Euro 2016: biglietti in vendita dal 10 giugno

biglietti

Seppure manchi ancora un anno ad Euro 2016, che si svolgerà in Francia dal 10 giugno al 10 luglio del prossimo anno, UEFA e EURO 2016 SAS (l’ente organizzatore) hanno comunicato le modalità di vendita dei tagliandi per la fase finale. In coincidenza con il countdown fissato ad un anno esatto dalla partita inaugurale, saranno messi in vendita un milione di biglietti per il pubblico neutrale.

I tagliandi potranno essere acquistati solo attraverso il sito EURO2016.com; pertanto saranno disponibili per i tifosi di tutto il mondo. Il sistema prevede che ciascun soggetto, dopo essersi registrato sul portale on-line, potrà richiedere un massimo di 4 tagliandi per ogni partita, un solo match al giorno per ciascun richiedente e nessun obbligo di acquistare più biglietti per sperare di entrare in possesso dei tagliandi di semifinali e finale. Per quanto riguarda invece le aziende, EURO 2016 SAS propone pacchetti – hospitality creati su misura.

Sono 4 le categorie di prezzo dei biglietti: l’UEFA ha voluto adottare una politica di contenimento dei costi per i tifosi. Infatti il tagliando base, corrispondente ad una delle due curve di ciascuno degli stadi di Euro 2016, sarà sempre inferiore a Euro 100, anche in occasione della finalissima di Parigi. Fondamentale sottolineare che i matches in cui la domanda dovesse superare l’offerta, i biglietti verranno assegnati tramite estrazione. Inoltre, a garanzia della neutralità del sorteggio, ciascun richiedente avrà le stesse possibilità di aggiudicarsi un biglietto, indipendentemente dalla data di presentazione della richiesta, sempre che sia stata effettuata dal 10 giugno al 10 luglio 2015.

Nel complesso Euro 2016 vedrà disputarsi 51 partite in 10 stadi, con 24 squadre ammesse alla fase finale per la prima volta. Complessivamente i biglietti disponibili saranno ben 2,5 milioni.

Partita         Cat. 4       Cat. 3       Cat. 2       Cat. 1

Fase a gironi     €25           €55          €105        €145

Ottavi di fin.      €25           €55          €105         €145

Quarti di fin.     €45            €85          €135         €195

Semifinali         €65           €165         €295         €495

Part. inaugur.    €75          €195         €395         €595

Finale                €85          €295         €595         €895

Francia – Brasile 1-3: highlights del match di Parigi

FRANCIA-BRASILE 1-3
Marcatori: 21′ Varane (F), 40′ Oscar (B), 11′ st Neymar (B), 24′ st Luiz Gustavo (B)
Francia (4-3-3): Mandanda; Sagna, Sakho, Varane, Evra; Matuidi (39′ st Giroud), Schneiderlin, Sissoko (29′ st Kondogbia); Valbuena (37′ st Payet), Benzema, Griezmann (29′ st Fekir). A disp.: Costil, Ruffier, Jallet, Koscielny, Tremoulinas, Zouma, Guilavogui, Lacazette. Ct.: Deschamps.
Brasile (4-2-3-1): Jefferson; Danilo, Miranda, Thiago Silva, Filipe Luis; Elias (47′ st Marcelo), Luiz Gustavo (45′ st Fernandinho); Oscar (41′ st Souza), Willian (38′ st Douglas Costa), Neymar; Firmino (43′ st Luiz Adriano). A disp.: Gil, Diego Alves, Paulista, Fabinho, Robinho, Coutinho, Marcelo Grohe. Ct.: Dunga.
Arbitro: Rizzoli

Mondiale Donne 2019: scelta la Francia come sede

E’ stata la Francia ad aggiudicarsi l’assegnazione per la sede dove disputare i Mondiali femminili di calcio nel 2019 da parte della FIFA. Il paese transalpino ha battuto la concorrenza della Corea del Sud e per la prima volta avrà l’onore di ospitare una competizione per nazioni in campo femminile. La Francia dunque prosegue sull’onda lunga che gli ha visto già assegnati gli europei 2016.

St Etienne: il nuovo Calderone per Euro 2016

“Allora preparo per St Etienne“: così Antonio Conte avrebbe risposto al numero uno federale Tavecchio indicando dove deriderebbe situare il ritiro degli Azzurri  in vista della fase finale di Euro 2016 che, salvo sorprese, vedrà la nazionale italiana al via della rassegna continentale per la prima volta a 24 squadre. Anche se al momento non è ancora nota la sede degli incontri dell’Italia, vogliamo mostrarvi alcune caratteristiche dello stadio locale, che si è rifatto in trucco per presentarsi al meglio nel giugno del prossimo anno.

Il Geoffroy-Guichard è uno stadio polifunzionale con una capienza di 35.616 spettatori ed è dedicato principalmente alle partite di calcio, ed la “casa” dei verdi di Francia, così è definita da sempre la squadra locale per via del colore della maglia.
E’ stato in passato teatro di alcune partite del Campionato europeo 1984, dei Mondiali del 98 e della Confederations Cup 2003. Inoltre ha ospitato anche incontri di rugby della Coppa del mondo del 2007: fu un Italia – Scozia, disputato su questo prato e terminato 18-16 per gli scozzesi, il match checostò agli azzurri l’eliminazione dal torneo mondiale.

