Marocco riammesso alla Coppa d’Africa 2017

Il Marocco potrà partecipare alla prossima Coppa d’Africa in programma nel 2017. La Confederazione del Calcio Africano (CAF) ha infatti deciso di revocare la squalifica comminata al paese nordafricano dopo il rifiuto di ospitare l’ultima edizione della rassegna continentale dello scorso gennaio.

Il Marocco aveva optato per il rifiuto ad ospitare il torneo in seguito al diffondersi del Virus Ebola, nonostante le rassicurazioni che la CAF aveva espresso. E la squalifica era stata comminata addirittura per le due successive edizioni , 2017 e 2019.

A prendere il posto nell’organizzazione è stata poi la Guinea Equatoriale. Algeria, Gabon e Ghana si sono candidate per ospitare il torneo nel 2017 e mercoledì prossimo, in occasione del sorteggio per la fase di qualificazione, verrà annunciato  il nome del paese ospitante.

 

Robert Kidiaba torna con la moda della danza di vittoria

Il Congo supera la Guinea Equatoriale in Coppa d’Africa e vola in finale e Robert Kidiaba, numero uno della nazionale congolese, rilancia la moda che lo rese celebre durante  il Mondiale per club, ovvero la danza della vitoria che consiste nel saltellare da seduto sul terreno di gioco, ed i suoi compagni non possono che seguirlo nel festeggiamento.

http://youtu.be/5FI0LkDrtk8

Goal con selfie in Coppa d’Africa

Il selfie di Totti nel derby romano ha fatto epoca: è stato ripetuto, senza cellulare anche dopo il goal del vantaggio, siglato dal dischetto con Andre Ayew, del Ghana in Coppa d’Africa contro il Senegal. Tuttavia il festeggiamento è stato solo temporaneo poichè il Senegal è riuscito a ribaltare il punteggio vincendo per 2-1.

http://youtu.be/xStl6QG81aw

Coppa d’Africa 2015: i gironi

Sono stati sorteggiati i gironi della prossima Coppa d’Africa che si giocherà in Guinea Equatoriale dal 17 gennaio all’8 febbraio.

GRUPPO A: Guinea Equatoriale, Burkina Faso, Gabon, Congo
GRUPPO B: Zambia, Tunisia, Capo Verde, Repubblica Democratica del Congo
GRUPPO C: Ghana, Algeria, Sud Africa, Senegal
GRUPPO D: Costa D’Avorio, Mali, Camerun, Guinea

Coppa d’Africa: niente Marocco a causa del virus Ebola

E’ ufficiale la notizia: il timore per il virus Ebola ha portato il Marocco alla decisione di rinunciare all’organizzazione della manifestazione per il prossimo gennaio. Entro la giornata di domani la Caf deciderà se annullare la rassegna o spostare la competizione in un’altra nazione del continente e secondo indiscrezioni al momento solo Nigeria e Ghana si sarebbero dichiarate disposte ad essere paesi ospitanti.

Anche la scorsa rassegna del 2013 vide un cambio di paese: infatti la Libia, a causa delle caduta del regime di Gheddafi, dovette abdicare in favore del Sudafrica.

Coppa d’Africa 2015: il Marocco rinuncia ad organizzarla

Il virus Ebola ha portato già delle modifiche nel mondo del calcio. Per timore nei confronti dell’epidemia, il Marocco, paese organizzatore, ha espresso la rinuncia ad essere la sede della prossima competizione continentale con un comunicato ufficiale diramato in serata.

La Coppa d’Africa dovrebbe celebrarsi nel periodo 17 gennaio – 8 febbraio prossimo, tuttavia la federazione del Marocco ha voluto proporre tre possibili soluzioni: rinviare al gennaio 2016, incaricarsi dell’organizzazione per l’edizione 2017 saltando il biennio oppure rinunciare completamente, lasciando così aperto il campo a possibili sanzioni.

L’organizzazione ha preferito anticipare i tempi, esprimendo il proprio parere, poichè le qualificazione avranno termine nel prossimo mese di novembre, con l’intenzione di evitare al popolo marocchino i rischi di un possibile contagio.

Clamoroso: il ct Keshi vince la Coppa d’Africa e si dimette

A nulla è valsa la vittoria in finale di Coppa d’Africa di ieri. Il ct Stephen Keshi ha infatti comunicato di aver rassegnato le proprie dimissioni alla Federazione a meno di 24 ore dal successo nella rassegna continentale nella finale contro il Burkina Faso. A rendere nota la decisione è stato lo stesso Keshi ai microfoni dell’emittente radiofonica Metro FM; secondo il ct, la Federazione nigeriana aveva deciso di chiudere il rapporto prima dei quarti di finale vinti contro la Costa d’Avorio.