Neuer, pazzo tackle in amichevole contro Al-Hilal

Manuel Neuer è sicuramente il miglior portiere al mondo in questo momento storico, ma anche ai migliori capita l’incidente di percorso. Per fortuna che al numero uno tedesco è stata risparmiata l’onta della rete subita perchè un tackle del genere, in amichevole con il suo Bayern Monaco contro la squadra araba dell’ Al-Hilal, poteva costare caro in termini di figuracce

http://youtu.be/GKZ2_QfXvJY

Palo, doppio palo, goal!

Quando il penalty è surreale:  nel corso del match di Coppa d’Asia Arabia Saudita – Corea del Nord, viene commesso un fallo di mano in area di rigore. Ovviamente scatta la sanzione massima, cartellino rosso e rigore per gli arabi. Ed il tentativo di trasformazione sembra la simulazione di un flipper impazzito.

Raccattapalle super: indica al portiere dove tuffarsi!

La Coppa d’Asia non è sicuramente uno dei tornei più attesi dai fans del calcio, ma può regalare un’emozione forte, come quella che vede protagonista un giovane raccattapalle, appostato dietro la porta della Cina in occasione del penalty concesso, sul punteggio di 0-0, in favore dell’Arabia Saudita. Prima che l’attaccante calci il rigore, il giovane indica al portiere cinese Wang Dalei l’angolo verso il quale tuffarsi per bloccare la sfera. E quando l’estremo difensore compie l’impresa, parando il tiro, Wang Dalei lo abbraccia, felice come non mai. Per la cronaca la Cina vincerà per 1-0 l’incontro con un goal nel finale di Yu Hai.

Salta la panchina di Rijkaard in Arabia

La Federazione dell’Arabia Saudita ha ufficializzato il cambio in panchina della Nazionale: Frank Rijkaard è stato esonerato ed al suo posto è stato chiamato Juan Ramon Lopez Caro, che vanta un titolo di campione europeo con l’Under 21 iberica e che ha allenato in passato Real Madrid (stagione 2005-06) e Celta Vigo. Il suo ultimo incarico nell’equipe della federcalcio saudita come direttore sportivo.

Probabile che l’insuccesso nella Coppa del Golfo sia costato il posto all’ex centrocampista del Milan, il quale aveva un contratto fino al giugno 2014; tuttavia in caso di esonero era previsto un indennizzo di 4 milioni di euro a fronte di un ingaggio annuale di circa 6,8 milioni di euro.