Inaugurato il 13 settembre 1931, dopo soli 4 giorni, ovvero il 17 settembre si disputò il primo match del St Etienne. Lo stadio è intitolato a Geoffroy-Guichard, imprenditore francese fondatore della catena commerciale Groupe Casino, finanziatore dell’opera. Lo stadio è soprannominato dai tifosi locali “le Chaudron” (“il Calderone”) o “l’enfer vert” (“l’inferno verde”), con riferimento ai colori sociali. Dal punto di vista architettonico in “stile inglese”, cioè è aperto agli angoli, con le quattro tribune, intitolate ad altrettanti giocatori francesi; rispettivamente:

tribuna Charles Paret: 8541 posti
tribuna Jean Snella: 8767 posti
tribuna Pierre Faurand: circa 7500 posti, compresi 18 box per un totale di 1200 posti riservati ai VIP,
tribuna Henri Point: 10315 posti, inclusi 1200 riservati ai tifosi delle squadre ospiti

Curioso che la tifoseria più calda non si posizioni nello stesso settore: i Magic Fans e i Green Angels, questi i due gruppi più importanti, sono situati esattamente di fronte, dietro le due porte. Una squadra italiana ha già avuto modo di saggiare l’opera: infatti il 7 novembre scorso St Etienne  ed Inter si sono affrontate in Europa League in un match valido per il quarto turno del Girone F, incontro terminato con il punteggio di 1-1.

Geograficamente lo stadio si trova nella parte nord della città ed è stato costruito sopra i vecchi tunnel delle miniere ed accanto a una industria di acciaio, tanto che durante le fasi di lavorazione della fabbrica i fumi delle ciminiere attraversavano il campo.

Sarà teatro di 4 incontri della fase finale di Euro 2016 e più precisamente:

14 giugno 2016 ore 21.00 gruppo F
17 giugno 2016 ore 18.00 gruppo D
20 giugno 2016 ore 21.00 gruppo B
25 giugno 2016 ore 15.00 ottavo di finale

Bizzarra barriera: i difensori sulla linea, il portiere in area!

Sulle punizioni gli schemi sono ormai una moltitudine. E’ un classico che la squadra in attacco disponga alcuni suoi giocatori in linea con la barriera in modo da creare un effetto sorpresa per il portiere. Ma stavolta la stranezza arriva dalla difesa: nel match Nizza B – Grenoble valido per il CFA, abbreviazione di Championnat de France amateur, ovvero la quarta serie transalpina, l’estremo difensore della squadra di casa va a posizionarsi in piena area di rigore, lasciando il compito della custodia della porta ai suoi compagni!!.

http://youtu.be/rVyomThNebA

Tino Costa si presenta: voglio portare il Genoa in alto

Per Tino Costa30 anni domani (auguri!) è arrivato prima l’esordio con la maglia del Genoa rispetto alla conferenza stampa di presentazione ed oggi il neo acquisto argentino del Grifone si è presentato ufficialmente alla stampa ed ai tifosi, carico per la nuova avventura nella Serie A italiana. El Canon, questo il soprannome del centrocampista rossoblù, si è così espresso davanti ai media: “Sono molto contento di essere qui e dell’ottimo rapporto che già ho con i miei compagni di squadra e con tutti i tifosi rossoblù. Spero di riuscire ad adattarmi presto al campionato italiano, che è un torneo del tutto nuovo per me. Voglio che il Genoa possa essere sempre più in alto in classifica. Sono argentino e quindi sudamericano, ma la mia formazione calcistica è europea. Ho scelto il numero 20 perché in Francia mi ha portato molta fortuna, spero che possa essere lo stesso anche qui in Italia. Nazionale? Ci penso, ma sono tranquillo. Se sarò convocato nuovamente vorrà dire che avrò fatto molto bene con la mia squadra, che è la cosa più l’importante”.

Adriano: nuova vita al Le Havre (B francese)

L’Imperatore è tornato: Adriano, ex ormai di numerose squadre torna al calcio giocato e lo farà indossando la casacca del Le Havre, club che milita nella Serie B francese, attualmente situato in undicesima posizione. Ad annunciare l’accordo è stato l’ex di Roma, Inter e Parma nella giornata di Natale con un tweet: “Un felice natale per tutti i miei nuovi sostenitori del Le Havre. Sono felicissimo di essere al vostro fianco per una nuova sfida sportiva”

Materazzi difende Zidane: squalifica assurda

Fra Zidane e Materazzi non corre sicuramente buon sangue dal lontano luglio 2006, durante la finale dei Mondiali a Berlino fra Italia e Francia. Ma ormai, essendo entrambi allenatori , per l’ex interista ed ora tecnico in India è sembrato normale intervenire in difesa di Zizou, tecnico del Castilla, ovvero il Real Madrid B, squalificato dalla federazione spagnola per tre mesi a causa della mancanza del patentino di allenatore.

Ai microfoni di Canal Plus, l’ex difensore degli azzurri di Lippi ha dichiarato: “Quando sei un campione come Zidane o Materazzi non c’è bisogno di licenza per allenare. Se hai 25 anni di carriera che bisogno c’è di avere un certificato?”. Tuttavia per il francese, in attesa dell’Appello, la sanzione è stata sospesa.