Mourinho: se Chelsea non vince, prendono in giro baby-tifosi a scuola

bambino

Qualche anno fa, esattamente nel 2012, un bambino di nome Filippo, si presentò a  San Siro con un cartello simpatico che invitava i giocatori dell’Inter a fare di tutto per vincere le partite. L’altro giorno, in un periodo nero per il Chelsea, Josè Mourinho ha richiamato alla memoria quel messaggio, quando a caldo, dopo il match di Champions League vinto con fatica all’84° minuto in casa contro la Dynamo Kiev, ha dichiarato che il suo più grosso desiderio era fermare la serie nera per “aiutare” i giovani tifosi dei Blues: “E’ facile per i bambini andare a scuola con la maglietta del Chelsea quando si vincono le partite. Non lo è quando si perde, quando probabilmente vengono presi in giro dagli altri bambini che tifano per le squadre che hanno invece vinto”.

 

 

Le 10 frasi famose di Josè Mourinho

mourinho

 

 

Mentre il suo Chelsea “balbetta” in Premier League, Josè Mourinho, lo “Special One”, non vuole mai uscire dal palcoscenico. Dopo le ultime dichiarazioni ai media inglesi, secondo cui Mou vorrebbe evitare d’ora in poi di parlare, facciamo un ripasso della Top Ten delle sue frasi rimaste scolpite.

«Vi prego di non chiamarmi arrogante, ma sono campione d’Europa e credo di essere speciale» –2004 – Conferenza di presentazione al Chelsea

«Wenger ha un vero problema con noi e credo che lui sia quello che in Inghilterra si chiama voyeur. Gli piace guardare» – 2005

«Ma io non sono un pirla» – 2008 – Conferenza di presentazione, in risposta ad una domanda su Lampard

«Lo Monaco? Io conosco il monaco del Tibet, il Principato di Monaco, il Bayern Monaco, il Gran Prix di Monaco. Non ne conosco altri» – 2008

«A me non piace la prostituzione intellettuale, a me piace l’onestà intellettuale» – 2009

«Io parlo con la stampa perché sono obbligato. Spalletti parla prima della partita, parla durante l’intervallo e parla dopo la partita: è “primetime”, è amico di tutti» – 2009

«Due per noi e zero per gli altri, dico questo con la stessa tranquillità di chi accetterebbe “Inter zeru tituli”, due per noi e uno per la Lazio, per la Juve zero e Milan zero, però questo è il calcio» – 2009

«Nella storia della Champions c’è un solo club e un solo allenatore che erano sul tre a zero e hanno perso la finale» – 2010

«Cruijff dice che non sono un esempio per i giovani? Non ricordo una mia squadra che ha perso e i miei avversari non hanno potuto festeggiare in campo perché avevamo azionato gli idranti» – 2010 – Riferito al Barcellona

«Sarei un mediocre? Rispetto le opinioni di tutti, anche quelle di Zeman. Scusi, ma dove gioca questo Zeman? Lo cercherò su google» – 2012

Gaffe clamorosa: completo Manchester United anni 80 con pantaloni del Chelsea

manchester

Clamorosa gaffe dell’Adidas: nel proporre una tuta versione anno 80 del Manchester United, la marca delle “tre bande” ha postato come foto del prodotto sullo store ufficiale una divisa con i pantaloni del Chelsea!

L’immagine è diventata ben presto virale, tanto che è stata rimossa….quel che ne rimane è uno dei tanti screenshots che sono girati in Rete nelle ultime ore.

Ivanovic s’infortuna? Tifosi del Chelsea se la ridono

Branislav-Ivanovic-Chelsea

Branislav Ivanovic, difensore della nazionale della Serbia, è stato sostituito nel corso del match contro l‘Albania in seguito ad un infortunio. Il giocatore del Chelsea ha subito una lesione muscolare ed al momento la prognosi non è stata ancora ben definita. Tuttavia i tifosi dei Blues pare l’abbiano presa sul ridere, vedendo i post ed i meme apparsi nel mondo di Internet.

In Rete infatti si sprecano le battute tipo “Le cose migliorano per il Chelsea e Mourinho, Ivanovic si è infortunato”, “la lesione di Ivanovic è una pessima notizia….per i rivali del Chelsea, sono alcune delle reazioni segnalate.

iva

Chelsea conferma Mourinho come allenatore dei Blues

File photo dated 26-09-2015 of Chelsea manager Jose Mourinho before the Barclays Premier League match at St James' Park, Newcastle. PRESS ASSOCIATION Photo. Issue date: Sunday October 4, 2015. Chelsea manager Jose Mourinho is anticipating a Football Association summons after Saturday's loss to Southampton, whether he is sacked or not. See PA story SOCCER Chelsea. Photo credit should read Owen Humphreys/PA Wire.

Altra sconfitta per il Chelsea di Mourinho nel week end di Premier League contro il Southampton, che segue al rovescio per 2-1 in Portogallo contro il Porto in Champions League. E la dirigenza dei Blues ha voluto diramare un comunicato ufficiale pubblicandolo sul sito del club per allontanare ogni ipotesi (temporanea?) di allontanamento di Mou dalla panchina della squadra campione in carica., un comportamento decisamente inusuale per una squadra di spessore come il club guidato da Abramovich.

Ecco il testo: “Il club intende rendere noto che Josè continua avendo tutto il nostro appoggio. Come Josè ha dichiarato, i risultati non sono stati sufficientemente buoni e le prestazioni della squadra devono migliorare. Senza dubbio, crediamo che abbiamo l’allenatore adeguato per voltare l’andamento della situazione della stagione ed ha a disposizione la squadra per farlo”.

 

Chelsea: offerta shock per usare Wembley

Wembley-Stadium-in-UK_Aerial-view_5495
Il Chelsea ha presentato un offerta pari a 11 milioni di sterline (circa 15 milioni euro) all’anno per utilizzare il Wembley Stadium, come casa temporanea in sostituzione di Stamford Bridge, sottoposto a lavori di ammodernamento. L’offerta dei Blues supera quella dei rivali del Tottenham, fissata a soli 8 milioni che avrebbero bisogno di uno stadio alternativo a partire dal 2017, quando daranno il via alla ristrutturazione di White Hart Lane.

Secondo il Times, il Chelsea avrebbero sparato subito alto, in modo da avere una sede fissa per il triennio che partirà dalla stagione 2017-18.
E bene ricordare che nessuno dei clubs di Premier League potrebbe utilizzare la piena capienza di 90.000 posti a causa del limite del numero di eventi che possono essere tenuti preso il mitico stadio londinese.. Ma come rivela il portale inglese Sportsmail, le restrizioni possono essere aggirate limitando a 50.000 posti la capienza, ottenibile chiudendo l’accesso all’anello superiore.

Nelle scorse settimane Roman Abramovich aveva presentato la nuova casa dei Blues, un vecchio pallino del magnate russo: sulle ceneri di Stamford Bridge sorgerebbe un’arena di 60.000 posti (adesso sono 41.000) ad immagine e  somiglianza della Cattedrale di Westminster, con un costo impressionante stimato in circa 700 milioni di euro!

Bradford City: maglia 2015-16

Originale disegno a trama rosso-arancione per la nuova divisa del Bradford City, club inglese militante in League One, la nostra lega Pro e balzato agli onori della cronaca nel mese di gennaio quando in Fa Cup, nel quarto turno, riuscì a recuperare addirittura un doppio svantaggio allo Stamford Bridge contro il Chelsea, trionfando per 4-2 ed eliminando i Blues dall’importante competizione anglosassone.