De Laurentiis: emozione incontro con Papa Bergoglio

Aurelio De Laurentiis è personaggio istrionico, ma anche molto passionali e le sue emozioni le sa esporre benissimo: e stavolta, in occasione della visita al Santo Padre a Napoli, il numero uno del club azzurro, lo ha incontrato e poi ha espresso le sue sensasioni sul profilo twitter personale

“La visita del Papa a Napoli e’ stato un evento straordinario che ci ricorderemo per tutta la vita. Un’emozione palpabile. Un Papa a contatto con la gente comune, con chi vive un disagio sociale, per far sentir loro la vicinanza della Chiesa

“Una visita che non è stata solo simbolica. Mai come oggi Napoli si è sentita vicina a un Papa. Presto organizzeremo al San Paolo una partita tra il Napoli e il San Lorenzo proprio per Papa Bergoglio, grande appassionato di calcio. La mia speranza è che possa essere presente anche lui. Forse per dare il calcio d’inizio, chissà…”.

De Laurentiis: pronto un grosso acquisto per il 6 gennaio

Aurelio De Laurentiis non si ferma neanche nelle feste natalizie e pansa al suo Napoli, al quale vuol far trovare nella calza della Befana il giocatore necessario per puntare almeno al secondo posto. «Da due mesi stiamo negoziando un contratto, ma non ci danno ancora una risposta il club ed il giocatore. Per l’Epifania dovremmo sapere…»., così il patron dei partenopei ha voluto fare un annuncio parlando ai microfoni di  Kiss Kiss Napoli.

Poi è sceso più nei dettagli delle  motivazioni che lo spingono ad aprire i forzieri : «Non parlo mai di regali, ma di una finalizzazione di ciò che serve. Bisogna considerare che per comprare e vendere bisogna essere in due. Noi vogliamo tizio o caio, ma bisogna anche considerare che dall’altra parta non vogliono vendere o non vogliono venire a Napoli i giocatori, le loro mogli o fidanzate o la famiglia. Ad esempio alcuni giocatori che ci interessano giocano ancora in Champions, ma noi non ci siamo e quindi è ancora interessato a cavalcare questa situazione. Abbiamo un settore scouting bravissimo, una disponibilità economica ed un tecnico bravissimo e se son rose fioriranno, ma non compriamo per comprare. Quando sento messaggi dei sapientoni su chi comprare e sui nostri che fanno schifo…. io invece sono fiero dei miei che ci hanno portato dove siamo e ce li invidiano tutti. Bisogna differenziare tra acquisti prospettici e immediati. Quelli prospettici sono necessari, altrimenti la squadra invecchierà e avremo un’età media di 37 anni. A giugno è più facile intervenire, ma mi piacerebbe intervenire già adesso perché abbiamo l’opportunità economica».

De Magistris: questo Napoli si merita uno stadio nuovo

Il primo cittadino partenopeo Luigi De Magistris è tornato ad affrontare la questione stadio in una trasmissione tv a Canale 9, sottolineando che la giunta cittadina sta facendo i massimi sforzi per portare avanti il progetto.

“Questi giorni sono decisivi, i nostri tecnici stanno lavorando: a fine anno si definirà un accordo, a legge invariata, tra il Comune e il Napoli. Con la legge che c’è attualmente ci sono le condizioni e c’è unità di intenti per trovare un accordo. Ci sono tanti interessi alle spalle del San Paolo: allo stadio si allenano le squadre di atletica, così come si allenano tanti ragazzi nelle varie palestre. Non è solo una questione tra me e il presidente del Napoli. De Laurentiis mi dice che è determinato ad investire nella città, e tra di noi possiamo anche concordare qualcosa. Soprattutto perché questa squadra merita uno stadio all’altezza delle proprie ambizioni”.

Napoli: vertice De Laurentiis – De Magistris per la questione stadio

Sembra essere tornato il sereno sul San Paolo, dopo l’incontro avvenuto fra il patron dei partenopei ed il primo cittadino di Napoli. «Il Napoli resterà al San Paolo», è stato il concetto che Ii presidente De Laurentiis ha evidenziato dopo la conclusione dell’incontro con il sindaco De Magistris . “Sono molto contento perché abbiamo trovato una linea comune di dialogo tra pubblico e privato per costruire qualcosa – ha detto De Laurentiis – le parti hanno deciso di creare un tavolo permanente con da un lato il Calcio Napoli e dall’altro il Comune per la valorizzazione del San Paolo, che significa anche valorizzazione del territorio. Quindi ci riuniremo periodicamente per verificare tutti i problemi del passato, eliminarli e vedere quali saranno le problematiche del futuro per non farci cogliere impreparati”.

Ha poi fatto un prevventivo di quelli che potrebbero essere gli interventi da effettuare per il nuovo stadio San Paolo:  “lo stadio può essere progettato, creato in maniera prefabbricata fuori e portato nell’area del San Paolo”, ricordando che “giochiamo al San Paolo ogni 15 giorni e ci sono periodi da metà maggio a fine agosto in cui se si lavora anche nei giorni feriali è come se si triplicasse il lavoro”.

Il sindaco di Napoli : stadio nuovo è possibile

risposta immediata quella data daI numero uno di Napoli Luigi De Magistris  alle parole del presidente azzurro Aurelio De Laurentiis, che sabato era stato possibilista su un addio del club alla città, con la costruzione di un nuovo stadio a Caserta  in caso di mancata cessione dei diritti sullo stadio San Paolo. ‘L’obiettivo di consentire una riqualificazione seria e forte dell’impianto si raggiungerà. Il presidente sa che da parte nostra c’è la più ampia disponibilità a dare lo stadio, secondo le procedure previste dalla legge che dobbiamo rispettare, a chi fa un investimento economico’, ha dichiarato all’ANSA de Magistris.

Napoli: le trasferte di Champions con la Camo fight

E’ di poche ore fa il comunicato ufficiale con cui il Napoli ha reso noto che la Camo fight, la novità della stagione degli azzurri e voluta fortemente da Luigi De Laurentiis, figlio del presidente Aurelio, ovvero la maglia mimetica, costituirà la divisa ufficiale del Napoli nelle partite di Champions League in trasferta. In quelle casalinghe, i partenopei vestiranno la tradizionale casacca azzurra.

Ora è ufficiale: matrimonio Napoli – Benitez

Come aveva fatto poche ore prima , il patron Aurelio De Laurentiis ha comunicato il nome del nuovo tecnico attraverso il proprio profilo Twitter.

Benitez è il nuovo allenatore, è un uomo di grande esperienza, un leader”, così è stato scritto il tweet del presidente, che ha già anche postato la foto che lo ritrae in compagnia dell’ex tecnico del Chelsea.

De Laurentiis scalda i napoletani: tra poco saprete…

Aurelio de Laurentiis non è solo il patron del club partenopeo ma in primis è uomo di cinema. Se non ha ancora preparato il manifesto per apporvi il viso del nuovo allenatore è soltanto perché sta pensando a qualcosa di esplosivo.

E così si spiega che poco alla volta, fa salire l’acquolina in bocca ai tifosi azzurri; la firma di Rafa Benitez sembra davvero vicina, così pochi minuti fa lo stesso De Laurentiis via Twitter ha dichiarato: «Mi raccomando, il momento si sta per avvicinare e ne vedremo delle belle!».