Bundesliga: la tecnologia in campo per i goal-no goal

La Goal-Line Technology è stata oggi approvata in Bundesliga, e verrà utilizzata già a partire dal prossimo torneo 2015-2016. La tecnologia utilizzata con successo nel massimo campionato inglese, diventerà quindi un importante aiuto per gli arbitri tedeschi. Il sistema prevede l’utilizzo dell’Occhio di falco e di 14 telecamere che controlleranno le rispettive porte. la proposta, avanzata alcuni mesi fa dal Bayern Monaco e rigettata in un primo momento per i costi ritenuti eccessivi, è stata oggi approvata dopo una votazione che ha visto il parere positivo di 15 clubs su 18.

Tavecchio: mai detto che voglio la moviola in campo

Tavecchio, numero uno della FIGC, a margine della presentazione del cartellone di appuntamenti di Torino 2015 Capitale Europea dello Sport, ha colloquiato con i giornalisti in merito al tema della tecnologia applicata al calcio, per aiutare e sostenere l’operato arbitrale. Per il presidente federale è stato il momento  per ribadire la sua opposizione ad un’introduzione “forte” nel sistema: “Nessuno in Federcalcio ha mai parlato di moviola in campo ma soltanto di gol-non gol sulla linea di porta o di dentro/fuori dall’area di rigore. Tutte le interpretazioni giornalistiche che hanno tirato in ballo la moviola sono errate”.

Ha però voluto aggiungere che “La Federcalcio  è disponibile a fare da cavia al progetto. La rilevazione con mezzi tecnici impiega 23 secondi, tenendo conto che in campo si spendono minuti per esultare, si capisce quanto il problema sia risolvibile”.

Grecia: niente arbitri, nel week end si ferma il calcio

Niente Super League in Grecia nel week end che sta per iniziare: il calcio professionistico si ferma infatti nel paese ellenico in seguito alla mancata nomina delle terne arbitrali da parte dell’organo competente, che ha voluto prendere questa iniziativa come forma di protesta dopo l’aggressione subita settimana scorsa dal suo vice – presidente Christoforos Zografos nei pressi della sua residenza. Di seguito il comunicato ufficiale:

“In seguito agli sviluppi degli ultimi giorni, non c’è motivo per annullare la precedente decisioni presa dal Consiglio Direttivo nella riunione speciale tenutasi il 14/11/2014, a causa della mancata nomina degli arbitri da parte della KED/EPO per tutte le partite dei campionati nazionali. L’EPO ha preso questa decisione basandosi esclusivamente sulla salvaguardia dei soggetti coinvolti a qualsiasi titolo nella vicenda“.

Champagne: se sarò eletto presidente, introdurrò il cartellino arancione

Il candidato alle prossime elezione per la presidenza FIFA Jerome Champagne ha suggerito che qualora fosse eletto, spingerebbe per l’introduzione nel regolamento del cartellino arancione che permetterebbe agli arbitri di espellere i giocatori a tempo, sulla falsariga di alcuni sport di squadra come l’hockey su ghiaccio o la pallanuoto. La motivazione di tale proposta sarebbe nell’evitare che la posizione dell’arbitro possa diventare eccessivamente dura per alcuni violazioni al regolamento.

Il francese 55enne si è lanciato nella corsa alla massima carica del calcio mondiale con l’idea di succedere allo svizzero Sepp Blatter. Tra le altre idee proposte vi sarebbero quelle di punire più duramente le proteste dei giocatori nei confronti dei direttori di gara, con il posizionamento del pallone 10 metri più avanti rispetto al punto di battuta e l’introduzione in maniera decisa della tecnologia per alcune decisioni importanti.
Champagne, che ha ricevuto il supporto di Pelè, ha annunciato la sua candidatura in una conferenza stampa tenutasi a Londra nella quale ha presentato il suo piano per il rinnovamento della FIFA. Alla domanda se teme che possa incontrare come avversario lo svizzero Blatter ha risposto: “Non so se Blatter si ripresenterà. Naturalmente, essendo una questione politica, ho voluto informarlo che sto programmando la mia candidatura”. Le votazioni si terranno nel giugno 2015 a Zurigo.

Moratti: non parlo più di arbitri, non cambia mai nulla

Moratti, pur non essendo più il numero uno della società nerazzurra si sente ancora in dovere di difendere la sua squadra, da azionista ed amante dei colori. Dopo la sconfitta sul campo del Genoa, match nel quale Mazzarri ed i suoi si sono lamentanti per la mancata concessione di un penalty, Moratti ha voluto ironicamente chiudere ogni eventuale polemica.

“Le decisioni degli arbitri nei confronti dell’Inter? Ne ho parlato anche troppo quando ero presidente, però non è migliorato niente. Mi sembra anche che ci sia la stessa arroganza da parte di chi dirige” ed ha aggiunto per rasserenare gli animi: “E’ solo un momento brutto, deve passare, Ieri Rizzoli comunque ha arbitrato molto bene, è stata una svista. Sfortuna che è stata nei nostri confronti, però mi è sembrato che per il resto abbia arbitrato molto bene. E’ stata una svista, che però a noi è costata cara”.

Mondiali 2014: sarà Rizzoli l’arbitro italiano presente

La FIFA ha diramato in una nota ufficiale l’elenco delle 23 terne arbitrali che fischieranno alla prossima rassegna Mondiale in Brasile. L’Italia avrà un proprio rappresentante, il bolognese Nicola Rizzoli, che sarà accompagnato in questa avventura in terra sudamericana dai suoi storici assistenti Renato Faverani e Andrea Stefani.

