Manchester United: il trofeo in tournée per il mondo

Il Manchester United ha annunciato di aver organizzato di festeggiare il 20° titolo nazionale portando il trofeo della Premier League in una tournée che prevede 31 destinazioni nel prossimo mese.
Dopo la partenza dalla città dei Red Devils, la coppa prenderà il volo per Rio de Janeiro il prossimo 30 ottobre e da li si sposterà in diverse città fra le quali Dubai, Mumbai, Giakarta, Shanghai, New York, Los Angeles, Singapore, Tokyo, Bangkok, Mosca and Istanbul. I primi trionfatori con la casacca del club inglese Andrew Cole, Denis Irwin, Bryan Robson and Dwight Yorke accompagneranno il trofeo in questo viaggio che vedrà la sponsorizzazione della compagnia DHL.

Oltre alla coppa del campionato inglese, diversi trofei che si trovano al Museo dell’Old Trafford saranno visibili dai fans di tutto il mondo.
Richard Arnold, manager del club ha detto: “Il 20° campionato vinto è una pietra miliare nella storia del club e lo United Trophy Tour, con la partnership di DHL, presenta la fantastica opportunità di celebrare su larga scala questa conquista”. Ed ha proseguito “Il Manchester United ha 659 milioni di appassionati nel mondo ed il tour sarà un’occasione unica per loro di avere a che fare in maniera diretta con la squadra della quale sono tifosi”.

Arriva il trofeo dell’Europa League ad Amsterdam

Evento particolare oggi nella capitale olandese denominata anche la Venezia del Nord. E’ arrivato infatti in città il trofeo, del peso di circa 15 kg, che verrà assegnato nella finale che si svolgerà all’Amsterdam Arena il prossimo 15 maggio. La cerimonia ha avuto luogo presso il famoso palazzo della Borsa di Amsterdam. Gabi, capitano dell’ Atlético di Madrid campione in carica, ha portato il trofeo sul palco e lo ha consegnato nelle mani del Presidente dell’UEFA Michel Platini, che sua volta lo ha affidato al sindaco Eberhard van der Laan. Il trofeo verrà esposto al pubblico fino al giorno della finale.

Roi Michel ha dichiarato: “Di Amsterdam si ricordano le bellissime partite dell’Ajax di Johan Cruyff negli anni ’70”, affermando di essersi ispirato molto nel corso della sua formazione calcistica al mitico fantasista olandese.

 

Il programma della due giorni di Champions

Ecco il calendario della partite di Champions League, i gironi A-B-C E D giocheranno nella giornata odierna, domani toccherà ai restanti gironi E-F-G ed H concludere il 4° turno.

A – Dinamo Kiev – FC Porto Martedì 20:45
A – Paris S-Germain – Dinamo Zagabria Martedì 20:45
B – Schalke 04 – Arsenal Martedì 20:45
B – Olympiacos – Montpellier Martedì 20:45
C – Anderlecht – Zenit San Pietroburgo Martedì 20:45
C – Milan – Málaga Martedì 20:45
D – Manchester City – Ajax Martedì 20:45
D – Real Madrid Madrid – Borussia Dortmund Martedì 20:45
E – Juventus – Nordsjaelland  Mercoledì 07/11 20:45
E – Chelsea – Shakhtar D.  Mercoledì 07/11 20:45
F – Valencia – BATE Borisov  Mercoledì 07/11 20:45
F – Bayern Monaco – Lille  Mercoledì 07/11 20:45
G – Benfica – Spartak Mosca  Mercoledì 07/11 20:45
G – Celtic Glasgow – FC Barcelona  Mercoledì 07/11 20:45
H – Cluj – Galatasaray  Mercoledì 07/11 20:45
H – SC Braga – Manchester United  Mercoledì 07/11 20:45

 

Per una foto in più, una Coppa rovinata


Tre membri del personale di sicurezza del Chelsea sono stati sospesi dopo aver danneggiato il trofeo della Champions League vinto dai blues nel maggio scorso, secondo l’informazione che fornisce il “Daily Mail”.

Le guardie posarono con la coppa per attirare le invidie degli amici ed in tale occasione cadde, rompendosi parte del trofeo. Seppure venne riposizionato, un membro dello staff notò il danneggiamento il giorno seguente e riportò l’informazione ai suoi superiori. Il Chelsea lo inviò immediatamente in fabbrica a Londra perchè venisse riparato.
Il club ha riconosciuto che il personale non era autorizzato a trovarsi nello stadio durante l’orario in cui furono scattate le foto.

Nonostante le squadre vincitrici di un titolo tale importante siano solite sistemarlo in un luogo del tutto sicuro, il club inglese aveva dato il permesso ai differenti dipartimenti di tenere la coppa nei propri uffici a ricompensa del duro lavoro svolto dai più di 400 impiegati. L’incidente ricorda quello occorso a Sergio Ramos del Real Madrid, che in occasione della vittoria della Coppa del Re del 2011, si lasciò sfuggire il trofeo dal bus che portava la squadra in trionfo per le vie della città madrilena.

Per una foto in piu’, una Coppa rovinata


Tre membri del personale di sicurezza del Chelsea sono stati sospesi dopo aver danneggiato il trofeo della Champions League vinto dai blues nel maggio scorso, secondo l’informazione che fornisce il “Daily Mail”.

Le guardie posarono con la coppa per attirare le invidie degli amici ed in tale occasione cadde, rompendosi parte del trofeo. Seppure venne riposizionato, un membro dello staff notò il danneggiamento il giorno seguente e riportò l’informazione ai suoi superiori. Il Chelsea lo inviò immediatamente in fabbrica a Londra perchè venisse riparato.
Il club ha riconosciuto che il personale non era autorizzato a trovarsi nello stadio durante l’orario in cui furono scattate le foto.

Nonostante le squadre vincitrici di un titolo tale importante siano solite sistemarlo in un luogo del tutto sicuro, il club inglese aveva dato il permesso ai differenti dipartimenti di tenere la coppa nei propri uffici a ricompensa del duro lavoro svolto dai più di 400 impiegati. L’incidente ricorda quello occorso a Sergio Ramos del Real Madrid, che in occasione della vittoria della Coppa del Re del 2011, si lasciò sfuggire il trofeo dal bus che portava la squadra in trionfo per le vie della città madrilena.