Napoli – Cesena : Ultimo treno per la Champions

napoli cesena

Posticipo serale davvero interessante quello che ci offre la 36-esima giornata della Serie A nel quale si scontreranno Napoli e Cesena. I partenopei in casa inseguono il quarto successo consecutivo che li proietterebbe a 3 punti dalla Lazio, il Cesena però, squadra ormai retrocessa, cercherà di dar filo da torcere ai partenopei. Benitez partirà col 4-2-3-1: a salvaguardare la porta ci sarà Andujar, in difesa Britos partirà titolare accompagnato dallo spagnolo Albiol, come terzini troveremo la coppia Maggio – Ghoulam; il centrocampo sarà quello che permetterà al Napoli di imbastire un azione offensiva, come mediani Inler- D.Lopez con il compito di scaricare palla al trio Mertens – Hamsik – Callejon, quest’ultimi dovranno inventare e sfornare assist al “Pipita” Higuain.

Di Carlo cercherà di ostacolare il Napoli schierando il 4-2-3-1: in porta ci sarà Agliardi, la coppia difensiva sarà Capelli – Kranjic mentre sulle fasce troveremo Perico e Renzetti; il centrocampo sarà il perno di qualsiasi manovra del Cesena con Mudingayi – Cascione come mediani, e il trio offensivo composto da Defrel – Brienza – Carbonero, che dovranno ricever palla e con le loro qualità tecniche dovranno offrire assist al colosso Djuric. All’andata i Partenopei calarono il poker vincendo per 4-1 al Manuzzi. Il Cesena al San Paolo non ha mai portato a casa i 3 punti, ma chissà che questa sera la banda Di Carlo non farà un piccolo scherzetto?

Autore: Claudio Micalizzi

Inter – Cesena 1-1: la disperazione di Mancini

Inter-Cesena 1-1

MARCATORE: Defrel (C) al 30′ p.t.; Palacio (I) al 3′ s.t.
INTER (4-3-1-2): Handanovic; D’Ambrosio, Ranocchia, Andreolli, Dodò (dal 17′ s.t. Santon); Guarin, Medel, Kuzmanovic; Shaqiri (dal 24′ p.t. Kovacic); Palacio, Icardi. (Carrizo, Berni, Felipe, Campagnaro, Brozovic, Obi, Hernanes, Podolski, Puscas). All. Mancini.
CESENA (4-3-1-2): Leali; Perico, Capelli, Krajnc, Magnusson; Giorgi, Mudingayi (dal 35′ s.t. Cascione), De Feudis (dal 29′ s.t. Pulzetti); Carbonero; Defrel, Djuric (dal 35′ s.t. Rodriguez). (Agliardi, Bressan, Volta, Nica, Gaiola, Moncini, Brienza, Succi). All. Di Carlo.
ARBITRO: Gervasoni di Mantova
NOTE: ammoniti Defrel (C) e Ranocchia (I) per gioco scorretto

Inter – Cesena 1988/89: il goal lampo di Matteoli

Nell’anno dello scudetto dei records, L’inter di Giovanni Trapattoni affrontò alla settima giornata il Cesena. Finì 1-0 per i nerazzurri con un goal lampo di Gianfranco Matteoli, uno degli uomini chiavi di quella squadra che stabilì diversi primati per i campionati a 18 squadre. Le rete, cronometrata a 9.90 dal fischio d’inizio diventerà la rete più rapida segnata in Serie A, superando il precedente primato appartenente a Tullio Ghersetich, che il 18 gennaio 1953 aveva impiegato per segnare con la maglia della Fiorentina nel match contro il Como solo 10 secondi.

Il primato poi passerà prima a Marco Branca che in Udinese – Fiorentina 4-0 del 10 gennaio 1993 realizzerà dopo 9.10 secondi ed infine all’attuale primatista Paolo Poggi che aprì le marcature con la maglia del Piacenza all’Artemio Franchi contro la Fiorentina il 2 dicembre 2001 nella vittoria esterna dei biancorossi, siglando dopo 8.90 secondi.

Inter-Cesena 1-0 (1-0)

Rete: 1’ Matteoli.

Inter: Zenga; Bergomi, Brehme; Matteoli, R. Ferri, Verdelli; Alessandro Bianchi (71’ G. Baresi), Berti, Diaz (75’ Fanna), Matthäus, Serena. (Malgioglio, Galvani, Paolino) – All.: Trapattoni.

Cesena: S. Rossi; Chiti, Leoni (17’ Limido); Bordin, Calcaterra, Jozic; Masolini (68’ Aselli), Piraccini, Traini, Domini, Holmqvist. (Aliboni, Gelain, Casadei) – All.: Bigon.

Arbitro: Amendolia (Messina).

Classifica – Inter 13; Napoli e Sampdoria 11; Juventus 9; Atalanta, Fiorentina, Lazio e Milan 8; Pescara e Roma 7; Como, Torino e Verona 6; Lecce 5; Pisa 4; Ascoli, Bologna e Cesena 3.

Mutu: stop al calcio nel giorno del compleanno

Compiere 36 anni e smettere con il calcio giocato: questo il compleanno di Adrian Mutu, giramondo del pallone che in Italia ha vestito le maglie di Inter, Verona, Juventus, Fiorentina e Cesena ha salutato in occasione di un programma televisivo della tv romena che lo aveva contattato per fargli gli auguri. Tuttavia Mutu ha preferito glissare ed in maniera molto salomonica ha dichiarato: «Non voglio più parlare di calcio, mi sono ritirato», sancendo di fatto l’addio dopo che il giocatore era svincolato da settembre.

