Mondiale Donne: allenatore Cina disturba avversaria

coppa del mondo donne

Coppa del Mondo di calcio femminile in pieno svolgimento in Canada. Il match del girone eliminatorio Cina – Nuova Zelanda vede un curioso episodio: l’allenatore della nazionale asiatica, in pieno recupero, ostacola un’avversaria intenta a riprendere il gioco in modo rapido. Il punteggio di 2-2, che sarà anche quello finale, porterebbe all’eliminazione della nazionale dell’Oceania e…..

Giovinco saluta la Juve: già da ora al Toronto

Il trasferimento di Sebastian Giovinco al Toronto, sbarcando nel mondo dorato della MLS  avverrà subito, anticipando così di sei mesi la scadenza del contratto. Per l’ex bianconero, che vola in Canada forte di un accordo di 8,6 milioni a stagione per 5 anni, la Juventus ha voluto ringraziarlo sul sito ufficiale con un comunicato:

«Dai campi delle Giovanili bianconere fino al palco dello Juventus Stadium dove ha sollevato due volte il titolo di Campione d’Italia: la storia di Sebastian Giovinco in bianconero ha il sapore della favola. Piedi raffinati e tecnica notevole, la Formica Atomica ha sempre saputo mettere, nel corso di quasi due decadi, il suo talento a disposizione dei successi del gruppo. Fin dal primo momento in cui, ancor prima di compiere dieci anni, vestiva per la prima volta i colori bianconeri. Le sei stagioni nella Prima Squadra nascono da anni di sudore e sacrifici, vissuti fin dalla tenera età, quando iniziava la sua avventura nelle Giovanili della Juve, dove sarebbe cresciuto con i futuri compagni di Serie A Marchisio e De Ceglie. In Primavera vince tutto ed è sempre tra i migliori in campo, tanto da meritarsi la chiamata in Prima Squadra. Il debutto in Serie B, nel 2007, contro il Bologna, è subito impreziosito da un assist per il definitivo 3-1 firmato Trezeguet. Ad Empoli inizia a far parlare di sé anche nel massimo campionato sotto la guida di Gigi Cagni: concluderà la sua prima stagione alla ribalta del calcio italiano con un bottino di sei reti. Inevitabile un primo ritorno in bianconero. Nel debutto da titolare in Champions contro il Bate Borisov si ripete: un altro esordio bagnato da due assist (questa volta a Iaquinta). I due anni trascorsi a Parma ne confermano il talento, tanto da meritarsi la chiamata in Nazionale per l’avventura di Euro 2012. Quindi la Signora sulla sua strada, di nuovo. Il primo dei suoi 20 gol in 132 presenze in bianconero è un pezzo forte del suo repertorio, ovvero il calcio di punizione con cui strega Benussi allo Stadio Via del Mare di Lecce. Il cerchio si chiude idealmente al 5’ dell’ultimo Juventus-Verona di Tim Cup, quando Seba realizza un altro calcio di punizione. Ma quella sera il suo è stato un doppio commiato al popolo bianconero, che lo ha applaudito allo Stadium e lo ha sommerso d’affetto di recente in occasione del suo compleanno. Davanti al pubblico di casa segna infatti di nuovo. E’ doppietta e al momento di lasciare il terreno di gioco restituisce gli applausi alla sua tifoseria. Ora per lui si aprono le porte delle arene MLS: affronterà una nuova avventura umana e professionale con la maglia del Toronto FC. Da tutti noi un sincero in bocca al lupo per la tua nuova sfida. Grazie di tutto, Seba».

Giovinco via dalla Juve a luglio: Ciao Toronto

Ancora 5 mesi e poi Sebastian Giovinco sbarcherà nel mondo del MLS, il campionato a cui partecipa il Toronto FC. L’annuncio è stato dato dal club canadese su Twitter con un semplice : “Ciao Giovinco”. La stessa “Formica Atomica” ha parlato in un video sempre pubblicato dalla società nordamericana in cui comunica la decisione presa: «Un saluto a Toronto e alla Mls, sono felice di aver firmato per la squadra canadese e aspettatemi che a luglio arrivo! Grazie per il vostro supporto». L’ingaggio per il centrocampista juventino si aggira sugli 8 milioni di euro l’anno, una cifra che lof arà diventare il calciatore italiano più pagato.

Milan pensiero Nesta

Secondo quanto scrive Sportmediaset, in casa Milan torna d’attualità il ritorno di Alessandro Nesta a gennaio, nonostante le intenzioni del difensore siano assolutamente contrarie a lasciare il Canada  Invece sembra che su Nesta siano riprese le manovre  del club di via Turati e che lo staff medico sia stato allertato per programmare le prossime visite mediche del giocatore dei Montreal Impact.

Fuga da Cuba di calciatori: interviene Blatter

Non si tratta più solo di un problema politico, ma comincia ad essere difficile anche per la nazionale caraibica quando deve affrontare matches all’estero per le diverse competizioni per squadre nazionali. L’occasione propizia per la fuga di tre giocatori della nazionale cubana è arrivata giovedì scorso, quando la compagine si trovava in Canada per disputare un incontro valido per la qualificazione a Brasile 2014.

Una volta allontanatisi dal ritiro, non vi hanno più fatto ritorno: anche nove mesi fa due giocatrici della nazionale femminile di Cuba erano fuggite negli Stati Uniti dopo una partita contro il Canada a Vancouver.

Il problema comincia a preoccupare anche la Fifa e il suo presidente Joseph Blatter, il quale garantisce che se ne occuperà personalmente. “Sicuramente non è una questione che può riguardare la nostra federazione o la commissione per le competizioni: qui si tratta di un problema politico, su cui vanno sensibilizzati i governi. Prenderò personalmente contatto con le massime autorità sportivo-politiche di Cuba. Comunque si tratta di un problema molto serio, e ne abbiamo preso nota”.