontro assume un’importanza sostanziale, per il morale e per la classifica.
I tre punti sono fondamentali, l’attesa è forte. Dalla squadra mi aspetto il massimo della concentrazione e determinazione. Una guerra sportiva, ma leale. Sugli spalti e sulle gradinate invece, dentro e fuori lo stadio, spero di trovarmi di fronte il calore dei nostri tifosi fantastici che cercheranno di trasportare i ragazzi in campo alla vittoria, nel pieno dei valori e delle regole di questo sport“.

Si scaldano i tifosi doriani: fumogeni prima dell’allenamento pomeridiano

Dopo l’incontro di ieri fra una rappresentanza dei tifosi blucerchiati, mister Ferrara e capitan Gastaldello Alcuni tifosi della Gradinata Sud, durante la seduta pomeridiana della squadra hanno dato vita ad un lancio di petardi ed esposto uno striscione polemico con sopra scritto: “Tutti colpevoli: tirate fuori i c……i”. Dunque il termometro del derby di domenica rischia di registrare già fin d’ora temperature elevate.

Oltre al lancio di fumogeni e petardi, i sostenitori hanno preso di mira i giocatori con cori ironici. Tutto poi è proceduto tranquillamente nel corso dell’allenamento e la truppa blucerchiata agli ordini di Ferrara ha potuto svolgere il proprio lavoro sul campo.

Il Palermo risorge: la Sampdoria affonda. Esonero di Ferrara in arrivo?


Settima sconfitta consecutiva per la Sampdoria che perde anche a Parlermo per 2-0. Una partita senza storia regolata con una doppietta di Dybala (primi goal nel campionato italiano) tutti nel secondo tempo.

Ora il tecnico blucerchiato Ciro Ferrara, autore in campionato di una partenza sprint, rischia seriamente di saltare. Secondo alcune indiscrezioni la dirigenza potrebbe annunciare a breve l’esonero. Tra gli allenatori papabili Delio Rossi, Atzori, Iachini o Beretta. Ora la palla passa al presidente Garrone.

Sampdoria, idea stadio sull’acqua

Da anni Riccardo Garrone vuole costruire nella sua Genova, e l’idea frizzante ed innovativa risalta sulle colonne di Repubblica oggi. Il progetto dello “stadio sull’acqua”, la nuova possibile casa della Sampdoria, sta provando a muoversi e l’idea è di un’arena che non costringa all’abbattimento di Marassi che potrebbe continuare la sua gloriosa esistenza.

L’idea portante è di uno stadio simile nel concetto a quello della Juventus e la zona di Genova utilizzata sarebbe quella compresa fra mare e terra negli spazi della Fiera, che riguarda aree del Comune, dell’autorità portuale, oltre che della stessa società. Attualmente  la zona è occupata per poco più di sessanta giorni all’anno e l’evento principale è il Salone Nautico che si svolge nei primi giorni di settembre.

Cassano dirigente? Forse, in futuro, alla Samp magari

Il ds blucerchiato Pasquale Sensibile ha voluto commentare dagli schermi di “Telenord” le dichiarazioni di Edoardo Garrone, vice presidente vicario del club circa un possibile ritorno a Genova di Antonio Cassano nelle vesti di dirigente: “Credo che  Antonio sia molto concentrato nel fare questo biennio che lo porterà al Mondiale, cosa che glielo auguro. Dopo di che, pur essendo lontano dall’Italia, ho letto le dichiarazioni del presidente, ma conoscendo Antonio, penso che sia ambizioso e, con tutto il rispetto per gli osservatori, credo che Antonio non accetterebbe un ruolo da semplice osservatore. Infatti incomincio a tremare perché non vorrei che incominciasse dal direttore sportivo”, ha commentato l’attuale dirigente, sorridendo.