Polizia inglese risponde a tweet ironico di stupro in Everton – Sunderland

twitter

 

 

 

 

 

 

 

La Polizia del Merseyside è intervenuta in pieno nella polemica virale scatenatasi in Twitter dopo la vittoria sonante dell’Everton contro il Sunderland per 6-2. Nel popolare sociale infatti, ieri pomeriggio si è scatenata l’ironia dei tifosi dei Toffies, felici per il successo tennistico.

Ma il seguente tweet accendeva la polemica: “Buongiorno, vorrei riportare che si è verificato  uno stupro a Goodison Park, Liverpool, il primo novembre alle ore 15.00″, facendo chiaro riferimento alla travolgente vittoria della squadra di casa.

Pochi minuti dopo, arrivava la risposta da parte dell’account ufficiale della Polizia locale: “Nessuno stupro per me, il Sunderland si è presentato con i pantaloni abbassati”. Il messaggio ha subito provocato un’onda d’indignazione, con la richiesta anche dell’immediato licenziamento del responsabile della frase incriminata, così che il tweet è stato eliminato e pubblicato un messaggio di scuse da parte della Polizia.

“Vorremmo scusarci per qualunque eventuale offesa arrecata per i tweets inappropriati per conto della Polizia oggi pomeriggio. Non riflettono i grandi sforzi compiuti dalla Polizia del Merseyside per investigare su gravi delitti sessuali e proteggere le vittime. Un’inchiesta completa è stata avviata in merito all’uso inadeguato di Twitter”.

 

 

 

Ivanovic: da morsicato a morsicatore?

Branislav Ivanovic, difensore del Chelsea, è stato uno di quei giocatori che ha sentito sulla sua pelle i denti di Luis Suarez, l’attaccante  uruguaiano che nel corso della carriera si è esibito in questo poco edificante gesto. Ma stavolta potrebbe essere stato lo stesso Ivanovic ad aver morsicato un avversario. Nel match di ieri sera contro l’Everton, pochi minuti prima del goal vittoria per i blues di Willian, il calciatore slavo ha stretto in una morsa con il braccio McCarthy, afferando poi con i denti la spalla del suo avversario.

Josè Mourinho, intervistato al termine della partita dalla BBC, non ha lasciato spazio alle polemiche: “Non fatemi ridere”. Intanto in giornata la commissione disciplinare della federazione inglese investigherà sull’episodio accaduto durante un momento caldo dell’incontro che ha visto coinvolto i giocatori di entrambe le squadre.

 

Chelsea vince allo scadere: ancora +7 sul City

Vittoria in extremis per il Chelsea di Josè Mourinho: un goal di Willian all’89° permette ai Blues di superare l’Everton e di mantenere invariato il vantaggio in classifica sul Manchester City, vincente sul campo dello Stoke City con un netto 4-1 grazie alle reti di Aguero (doppietta), Nasri e Milner mentre per padroni di casa rete della bandiera di Crouch.

Nel Chelsea da sottolineare l’esordio con il club londinese del’ex Fiorentina Cuadrado, rimasto in campo fino al 7° quando è stato sostituito dallo spagnolo Fabregas.

Eto’o torna “italiano”: ufficiale la firma con la Sampdoria

Ora è ufficiale: Samuel Eto’o è un giocatore della Sampdoria, dopo la firma apposta in calce al contratto che lo lega al club blucerchiato per i prossimi tre anni e mezzo, scadenza giugno 2018. Il centravanti originario del Camerun indosserà la maglia numero 99, che può già vantare il precedente illustre di Antonio Cassano.

E’ stato lo stesso segretario generale della Samp Massimo Ienca ad aver postato il tweet che già da ora fa sognare i tifosi della Doria in chiave Europa. Eto’o lascia il club inglese dell’Everton dopo solo mezza stagione con il ruolino di 3 reti in 14 apparizioni.

Portiere vs Portiere: sfida finale in FA Cup

Arrivare alla lotteria dei rigori significa vedere i portieri diventare i massimi protagonisti: una parata può determinare il passaggio di turno o la vittoria di una coppa. E in FA Cup, la sfida West Ham – Everton vede il portiere degli Hammers Adrian arrivare sul dischetto per provare a battere il suo collega avversario e….

http://youtu.be/luDwf5wX3ZA

Justin Bieber fan dell’Everton?

Justin Bieber è l’idolo delle ragazzine da almeno un quinquennio, seppure sia appena ventenne, ma la star canadese, oltre ad essere artista a tutto tondo , è anche uno sportivo. In alcune foto pubblicate lo scorso weekend sul profilo twitter personale, Bieber ha disputato un torneo amichevole sulle spiagge delle isole Turks e Caicos, un arcipelago corallino dell’oceano Atlantico, indossando una maglietta dell’Everton. Tuttavia i cronisti del quotidiano inglese Daily Mail si sono affrettati a spiegare la cosa con il fatto che il proprietario del complesso residenziale presso il quale è avvenuto l’evento sportivo è Robert Earl, proprietario dei Toffies. Ma la fede calcistica non si può cambiare facilmente, cosa ne dite?

Trasferimento per cause di forza …femminile

Inseguito dai difensori avversari sul campo di gioco e fuori, dalle troppe fans. Così ha rivelato Marouane Fellaini, 25enne centrocampista belga, che seppure militi nell’Everton, squadra di Liverpool, si è visto costretto a trasferire la sua residenza a Manchester.  “Le donne mi stavano assediando, era troppo, e così ora vivo a Manchester” ha rivelato il giocatore -. Lì la gente quasi non mi conosce e tende a trattarmi in modo un pò più rispettoso. Io non voglio essere una star, voglio solo giocare a calcio”.

I tifosi dei Toffies possono stare tranquilli,  nessuna intenzione di lasciare l’Everton. “Ho un contratto fino al 2016 e, se il club vuole, intendo rispettarlo“, ha assicurato Fellaini.

Manchester United che tonfo: l’Everton domina e vince

Arriva van Persie e lo United di Ferguson va sotto subito tre punti in classifica rispetto ai cugini del City. Nel Monday Night della prima giornata di Premier League l’Everton vince per 1-0 una partita dominata dal primo minuto. Solo due legni salvano dalla capitolazione il portiere De Gea ed arriva al 57° il goal vittoria, segnato da Fellaini: angolo di Gibson e colpo di testa vincente del centrocampista belga.

Scarna la reazione da li in avanti; neanche l’ingresso dell’attaccante olandese al 68° cambia le cose. A Goodison Park i toffies fanno festa, per Sir Alex Ferguson, che darà l’addio alla panchina nel 2014, c’è tempo per sistemare  gli ingranaggi.