Sosia di Buffon entra in hotel prima del Gigi reale!!

buffon sosia

Incredibile! Un sosia di Gigi Buffon, portiere della Juventus, è riuscito ad infilarsi nell’hotel della squadra  bianconera prima dell’arrivo del bus, da cui è sceso, in borghese il vero Buffon. Vestito come se dovesse scendere in campo da un minuto all’altro,, il sosia è riuscito ad ingannare la security dell’albergo senza insospettire minimamente gli addetti !!

Neuer miglior portiere del 2014

Si riconferma vincitore il tedesco Manuel Neuer nella speciale classifica dei portieri redatta dall’Iffhs (Istituto di Storia e Statistica nel Calcio) per il secondo anno consecutivo. L’estremo difensore  della Germania e del Bayern Monaco ha bissato il successo del 2013 precedendo in classifica con ampio margine (120 punti) la rivelazione Thibaut Courtois (Atletico Madrid e poi Chelsea) mentre sul gradino più basso del podio si è sistemato il costaricano Keylor Navas, ora in forza al Real Madrid. Al quarto posto il primo e l’unico degli italiani, Gigi Buffon, mentre a scendere in classifica si trovano in sequenza Bravo, Sergio Romero (Sampdoria), Ochoa, Cech e a pari merito Lloris e Enyeama.

Per il tedesco Neuer il bis nella speciale classifica potrebbe essere il giusto viatico per la vittoria del Pallone d’Oro 2014, trofeo vinto da un estremo difensore solo una volta nella storia, quando ad aggiudicarsi l’ambito trofeo fu il russo Lev Jascin nel 1963.

Buffon – Seredova: la coppia si rompe?

Al momento è solo un’indiscrezione riportata dal settimanale Vero, ma la coppia formata dal portiere della nazionale e della Juventus Gigi Buffon e la modella ceca Alena Seredova sarebbe vicina alla rottura. Il magazine infatti riporta una dichiarazione, al momento non confermata dagli interessati: “Ci sono voci di corridoio non confermate dai due che affermano che tra il calciatore e la modella ceca la storia sia già giunta al capolinea. Non solo: si mormora anche che la causa di questa improvvisa separazione sia una showgirl italiana, anche lei reduce da una recente rottura”.

Perin: ho parato il rigore anche grazie alla fortuna

Matteo Perin è un giovane portiere che farà sicuramente una lunga carriera, tanto è vero che lo stesso numero uno azzurro Buffon lo ha indicato come il suo successore. Ma ieri per fermare il rigore calciato da Balotelli che aveva finora sbagliato un solo penalty, Perin ha ammesso ai microfoni di Mediaset Premium che ci vuole anche una bella dose di fortuna per intuire la direzione quando si è portieri: “Avevo studiato Balotelli per il rigore, ma ci vuole anche una grande dosa di fortuna. Sono cambiate parecchie cose, questo ci ha permesso di fare risultati importanti. Ora cerchiamo di non farle cambiare più. Volevo andare a destra, ho cambiato idea all’ultimo: ho fatto un passo e prima che calciasse sono andato dall’altra parte».

Toni salta la Juve e sogna di battere Buffon

Pesante assenza quella dell’ariete Toni contro la super retroguardia bianconera. Lo dice il giocatore stesso che al quotidiano torinese Tuttosport spiega il motivo:  “Ho ancora il tendine un po’ infiammato: non ce la dovrei fare. Servirebbe un miracolo. Allo Stadium andrò lo stesso, devo salutare tanti amici”.

Non poter scendere il campo per il centravanti del Verona è una cosa molto difficile da accettare: ” Affrontare la Juve è bello e stimolante. E poi lo Stadium è lo Stadium. Ogni tanto penso alla serata dell’inaugurazione. Ho segnato il primo goal, nell’unica occasione avuta. E’ incredibile: sono riuscito a entrare nella storia dello stadio senza mai averci giocato da professionista con la maglia bianconera”.

Tuttavia Toni non ripone i sogni nel cassetto ed anzi rivela che “è segnare una rete di scavino. Sarebbe bello segnarlo a Gigi, che resta di un altro pianeta. A sto punto, glielo prometto per il ritorno. Col Verona vorrei arrivare in doppia cifra, ma quel che più conta è segnare reti importanti come contro il Milan. Il sogno sarebbe chiudere con 300 reti tra i professionisti: me ne mancano ancora 24″.

Kaiser Franz chiede scusa: ho sbagliato verso Buffon

A distanza di tre giorni arrivano le scuse  ufficiali di Kaiser Franz, al secolo Franz Beckenbauer dopo le dichiarazioni fatte nel dopo-partita di Bayern Monaco – Juventus nei riguardi del numero uno bianconero Gigi Buffon.

Il presidente onorario dei bavaresi, dopo aver definito Buffon “un pensionato”, è intervenuto ai microfoni della Bild, ed ha chiesto scusa all’estremo difensore italiano: «Mi dispiace di aver utilizzato quel termine, non era mia intenzione offendere Buffon ma credo ancora che il portiere bianconero avrebbe potuto fare meglio in entrambi i gol, quando non è riuscito a trattenere la palla».

De Sanctis: addio alla nazionale

Compie 36 anni e dice addio al gruppo azzurro, così Morgan De Sanctis ha voluto salutare l’Italia: «Lascio la Nazionale, meglio fare spazio al nuovo che avanza». Ieri sera ai microfoni di RaiSport al termine del successo per 2-0 contro Malta: «Ieri ho parlato con Prandelli, stamattina l’ho comunicato alla squadra. Lascio un gruppo straordinario che ci regalerà grandi soddisfazioni. Ora voglio concentrarmi solo sul Napoli», ha detto De Sanctis. «E poi ho parlato con Buffon, mi ha detto che voleva giocare altri dieci anni, quindi non avrei avuto mai spazio… Scherzi a parte, dietro Gigi ci sono Sirigu e Marchetti, portieri fortissimi e bravi ragazzi. Siamo in buone mani sotto tutti i punti di vista. Balotelli? Sta maturando anche nei comportamenti. E’ un grande campione», ha concluso il portiere.