Nello specifico la divisione dei fischietti fra i diversi continenti ha visto premiata l’Europa con nove arbitri, poi quattro arbitri selezionati dalla FIFA per quanto riguarda l’Asia, tre dall’Africa, tre da Nord e Centro america, cinque dal Sud America e uno dall’Oceania.

 

Abete: dobbiamo accettare gli errori degli arbitri

Settimana incandescente per la classe arbitrale con alcuni errori determinanti nei match di campionato. Ma il numero uno della FIGC Abete preferisce sdrammatizzare i toni e nel corso di un convegno svoltosi a Bologna, il quotidiano Repubblica ha raccolto le sue dichiarazioni.

«Gli errori ci possono essere, bisogna accettarli e migliorare sempre. Quando c’è stato un errore, bisogna riconoscerlo e cercare di capire quali possono essere state le cause. Per esempio nel caso della partita di Bergamo, Atalanta-Udinese, senza dubbio la decisione sta facendo riflettere sulla nuova regola del fuorigioco per capirne tutti gli effetti e le potenzialità di rischio che si determinano. Il clima delle partite non deve essere correlato all’eventuale presenza di errori arbitrali. Alcuni errori di questo tipo ci sono stati, per esempio il gol in fuorigioco di Tevez, ma ci sono stati all’interno di quella partita, anche altri episodi che sono stati oggetto di polemiche».

Serie B: gli arbitri del week end

Avellino – Empoli (Lunedì 30/09 H. 19.00) Nasca (Peretti – Lo Cicero Iv: Marini; Oa: Capraro)                                                                                                                                 Cesena – Pescara (Lunedì 30/09 H. 21.00) Ciampi (Melloni – Liberti; iv: Mariani; oa: Daneluzzi)                                                                                                                             Cittadella – Crotone Di Bello (Carbone – Calò; iv: Giovani; oa: Cavanna)                               Lanciano – Bari Chiffi (Valeriani – De Troia; iv: Albertini; Oa: Natilla)                                       Latina – Brescia Di Paolo (Di Francesco – Bellutti; iv: Verdenelli; Oa: Calabrese)             Modena – Padova Ghersini (Di Iorio – Marinelli; Iv: Ros;  Oa: Braccini)                     Palermo – Juve Stabia Merchiori (Tegoni – Avellano; Iv: Pasqua Oa: Arena)                       Reggina – Carpi Saia (Citro – Zivelli; Iv: Rocca; Oa: Anfuso)                                               Siena – Trapani Ostinelli  (Chiocchi – Di Vuolo;  iv: Pelagatti; oa: Papini)                             Spezia – Novara Candussio (Ciancaleoni – Tolfo; iv: Brasi; oa: Blanchi)                             Varese – Ternana Roca (Paiusco – Mondin; iv: Bellotti; Oa: Amoretti)

Serie B: arbitri e squadre insieme per un giorno

“Per la prima volta un arbitro della Can B parteciperà a una giornata di lavoro nelle 22 sedi in modo che ci sia una sempre più profonda conoscenza delle regole e si abbassi il profilo delle polemiche. L’Aia si apre e non si chiude, una dialettica che consente una maggiore familiarizzazione con il regolamento e fra le persone nella distinzione dei ruoli”. L’importante dichiarazione è stata fatta dal presidente della Lega Serie B Andrea Abodi, in occasione dell’incontro di ieri tra i rappresentanti di tutte le 22 società di Serie B a Coverciano per il tradizionale incontro con il presidente dell’Aia Nicchi e il designatore della Serie B Messina.

“Abbiamo deciso di anticipare questo appuntamento – ha aggiunto il presidente della Figc Giancarlo Abete– sia per accogliere le richiesta delle società, che volevano avere delucidazioni in merito all’interpretazione della regola del fuorigioco sia perché avremo così la possibilità di organizzare un secondo incontro a metà stagione”.

 

Serie A: le designazioni per il terzo turno

L’AIA ha reso note le designazioni arbitrali per la terza giornata della Serie A 2013/14.

FIORENTINA – CAGLIARI h. 12.30
DE MARCO
VUOTO – DE PINTO
IV: MUSOLINO
ADD1: TOMMASI
ADD2: MARIANI

H. VERONA – SASSUOLO 
IRRATI
TEGONI – FAVERANI
IV: CRISPO
ADD1: PERUZZO
ADD2: CANDUSSIO

INTER – JUVENTUS Sabato 14/09 h. 18.00
ORSATO
DI LIBERATORE – CARIOLATO
IV: NICOLETTI
ADD1: BANTI
ADD2: DAMATO

LAZIO – CHIEVO
CALVARESE
LIBERTI – MELI
IV: STALLONE
ADD1: TAGLIAVENTO
ADD2: GHERSINI

LIVORNO – CATANIA
GERVASONI
SCHENONE – TASSO
IV: GIACHERO
ADD1: MERCHIORI
ADD2: ROCA

NAPOLI – ATALANTA Sabato 14/09 h. 20.45 
ROCCHI
DI FIORE – PASSERI
IV: LONGO
ADD1: BERGONZI
ADD2: NASCA

PARMA – ROMA Lunedì 16/09 h. 20.45 
GUIDA
COSTANZO – LA ROCCA
IV: BARBIRATI
ADD1: RUSSO
ADD2: GIACOMELLI

SAMPDORIA – GENOA h. 20.45
RIZZOLI
GALLONI – PRETI
IV: PADOVAN
ADD1: MAZZOLENI
ADD2: CIAMPI

TORINO – MILAN Sabato 14/09 h. 20.45
MASSA
BIANCHI – DOBOSZ
IV: DE LUCA
ADD1: VALERI
ADD2: DI BELLO

UDINESE – BOLOGNA
DOVERI
MARZALONI – STEFANI
IV: IORI
ADD1: BARACANI
ADD2: DI PAOLO