Mappa del tifo: diminuiscono gli appassionati, la Juve torna ad essere la più antipatica

Gli italiani si scoprono un po’ meno tifosi. Dal sondaggio condotta da Demos in collaborazione con Coop (Associazione Nazionale cooperative di consumatori), tra il 3 e il 7 settembre, emerge infatti che nel 2012 prosegue l’emorragia di chi si professa tifoso, con un calo del 3% rispetto allo scorso anno che porta a -13% il saldo degli ultimi tre anni. La percentuale dei tifosi sul totale è così scesa al 42,9% dal 45,3% del 2011 e dal 55,6% del 2009. Sul totale del campione quelli che si professano tifosi “militanti” sono il 18,4%, “caldi” il 14,2% e “tiepidi” il 10,3%.

Clicca qui  per vedere le Tabelle del sondaggio Demos-Coop.

Milan scalza l’Inter, salgono Roma e Napoli
La Juventus mantiene la testa della classifica come numero di seguaci, anche se la vittoria dello Scudetto non ha impedito la discesa dal 29,2 al 28,5% del totale dei tifosi. Alle sue spalle avvicendamento tra le milanesi con il Milan che acciuffa il 15,8% delle preferenze mentre i nerazzurri scivolano al 14,5% dal 18,6% del 2011 pagando la stagione molto negativa del 2011-2012 dopo i fasti degli ultimi anni. prendono quota invece Napoli (13,2% del totale dal 9% del 2011) e Roma (7,3% dal 6,5%) che nonostante il flop della stagione passata targata Luis Enrique beneficia dell’effetto Zeman e della convincente campagna acquisti.

La Juve torna a essere la più antipatica
Il ritorno alla vittoria della Juventus influenza decisamente la componente di “antipatia” dei bianconeri, tornati in testa con il 26,6% del campione che la addita come squadra più antipatica, percentuale praticamente raddoppiata rispetto al 2011. L’Inter, che di contro non è più la macchina da scudetti negli scorsi anni, è scesa a livello di antipatia dal 19,7% al 12,7%, incalzata dal Milan con il 9,3%.

Bene gli arbitri di porta, ma è quasi plebiscito per moviola in campo
Accoglienza positiva agli arbitri di porta con il 41,2% che ritiene che l’innovazione risolverà molte situazioni dubbie, anche se a un’altra domanda sull’opzione della moviola in campo e dei sensori alle porte i favorevoli sono addirittura l’86% del totale.