Carrarese ultima: esonerato il tecnico Di Costanzo

Lo spettro della retrocessione, alla luce dell’ultimo posto in classifica nel girone A della lega Pro Prima Divisione e con una difesa che fa acqua da tutte le parti, è sempre più incombente. Così la Carrarese della coppia Buffon-Seredova, ha optato per l’esonero ieri del tecnico Cuono Di Costanzo. Così sul sito ufficiale: «La Carrarese Calcio S.r.l. comunica di aver sollevato in data odierna il sig. Cuono Di Costanzo dall’incarico di allenatore responsabile della prima squadra. A mister Di Costanzo i ringraziamenti per il lavoro fin qui svolto ed i migliori auguri per il proseguimento della sua carriera».

Il portiere della Juve è molto legato al club della sua città natale, tanto che la moglie è stata nominata presidente onorario. La show girl ceca ha ritwittato immediatamente il messaggio della Carrarese Calcio che comunicava l’allontanamento dalla panchina del tecnico romano.

19° turno Serie A: steccano Inter e Juventus, volano Lazio e Napoli

Sorprese a ripetizione nell’ultima giornata di andata della Serie A. La Sampdoria, reduce da una prima parte di stagione accidentata, ha trovato la forza di sovvertire i pronostici, ribaltando un risultato che sembrava già scritto. Allo Juventus Stadium gli uomini di Delio Rossi hanno saputo rimontare il vantaggio dei bianconeri (Giovinco su rigore) in inferiorità numerica per l’espulsione di Berardi. Il nuovo tecnico, subentrato a Ciro Ferrara, ha caricato al punto giusto i suoi, sfruttando la vena del baby attaccante argentino Icardi: doppietta per lui e 1-2 in cassaforte. Conte mastica amaro e incassa la terza sconfitta stagionale.

AQUILA SEMPRE PIU’ SU – Sorride quindi la Lazio che mantiene il secondo posto e si fa vedere negli specchietti della Vecchia Signora. Dopo la vittoria in rimonta di sabato sul Cagliari, il divario dai bianconeri è infatti sceso a soli 5 punti. Petkovic gongola anche perché i suoi allungano sulle dirette concorrenti per la Champions; l’Inter non digerisce il match delle 12 e 30 contro l’Udinese, incassando un sonoro 3-0 con doppietta del solito Di Natale. La Fiorentina invece stecca la prima del nuovo anno, cadendo in casa per mano di un cinico Pescara.

NAPOLI E MILAN AVANTI TUTTA – Torna il bel tempo anche su Napoli e Mazzarri può guardare di nuovo da vicino la vetta del campionato. Il secco 4-1 alla discontinua Roma di Zeman, consente agli azzurri di riacciuffare il terzo posto. Il San Paolo s’inchina al solito Edinson Cavani, che aggiunge una nuova tripletta alla propria collezione. Bene anche il Milan, almeno nel risultato, dato che la brillantezza e il gioco non si sono visti dalle parti di San Siro. Il 2-1 con cui i rossoneri hanno regolato il fanalino di coda Siena, permette ad Allegri di riavvicinare la Roma e di dimenticare il poker subito all’Olimpico prima delle feste.

LOTTA SALVEZZA – Sul fondo della classifica la lotta è aspra e serrata: oltre al già menzionato Pescara, torna a rialzare la testa il Genoa, vittorioso sul Bologna grazie alle due reti di Borriello. Il successo mancava al Ferraris dal 26 agosto e potrebbe essere un segnale importante in chiave salvezza. Ancora male il Palermo, vittima del buon Parma targato Donadoni. Ora la luce per Gasperini sembra davvero lontana.

RISULTATI 19° TURNO SERIE A: Catania-Torino 0-0, Lazio-Cagliari 2-1, Chievo-Atalanta 1-0, Fiorentina-Pescara 0-2, Genoa-Bologna 2-0, Juventus-Sampdoria 1-2, Milan-Siena 2-1, Parma-Palermo 2-1, Udinese-Inter 3-0, Napoli-Roma 4-1.

CLASSIFICA: Juventus 44 p.ti, Lazio 39, Napoli 37, Inter 35, Fiorentina 35, Roma 32, Milan 30, Parma 29, Udinese 27, Catania 26, Chievo 24, Atalanta 22, Torino 20, Sampdoria 20, Pescara 20, Bologna 18, Genoa 17, Cagliari 16, Palermo 15, Siena 11.

Trionfa il calcio italiano: Buffon miglior portiere del secolo

Successo per il calcio italiano: è stato infatti scelto dall’istituto di statistica calcistica internazionale IFFHS  Gigi Buffon come miglior portiere del XXI secolo attualmente in corso: il portiere della Juventus, infatti, con 218 punti rimane al comando della classifica davanti allo spagnolo Casillas con 217 punti.

Terzo e molto stacccato a quota 172 punti è Petr Cech ddel Chelsea. A seguire: Edwin Van der Sar, Oliver Kahn, Victor Valdes, Dida, Julio Cesar, Jens Lehmann e Roberto Abbondanzieri. Per quanto concerne invece le posizioni in classifica degli altri estremi difensori italiani: 15° Francesco Toldo, 48° Carlo Cudicini e Ivan Pelizzoli, 55° Christian Abbiati.