Napoli: contro il Cesena già disponibile Strinic

Il mercato di gennaio del Napoli ha già portato in dote a mister Rafa Benitez due acquisti di peso: il croato Strinic e l’attaccante proveniente dalla Sampdoria Manolo Gabbiadini. Se l’ex bomber blucerchiato è out causa il turno di squalifica da scontare, per il difensore proveniente dal  Dnipro è già ora per dimostrare che la dirigenza azzurra ha visto giusto Questa la lista completa dei giocatori convocati per la sfida delle ore 18.00 contro il Cesena allo stadio Manuzzi : Rafael, Andujar, Colombo; Maggio, Mesto, Britos, Strinic, Henrique, Albiol, Koulibaly; Radosevic, Inler, Jorginho, David Lopez, Gargano, Hamsik, De Guzman; Callejon, Mertens, Higuain, Duvan Zapata.

Colantuono non è a rischio, giura Percassi

Vittoria in rimonta nel pomeriggio di domenica a Bergamo conto il Cesena. Doppio svantaggio dimezzato sul finire della prima frazione di gioco e sorpasso effettuato nei secondi 45 minuti che hanno ridato fiato all’Atalanta di Colantuono, in bilico per la situazione pericolosa di classifica degli orobici. Ma in giornata il numero uno bergamasco Percassi ha spento ogni voce di esonero , a breve perlomeno, ed ha anzi dedicato i suoi pensieri alla finestra di mercato del prossimo gennaio rilasciando ai microfoni di Bergamo Tv le sue impressioni:  “Colantuono rischia? E’ il nostro allenatore e ha un contratto sino al 2017: non si muove di qui. Esonero in caso di sconfitta con il Cesena? Lo escludo. Non mi aspettavo un avvio così difficile, ma se guardo al campionato di Torino, Parma o Verona, penso che è facile passare da una stagione esaltante ad una da incubo. Festeggiamo per questi tre punti con i romagnoli e guardiamo avanti. Raimondi? Sia io che mio figlio Luca abbiamo parlato con lui: presto ufficializzeremo il rinnovo. È un calciatore importante, ma soprattutto un grande uomo. Un esempio per il gruppo. Mercato? Sicuramente ci muoveremo per sostituire Estigarribia e Raimondi, il cui campionato è già finito. Poi ragioneremo anche su altre situazioni… Gilardino? È un calciatore che stiamo valutando”.

Gasperini: per il Genoa è un magic moment

E’ un momento magico quello che sta vivendo il Genoa guidato da Gianpiero Gasperini, che sempre più spesso viene definito dalla stampa e dai tifosi come l’allenatore da Genoa. e dopo il successo in trasferta a Cesena, la compagine del Grifone si trova in piena zona Europa League, un sogno alla vigila del torneo. «Genova sta vivendo una fase calcistica stupenda. Il mio desiderio è quella di farla durare più a lungo possibile», ha dichiarato ai microfoni di Radio Anch’io lo sport il tecnico genoano.

Cesena – Genoa : no alla trasferta libera?

Il match di domenica prossima allo stadio Manuzzi di Cesena potrebbe presentare  la curva ospiti solo con i tifosi del Genoa “tesserati”: a scriverlo è il Corriere Mercantile di Genova che, a quanto riporta, seppure vi sia stata formale richiesta della società genoana di permettere l’acceso anche ai tifosi non in possesso della Tessera del Tifoso, dovrebbero vedersi negata la possibilità dalle autorità di pubblica sicurezza in conseguenza di vecchi rancori sorti fra le due tifoserie a nel periodo a cavallo fra gli 80 e 90. Nella giornata di giovedì dovrebbe arrivare il comunicato ufficiale in merito.

Torna la famiglia Lugaresi a Cesena: il figlio Giorgio presidente

Si chiude l’era Campedelli a Cesena. Dopo la promozione in serie A e due tornei, il primo ottimo, il secondo marchiato da una retrocessione all’ultimo posto, i bianconeri romagnoli vedono tornare a sedersi sul posto più alto della società la famiglia Lugaresi. Dopo gli anni del padre Edmeo, questa è la volta del figlio Giorgio, che aveva preso le redini della società nel 2002 fino al dicembre 2007.

Nel frattempo sono arrivate le dimissioni di Igor Campedelli e sul sito ufficiale del Cesena è stato pubblicato il comunicato che annuncia il passaggio di proprietà: ”

Oggi Igor Campedelli ha rassegnato le dimissioni, con effetto da mercoledì 17 aprile, da Presidente e consigliere d’amministrazione dell’AC Cesena Spa. Giorgio Lugaresi prenderà il suo posto nel CDA e contestualmente è stata convocata per mercoledì 24 aprile alle 18:30 presso lo stadio Manuzzi un’assemblea ordinaria con il seguente ordine del giorno:

1. Determinazione del numero dei membri del consiglio di amministrazione, nomina dei componenti del Consiglio di Amministrazione, deliberazioni inerenti e conseguenti;
2. Nomina del Presidente del Consiglio di Amministrazione;
3. Varie ed eventuali.

In seconda convocazione l’assemblea sarà tenuta il giorno 26 aprile 2013, stesso luogo e ora”.