Lewandovski, cognome da bomber anche al femminile

lewandowski

Chiamarsi Lewandovski e fare goal, soprattutto se sono più di uno nella stessa partita: sembra il destino di questo cognome, lo stesso della 18enne tedesca Anja, solo omonima del più famoso Robert, resosi protagonista settimana scorsa in Bundesliga di ben 5 reti in soli nove minuti.

Anja invece, nessuna parentela con il bomber del Bayern Monaco, si è fermata, per modo di dire, a quattro reti in 22 minuti nel corso del match di Coppa di Germania nel quale il suo SV Glatten ha sconfitto per 4-0 il Musbach II.Glatten è una cittadina di poco più di 2000 anime, situata nel Baden – Wuttenberg, nel sud della Germania e celebre per essere stato il luogo della prima fabbrica J. Schmalz GmbH, nota fabbrica di lamette agli inizi del Novecento ed attualmente leader mondiale nel settore della tecnica di bloccaggio con il vuoto.

La giovane Anja, ovviamente ricercata dalla stampa, ha confessato che i suoi colori preferiti nel calcio sono il bianco ed il rosso del Bayern Monaco, il club in cui Robert milita dall’estate 2014. “Le mie compagne mi hanno preso in giro perché ho fatto un gol in meno di Robert .La mia squadra preferita è il Bayern, e quando hanno preso Lewandowski mi sono subito comprata la sua maglia. Quest’anno sono andata anche a vedere la partita che abbiamo vinto in casa dell’Hoffenheim”, sono state le poche parole rilasciate ai media.

Segna il goal e rompe la panchina!

A volte la gioa è davvero incontenibile. Accade che su un campo di Seconda Categoria, nel match che contrappone Ponticelli e Riolo Terme, il bomber degli ospiti realizza per suoi e quando corre verso la sua panchina, invece di  abbracciare i compagni di squadra, colpisce con una testata il plexiglass laterale. Tuttavia per l’arbitro la cosa non può passare inosservata e lo espelle.

http://youtu.be/BOyyk3xk7Bg

Scarpa d’Oro: trionfa ancora Messi

Tripletta per l’argentino Leo Messi che si è aggiudicato la terza Scarpa d’Oro consecutiva in carriera, prima volta che accade nella storia. Sul podio anche un calciatore della nostra Serie A, il bomber del Napoli Cavani, distante più di 30 punti dal leader.

LA CLASSIFICA FINALE:
Messi, Barcellona-Liga, 92 punti (46 reti)

Ronaldo, Real Madrid-Liga, 68 (34)

Cavani, Napoli-Serie A, 58 (29 )

Falcao, Atletico Madrid-Liga, 56 (28)

van Persie, Manchester United-Premier League, 52 (26)
Jackson Martinez, Porto-Super Liga, 52 (26)

Adriano alla carica: torno presto

Non si arrende all’età ed ai dolori il brasiliano Adriano; dopo l’ennesimo fallimento, sfociato nel novembre scorso con la cacciata da parte del Flamengo per motivi disciplinari, l’ex bomber di Inter, Fiorentina, Parma e Roma promette che si sta allenando e che ha ricevuto diverse proposte per tornare a calcare il manto erboso, senza però rivelare i nomi delle squadre.

“Apprezzo profondamente i miei tifosi che continuano a sostenermi. Sanno che mi alleno duramente e che sono determinato a tornare. Spero che il 2013 sará un anno di successi“, ha rivelato Adriano che nel Flamengo non è riuscito a disputare nemmeno un incontro. Ha anche affrontato una battaglia costante con il suo peso, dopo che a novembre la bilancia ha toccato anche quota110 kg. Negli ultimi due anni e mezzo, l’attaccante ha giocato solo 17 partite ufficiali, segnando due gol.