Coutinho, futuro marchiato ancora Liverpool

Coutinho aveva lasciato l’Inter e l’Italia un paio di stagioni fa con molti rimpianti: i nerazzurri pensavano di aver fatto l’affare liberandosi di un giocatore, seppur giovanissimo, che non aveva rispettato le premesse delle vigilia mentre per il brasiliano si aprivano le porte della Premier League con molti dubbi. Eppure Liverpool si è rivelata essere la casa ideale per Coutinho che oggi, a 22 anni, ha rinnovato il contratto con la dirigenza di Anfield Road fino al 2020.

“Significa molto per me. Questo club mi ha dato l’opportunità di giocare e ha creduto in me nonostante nelle mie precedenti esperienze non avessi avuto molte chance. Il Liverpool è una grande famiglia e qui sono felice. È un giorno speciale per me oggi. È un sogno diventato realtà firmare questo contratto”, ha dichiarato dopo la firma l’ex calciatore dell’Inter.

Giovinco saluta la Juve: già da ora al Toronto

Il trasferimento di Sebastian Giovinco al Toronto, sbarcando nel mondo dorato della MLS  avverrà subito, anticipando così di sei mesi la scadenza del contratto. Per l’ex bianconero, che vola in Canada forte di un accordo di 8,6 milioni a stagione per 5 anni, la Juventus ha voluto ringraziarlo sul sito ufficiale con un comunicato:

«Dai campi delle Giovanili bianconere fino al palco dello Juventus Stadium dove ha sollevato due volte il titolo di Campione d’Italia: la storia di Sebastian Giovinco in bianconero ha il sapore della favola. Piedi raffinati e tecnica notevole, la Formica Atomica ha sempre saputo mettere, nel corso di quasi due decadi, il suo talento a disposizione dei successi del gruppo. Fin dal primo momento in cui, ancor prima di compiere dieci anni, vestiva per la prima volta i colori bianconeri. Le sei stagioni nella Prima Squadra nascono da anni di sudore e sacrifici, vissuti fin dalla tenera età, quando iniziava la sua avventura nelle Giovanili della Juve, dove sarebbe cresciuto con i futuri compagni di Serie A Marchisio e De Ceglie. In Primavera vince tutto ed è sempre tra i migliori in campo, tanto da meritarsi la chiamata in Prima Squadra. Il debutto in Serie B, nel 2007, contro il Bologna, è subito impreziosito da un assist per il definitivo 3-1 firmato Trezeguet. Ad Empoli inizia a far parlare di sé anche nel massimo campionato sotto la guida di Gigi Cagni: concluderà la sua prima stagione alla ribalta del calcio italiano con un bottino di sei reti. Inevitabile un primo ritorno in bianconero. Nel debutto da titolare in Champions contro il Bate Borisov si ripete: un altro esordio bagnato da due assist (questa volta a Iaquinta). I due anni trascorsi a Parma ne confermano il talento, tanto da meritarsi la chiamata in Nazionale per l’avventura di Euro 2012. Quindi la Signora sulla sua strada, di nuovo. Il primo dei suoi 20 gol in 132 presenze in bianconero è un pezzo forte del suo repertorio, ovvero il calcio di punizione con cui strega Benussi allo Stadio Via del Mare di Lecce. Il cerchio si chiude idealmente al 5’ dell’ultimo Juventus-Verona di Tim Cup, quando Seba realizza un altro calcio di punizione. Ma quella sera il suo è stato un doppio commiato al popolo bianconero, che lo ha applaudito allo Stadium e lo ha sommerso d’affetto di recente in occasione del suo compleanno. Davanti al pubblico di casa segna infatti di nuovo. E’ doppietta e al momento di lasciare il terreno di gioco restituisce gli applausi alla sua tifoseria. Ora per lui si aprono le porte delle arene MLS: affronterà una nuova avventura umana e professionale con la maglia del Toronto FC. Da tutti noi un sincero in bocca al lupo per la tua nuova sfida. Grazie di tutto, Seba».

Pavia e Adriano: l’Ex Imperatore in Lega Pro ?

L’indiscrezione che girava fra gli operatori di mercato e che alcuni giornali locali avevano riportato nelle ultime ore, volevano che il Pavia, capoclassifica nel girone A di Lega Pro ed Adriano, ex di numerose squadre fra cui Inter, Parma, Fiorentina e Roma, avessero trovato l’accordo per un contratto grazie ai capitali del presidente cinese Xiadong Zhu. Addirittura si diceva che l’ex Imperatore fosse stato intravisto nella città lombarda, sicuramente nelle prossime ore sarà svelato il mistero del rientro in Italia dell’ormai attaccante 33enne.

Eto’o torna “italiano”: ufficiale la firma con la Sampdoria

Ora è ufficiale: Samuel Eto’o è un giocatore della Sampdoria, dopo la firma apposta in calce al contratto che lo lega al club blucerchiato per i prossimi tre anni e mezzo, scadenza giugno 2018. Il centravanti originario del Camerun indosserà la maglia numero 99, che può già vantare il precedente illustre di Antonio Cassano.

