Pescara: l’ex bandiera Nobili affianca Bucchi in panchina

Sarà l’ex giocatore degli anni 70 ed 80 Bruno Nobili quale tutore del neo-tecnico del Pescara, Christian Bucchi, sprovvisto del patentino di prima categoria: in riva all’Adriatico giunge così un altro elemento storico del club, dopo il team manager Vincenzo Zucchini. Nobili sarà quindi l’allenatore “patentato”, anche se di fatto sarà Bucchi a prendere le decisioni: Nobili ha vestito la maglia biancazzurra per nove stagioni (dal 1974 al 1982), diventandone il capitano e firmando con la squadra due promozioni in serie A, di cui la prima nella stagione 1976/77.

Nel curriculum di Nobili come allenatore ci sono, Avezzano, L’Aquila, Maceratese, Gualdo Tadino, Castel di Sangro, Francavilla, Renato Curi Angolana, Fiorenzuola. Il rapporto tra il neo-allenatore ed il Pescara dovrebbe proseguire anche nella prossima stagione.

Sebastiani rassicura Stroppa: non è in discussione

L’assedio dei tifosi pescaresi fuori dai cancelli dello Stadio Adriatico di Pescara dopo il deludente pareggio di ieri contro un’Atalanta in dieci per tutto il secondo tempo è stato mal digerito dai supporters del Delfino. Il rancore ancora del match perso nettamente in casa contro i rivali della Lazio, una partita che in Abruzzo aspettavano da ben venti anni e in settimana l’intrusione nel centro sportivo dove si stavano allenando i ragazzi di Stroppa era un segnale poco distensivo.

Ieri dopo la partita sono però arrivate le parole rassicuranti del presidente Sebastiani rilasciate ai microfoni delle televisioni: “Chiaro che i risultati sono importanti, ma la fiducia a Stroppa non è condizionata ai risultati. Lui è bravo e i ragazzi lo seguono. Stroppa non è in discussione, non possiamo dare seguito agli umori della piazza o dei media, abbiamo un progetto e vogliamo portarlo avanti con lui. I tifosi hanno chiesto ad alcuni giocatori maggiore impegno. Tutti danno il massimo, ma sono convinto che ora daranno ancora di più per capovolgere la situazione”.

Oggi però alcuni quotidiani parlano dell’ombra di Marino che si allungherebbe su mister Stroppa, che la trasferta a Verona contro il Chievo sia risolutiva?

Pescara: allenamento interrotto, irrompono i tifosi

Un gruppo di ultras del Pescara ha fatto irruzione oggi nel centro sportivo Vestina di Montesilvano poco dopo le 15 e ha interrotto la seduta di allenamento appena cominciata chiedendo un colloquio con la squadra che è avvenuto lontano da occhi indiscreti nella palestra del centro.

Una trentina di tifosi ha chiesto maggior attaccamento alla maglia ed impegno già dalla prossima partita casalinga contro l’Atalanta. I più “anziani” della squadra, e cioè il capitano Capuano, Terlizzi e Blasi, si sono intrattenuti qualche minuto in più, gli stessi tifosi hanno reso noto l’argomento della chiacchierata alla fine dell’inattesa riunione alla quale non era presente nessun dirigente della società.Dopo circa mezzora l’allenamento è ripreso senza problemi.