Il goal del 3-2 momentaneo di Palacio in Celtic – Inter

Celtic (4-2-3-1): Gordon; Matthews (36′ st Ambrose), Denayer, Van Dijk, Izaguirre; Brown, Biton; Mackay-Steven, Johansen, Armstrong (30′ st Henderson); Griffiths (30′ st Guidetti). A disp.: Zaluska, McGregor, Wakaso, Scepovic. All.: Deila Inter (4-3-1-2): Carrizo; Campagnaro, Ranocchia, Juan Jesus, Santon; Guarin, … Continua a leggere

1967 , il Celtic batte l’Inter 2-1 e vince la Coppa dei Campioni

La Coppa dei Campioni 1966/67, dodicesima edizione del torneo, vide la partecipazione di 33 squadre del continente: la manifestazione raggiungeva così l’universalità completa di tutte le trentadue federazioni europea ad esclusione del Galles che era l’unico paese a non avere un torneo nazionale. Fu la prima volta che una squadra anglosassone si aggiudicò la competizione, ma a sorpresa non fu una compagine inglese ad alzare al cielo la coppa dalle grandi orecchie. Furono infatti gli scozzesi del Celtic a trionfare nella finale di Lisbona contro l’Inter di Moratti (Angelo) e Helenio Herrera. La curiosità è che l’intera rosa della squadra biancoverde era nata nel raggio di 50 km di Glasgow.

Questo il cammino dei vincitori
Celtic – Zurigo               2 – 0      3 – 0
Nantes – Celtic             1 – 3       1 – 3
FK Vojvodina – Celtic    1 – 0      0 – 2
Celtic – Dukla Praga      3 – 1      0 – 0
IL TABELLINO

 

Lisbona, 25 maggio 1967                                                                                                 Inter – Celtic 1-2
INTER: Sarti, Burgnich, Facchetti, Bedin, Guarneri, Picchi, Domenghini, Mazzola, Cappellini, Bicicli, Corso. All.: Herrera
CELTIC: Simpson, Craig, Gemmell, Murdoch, McNeill, Clark, Johnstone, Wallace, Chalmers, Auld, Lennox. All.: Stein
RETI: 7’ Mazzola (rig.), 63’ Gemmell, 84’ Chalmers

 

Barbara Berlusconi ai giocatori: A Glasgow date tutto quello che avete

Si appella all’orgoglio rossonero Barbara Berlusconi, pronta ad entrare in scena nella prossima primavera nelle stanze dei bottoni , o forse anche prima,che ha voluto rivolgere alla squadra prima della partenza per Glasgow, dove domani sera affronterà in un match decisivo il Celtic per il passaggio del turno.

Secondo le indiscrezioni raccolte da Sportmediaset, la figlia del patron milanista , intrattenutasi con il gruppo ed il tecnico Allegri a pranzo presso il centro sportivo di Milanello, avrebbe chiesto il cento per cento nel match nel caldo stadio scozzese: «Date tutto quello che avete per il passaggio del turno agli ottavi di Champions League»

Galliani: Balotelli si prenda le sue responsabilità

Vigilia importante quella del Milan nella capitale olandese: dopo la vittoria contro il Celtic di 15 giorni fa, un risultato positivo contro l‘Ajax potrebbe mettere i rossoneri in una posizione tranquilla in classifica ma per Galliani è ancora l’attaccante l’argomento più importante: “Balotelli deve gestire le proprie reazioni  ma è anche vero che chi ha il compito di tutelare i giocatori deve farlo, bisogna iniziare a buttare fuori chi fa i fallacci. C’è troppa disparità. A chi fa un brutto fallo non succede nulla, un altro dice una parola e viene squalificato. Questa situazione è un pò troppo sbilanciata, il calcio deve tutelare chi gioca”. In merito ai numerosi infortunati, tra cui c’è anche Kakà: “Per la sfida contro il Barcellona recupereremo tutti gli infortunati”.

Quagliarella eroe di serata: assist e goal

Ai microfoni di Sky , nel dopo gara, Fabio Quagliarella si mostra ben felice della prestazione, seppure in questa stagione stia vedendo il campo con il contagocce.

Da quanto tempo non facevi 90 minuti?
“Non lo so, per me era importante perchè ci tengo a farmi trovare sempre pronto quando vengo chiamato in causa. Ho provato in tutti i modi a fare una bella partita, ho fatto anche gol e sono contento”.
Ed hai propiziato anche il gol di Matri
“Gli ho detto di andarci sempre perchè così da tutto storto sono pochi che provano a tirare, io si. E’ stato bravo a crederci perchè il tiro era forte”.
Con un gol ogni 94 minuti sei l’attaccante più prolifico della squadra:
“Sono contento, come ho detto prima quando vengo chiamato in causa ci tengo a fare non bene ma benissimo, a volte ci riesce a volte no”.

Juve: 2-0 al Celtic e sono quarti di finale dopo 7 anni

JUVENTUS-CELTIC: 2-0
Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Marrone, Bonucci ; Padoin, Vidal (67′ Isla), Pirlo (68′ Giaccherini ), Pogba, Peluso (58′ Asamoah ); Matri, Quagliarella. A disp.: Storari, Vucinic, Giovinco, Chiellini. All.: Conte.
Celtic (4-2-3-1): Forster; Matthews (52′ Forrest), Wilson, Wanyama (46′ Ambrose ), Izaguirre; Commons (73′ Lassad ), Kayal , Ledley, Mulgrew; Samaras, Hooper. A disp.: Zaluska, Miku, Stokes, McGeouch. All.: Lennon.
Arbitro: Aydinus (Turchia)
Marcatori: 24′ Matri, 65′ Quagliarella
Note: ammoniti: Peluso (J), Izaguirre (C); espulsi: –

Juventus – Celtic: le formazioni ufficiali

Le formazioni UFFICIALI del match in programma alle 20.45 allo Juventus Stadium
Juventus (3-5-2) Buffon; Barzagli, Marrone, Bonucci; Padoin, Vidal, Pirlo, Pogba, Peluso; Quagliarella, Matri. A disposizione: Storari, Vucinic, Giovinco, Asamoah, Giaccherini, Chiellini, Isla. Allenatore: Conte.
Celtic (4-4-2): Forster; Matthews, Wilson, Wanyama, Izaguirre; Samaras, Kayal, Ledley, Mulgrew; Commons, Hooper. A disposizione: Zaluska, Ambrose, Miku, Stokes, Lassad, McGeouch, Forrest. Allenatore: Lennon.

Arbitro: Aydinus (Turchia)