E’ stato lo stesso segretario generale della Samp Massimo Ienca ad aver postato il tweet che già da ora fa sognare i tifosi della Doria in chiave Europa. Eto’o lascia il club inglese dell’Everton dopo solo mezza stagione con il ruolino di 3 reti in 14 apparizioni.

Manchester United: in un tweet la nuova maglia

Potenza dei social: il Manchester United ha postato con un tweet l’immagine della maglia che verrà indossata dai Red Devils nella prossima stagione 2015-2016. A dire la vertià si tratta di un’idea che forse, per motivi di marketing, è stata immessa nel mondo virtuale per testarne la validità presso i fans. Per la prima volta infatti il brand che realizzerà le divise sarà l’Adidas, dopo un legame che il club aveva mantenuto con Nike per ben 13 anni.

L’importo del contratto di sponsorizzazione è pari alla cifra monstre di 750 milioni di sterline, al cambio attuale circa 968 milioni di euro, e della durata di 10 anni.

Inter: Shaqiri è tuo!

Accordo concluso fra l’Inter ed lo svizzero Shaqiri: il giocatore, ora in forza al Bayern Monaco, vestirà la maglia nerazzurra fino a giugno con la formula del prestito con obbligo di riscatto. La conferma è arrivata dopo l’assenza del giocatore all’allenamento dei bavaresi ed al conseguente tweet, sotto riportato, della società del presidente Thorir.

«@Inter_Channel: “Accordo totale tra #Inter e @FCBayern per l’arrivo di @XS_11official in nerazzurro. Mancano solo le firme” #ForzaInter”.

Florenzi, il rinnovo lo carica: sputeremo sangue

Fresco di rinnovo di contratto con la Roma fino al 2019, Alessandro Florenzi ha grande voglia di riprendere a correre sulla fascia da subito, rincora che mira al traguardo tricolore, ed i tre punti di distacco dallo Juventus capoclassifica non fanno altro che accendere il suo ardore.

Così a  Sky Sport24 ha espresso la carica agonistica: “Non vincere lo scudetto sicuramente sarebbe una delusione forte, ma non un mezzo fallimento come ha detto Allegri. Noi però ci crediamo e lo vogliamo fortemente anche per la città e per i tifosi”. Ed ha aggiunto: “Ci siamo messi in testa di vincere il tricolore, vogliamo cercare di arrivarci fino all’ultima giornata sputando sangue in ogni partita”.

In Svezia dicono: Ibra alla Roma a giugno

Spara un titolo a nove colonne il quotidiano svedese Aftonbladet che in tema di calciomercato, azzarda un’ipotesi : l’asso Zlatan Ibrahimovic non rinnoverebbe a giugno il contratto con scadenza 2016 con il PSG per tornare in Italia, vestendo la maglia della Roma. “E’ il posto ideale per lui. In quell’ambiente così caldo e appassionato potrebbe finire nel modo migliore la sua incredibile carriera. Per molti tifosi sarebbe un sogno vedere Zlatan giocare in Premier League, ma l’Inghilterra per lui sarebbe stata l’ideale sette anni fa, non oggi. Ibra, invece, potrebbe tornare in Italia, dopo le esperienze alla Juve, all’Inter e al Milan. La serie A lo ha trasformato in un uomo e lì i tifosi lo hanno sempre amato, soprattutto per la sua caparbietà e sfrontatezza. Può sembrare un sogno irrealizzabile ma solo apparentemente. Sappiamo che in Italia non circolano più molti soldi ma Ibra ormai è un calciatore ricchissimo e potrebbe sorprendere tutti scegliendo una destinazione senza incrementare il suo conto in banca”.

Adriano: nuova vita al Le Havre (B francese)

L’Imperatore è tornato: Adriano, ex ormai di numerose squadre torna al calcio giocato e lo farà indossando la casacca del Le Havre, club che milita nella Serie B francese, attualmente situato in undicesima posizione. Ad annunciare l’accordo è stato l’ex di Roma, Inter e Parma nella giornata di Natale con un tweet: “Un felice natale per tutti i miei nuovi sostenitori del Le Havre. Sono felicissimo di essere al vostro fianco per una nuova sfida sportiva”

Raul: finalmente si realizza il sogno di giocare con i Cosmos

Raul è esaltatissimo all’idea di poter vestire la maglia bianca dei mitici Cosmos di New York, cosa già fatta in passato da assolute stelle del firmamento mondiale del calcio come Pelè e Beckenbauer. Nella conferenza stampa tenutasi nella Grande Mela, lo spagnolo ha espresso così tutta la sua gioia: “Era proprio quello che volevo per chiudere la mia carriera, ho sempre avuto il desiderio di giocare negli Stati Uniti. Ci sono pochi club che hanno la storia dei New York Cosmos e non c’è città bella come New York. Voglio essere parte di questo progetto, giocando e aiutando lo sviluppo dell’accademia giovanile”, possibilità prevista dal contratto biennale siglato dall’ex Real Madrid.

I Cosmos nella prossima stagione disputeranno la North American Soccer League (NASL), la seconda categoria per imporrtanza del calcio statunitense dopo la MLS.