Pulvirenti: il Catania farà un colpo a sorpresa

Conferenza stampa di fine partita per il presidente etneo Pulvirenti che è stato un fiume in piena dopo che ha assistito al tracollo del Catania contro un’Inter apparsa a tratti cinica. Ma il numero uno siciliano non è parso teso per lo zero in classifica ed ha anzi annunciato che sul fronte mercato l’ultimo giorno di trattative riserverà una sorpresa.

«Il risultato è giusto, l’Inter ha meritato il successo. Abbiamo trovato una squadra che stava bene fisicamente. Ci sono stati degli eventi che hanno comunque destabilizzato la squadra, come l’infortunio di Izco, quello di Alvarez, il rientro di Almiron dal primo minuto dopo tanto tempo. Barrientos? Quello che è successo ci ha colti di sorpresa. Fino a sabato mattina tutto era tranquillo e il ragazzo si è allenato regolarmente, poi è arrivata questa notizia all’improvviso. La sua clausola non è di 4 milioni di euro e non voglio dire a quanto ammonta. Lo scorso anno Barrientos era in scadenza di contratto e, per non perderlo, abbiamo dovuto fare così. Se non dovesse arrivare quest’offerta e non concretizzarsi quest’affare, Barrientos rimarrà un giocatore del Catania, questo mi pare ovvio. La sua è una situazione molto delicata, non è facile da risolvere. Cosa penso del mercato a campionato iniziato? Riceviamo offerte anche oggi: alle 19 è arrivata un’offerta per un giocatore che avrebbe poi giocato. Il mercato aperto crea grande difficoltà soprattutto a club come il nostro. Un’offerta reale per i nostri giocatori non è arrivata, si tratta di manovre di disturbo che creano scompiglio nell’ambiente. Plasil? Non so nulla, non lo conosco. Noi faremo un’operazione di mercato a prescindere dalla cessione di Barrientos. Il giocatore che arriverà domani è un acquisto sul quale stiamo lavorando da tempo.»

Barrientos: prima annuncia l’addio via Twitter poi si pente

Escluso da Maran dall’undici iniziale per la gara con il Chievo ed entrato solo al 31° del secondo tempo, Barrientos è intervenuto sul social network Twitter per indicare la sua prossima traiettoria professionale: “E’ giunto tristemente il momento di lasciare questa bella città e la sua gente”.

Dopo due ore la rettifica del giocatore argentino, sempre attraverso un “cinguettio”: “Mi dispiace se non è piaciuto quello che ho scritto, a volte si scrive a caldo senza pensarci”, tutto sistemato dunque in casa etnea dove si può essere felici per il sesto posto in classifica.